La Tribuna Online
l> La Tribuna Online
Senza categoria

“LE DIVERSE ABILITÀ, DAL BISOGNO NEGATO ALL’IMPEGNO CONCRETO”, SUCCESSO LUNEDÌ SERA PER L’INIZIATIVA PROMOSSA DA FORZA ITALIA CON IL PRESIODENTE PROVINCIALE, ON. CARLO SARRO. “L’ATTENZIONE E LA SENSIBILITÀ DI FORZA ITALIA VERSO IL MONDO DEI DISABILI PER CAMBIARE LA CULTURA DELLA SOCIETÀ ED INDIRIZZARE L’AZIONE DI PARLAMENTO, ISTITUZIONI ED AMMINISTRATORI LOCALI VERSO UN IMPEGNO FATTIVO IN FAVORE DELLE NUOVE E DIVERSE ABILITÀ”

no thumb

Parlamentari, consiglieri regionali e provinciali, sindaci, amministratori locali, medici, rappresentanti delle associazioni e del terzo settore, volontari e diretti interessati, c’erano davvero tutti lunedì sera in una sala piena dell’Hotel dei Cavalieri, a Caserta, per la tavola rotonda sulle diverse abilità promossa dal coordinamento provinciale di Forza Italia e Forza Italia Giovani, su input del deputato Carlo Sarro.
Alla presenza anche del presidente della Provincia Giorgio Magliocca, che è anche commissario provinciale degli azzurri in Terra di Lavoro, del coordinatore regionale di FI e del suo vice, Domenico De Siano e Massimo Grimaldi, del commercialista Antonio De Lucia, della coordinatrice regionale di Azzurro Donna e referente regionale Istruzione Adele Vairo, si è sviluppata un’appassionata discussione sul mondo dei diversamente abili tra bisogni negati ed azioni messe in campo in loro favore da parte istituzioni e politica.
Ad aprire i lavori i saluti del coordinatore campano De Siano, cui è seguito l’intervento del presidente provinciale Sarro che ha rimarcato l’esigenza di “partire da temi che interessano la vita quotidiana dei cittadini e quello della disabilità è un problema perché investe centinaia di famiglie nel nostro territorio, a cominciare dai ritardi e dalle criticità nei luoghi di aggregazione e di socializzazione, di lavoro e della scuola, che impongono una seria riflessione a chi ha responsabilità istituzionali, così in linea con la tradizione di Forza Italia che ha da sempre avuto attenzione e sensibilità verso tematiche quali la disabilità e le pari opportunità”.
“Un appuntamento importante perché si parla di disabilità, un incontro che farei in tutta Italia ma l’On. Sarro è stato così sensibile e gentile da invitarmi, insieme alla collega Giusy Versace e a medici ed esperti del settore per fare luce sul tema che crea tanta diffidenza, perché chi non conosce la disabilità ed il suo mondo oggi ha paura e prova diffidenza verso di essi.
Solo chi è disabile, difatti, conosce le problematiche ed i disagi, solo chi è diversamente abile, a partire dalle difficoltà rappresentate dalle barriere architettoniche che sono una cosa imbarazzante qui in Italia rispetto al livello di superamento ed abbattimento delle stesse che si riscontra in altri parti del mondo, come gli Usa, con cui c’è una distanza siderale”, le parole di Matteo Dall’Osso, componente della Commissione Difesa della Camera dei Deputati.
“Siamo ancora alla preistoria con la società italiana che ancora parla di handicappati quando, invece, i diversamente abili rappresentano una risorsa preziosa per il nostro contesto socio-culturale ed economico che deve essere tutelata si, ma anche e soprattutto deve godere di pari opportunità e di tutta una rete di ed un sistema tra istituzioni locali, Asl, terzo settore e quanti hanno a cuore la crescita globale e complessiva della nostra società”, ha spiegato l’ortopedico e assistente sociale Francesco Mennella.

“La disabilità sta negli occhi di chi guarda; il problema principale, il nodo sta nella cultura, come puoi abbattere le barriere architettoniche se non inizi ad abbattere quelle culturali e mentali, se non inizi a lavorare sull’istruzione sulla formazione? Bisogna anche educare le nuove generazioni, ed in questo lo sport diventa un grande strumento ed un valido veicolo di messaggi oltre che strumento di inclusione affinchè i ragazzi imparino a crescere a guardare alla disabilità con normalità, poiché una volta si era abituati a guardare ad un disabile che non usciva di casa perché era nato con un problema, oggi invece la maggior parte, ed i numeri ci danno ragione, lo si diventa disabili vuoi per una malattia o per infortunio, per cui non ci si può girare dall’altra parte perché il problema non ti tocca. Noi ci crediamo e non molliamo, siamo sicuri di poter cambiare la cultura prevalente in questo paese, sottolineando che oltre a tutte le attività che come Forza Italia facciano a livello nazionale, portando un messaggio chiaro: difficile non vuol dire impossibile, a partire dalle norme che devono andare incontro alle esigenze e ai bisogno dei disabili e di chi quotidianamente vive nel mondo delle nuove disabilità”, ha dichiarato Giusy Versace, componente della commissione Affari Sociali e responsabile dipartimento pari opportunità e disabilità di Forza Italia, nel suo intervento di chiusura molto seguito ed apprezzato dai presenti.

read more
Senza categoria

TERAPIE INNOVATIVE NEL TUMORE DELLA PROSTATA, GIOVEDÌ 31 AL GOLDEN TULIP PLAZA DI CASERTA CONFRONTO INTERDISCIPLINARE TRA I MASSIMI ESPERTI DEL SETTORE Coordinati da Gennaro Musetta, si discuterà delle diverse tecniche di intervento e saranno analizzati diversi casi clinici con specialisti del Pascale, dell’AORN di Caserta e della Seconda Università di

no thumb
Terapie innovative nel tumore della prostata è il tema del convegno medico-scientifico promosso dalla Casa di Cura “Villa Fiorita” di Capua ed in programma domani,
read more
Senza categoria

“LE DIVERSE ABILITÀ, DAL BISOGNO NEGATO ALL’IMPEGNO CONCRETO”, LUNEDÌ 28 SE NE DISCUTE A CASERTA SU INIZIATIVA DEL DEPUTATO CARLO SARRO. “ILLUSTREREMO LE PROPOSTE LEGISLATIVE E L’AZIONE AMMINISTRATIVA DI FORZA ITALIA VOLTA AD UN NUOVO APPROCCIO ALLE CRITICITÀ DELLA PERSONA DIVERSAMENTE ABILE PER LA RICERCA DI SOLUZIONI CONDIVISE”

no thumb
Tavola rotonda sulle diverse abilità lunedì 28 ottobre, ore 18,30, all’Hotel dei Cavalieri di piazza Vanvitelli, a Caserta. Il coordinamento provinciale di Forza Italia e
read more
Senza categoria

RACCOLTA DEI RIFIUTI E DIFFERENZATA CHE NON DECOLLA, DELLA ROCCA DENUNCIA IL CLIMA DI TENSIONE E DI CACCIA ALLE STREGHE INSTAURATO IN CITTA’ DA QUALCHE FUNZIONARIO COMUNALE. “MI CHIEDO SE È NORMALE CHE I CITTADINI, CHE POI SONO QUELLI CHE PAGANO I COSTI DI GESTIONE, DEBBANO SUBIRE ATTACCHI DI QUESTO GENERE. TUTTO NELL’INDIFFERENZA PIÙ TOTALE DEI NOSTRI AMMINISTRATORI”.

no thumb

“Ormai si è scatenata una rivolta “social” sulla questione inerente alle modalità che l’amministrazione caiatina di Stefano Giaquinto, ha voluto adottare per la raccolta dei rifiuti!
Sono passate solo alcune settimane e già si manifesta sui social il malcontento dei cittadini!
Mi chiedo: come mai ancora nessuno degli amministratori ancora si sia preoccupato di questa vicenda?”.

A porsi l’interrogativo è il consigliere comunale di Caiazzo Bene Comune, Mauro Carmine Della Rocca, che si fa portavoce del malcontento crescente nella popolazione caiatina.

“Ricordo di aver letto il contratto della ditta che ha vinto la gara per la raccolta e la prima cosa che mi era saltata agli occhi è il punto dove si evinceva che “la ditta si doveva impegnare in una campagna di “sensibilizzazione” rivolta a tutti gli utenti ed addirittura una campagna rivolta a tutti gli studenti di tutte le scuole della città”. Inoltre, erano previsti, sempre nel contratto, totem informativi e locandine dove vi erano descritte le modalità e i giorni di conferimento. Nulla di questo è stato ancora fatto, chissà forse dobbiamo aspettare aprile 2020, quando il contratto sarà concluso?”, continua a chiedersi l’esponente di minoranza.

 

RACCOLTA DEI RIFIUTI E DIFFERENZATA CHE NON DECOLLA, DELLA ROCCA DENUNCIA IL CLIMA DI TENSIONE E DI CACCIA ALLE STREGHE INSTAURATO IN CITTA’ DA QUALCHE FUNZIONARIO COMUNALE.
“MI CHIEDO SE È NORMALE CHE I CITTADINI, CHE POI SONO QUELLI CHE PAGANO I COSTI DI GESTIONE, DEBBANO SUBIRE ATTACCHI DI QUESTO GENERE. TUTTO NELL’INDIFFERENZA PIÙ TOTALE DEI NOSTRI AMMINISTRATORI”.

“Ormai si è scatenata una rivolta “social” sulla questione inerente alle modalità che l’amministrazione caiatina di Stefano Giaquinto, ha voluto adottare per la raccolta dei rifiuti!
Sono passate solo alcune settimane e già si manifesta sui social il malcontento dei cittadini!
Mi chiedo: come mai ancora nessuno degli amministratori ancora si sia preoccupato di questa vicenda?”.

A porsi l’interrogativo è il consigliere comunale di Caiazzo Bene Comune, Mauro Carmine Della Rocca, che si fa portavoce del malcontento crescente nella popolazione caiatina.

“Ricordo di aver letto il contratto della ditta che ha vinto la gara per la raccolta e la prima cosa che mi era saltata agli occhi è il punto dove si evinceva che “la ditta si doveva impegnare in una campagna di “sensibilizzazione” rivolta a tutti gli utenti ed addirittura una campagna rivolta a tutti gli studenti di tutte le scuole della città”. Inoltre, erano previsti, sempre nel contratto, totem informativi e locandine dove vi erano descritte le modalità e i giorni di conferimento. Nulla di questo è stato ancora fatto, chissà forse dobbiamo aspettare aprile 2020, quando il contratto sarà concluso?”, continua a chiedersi l’esponente di minoranza.
“La cosa più grave, però, è ancora un’altra: se da un lato si promuove la sensibilizzazione, dall’altra si deve far fronte al “terrorismo” sempre mediatico che qualche dipendente sta perpetrando nei confronti della popolazione, minacciando elevate multe qualora non fossero rispettate le modalità “imposte”, quasi tutti i giorni pubblicando le foto dei sacchetti davanti a proprietà private, ritraendo addirittura i numeri civici. Mi chiedo se tutto questo rispetti la legge sulla privacy, e chi è che permette tutto questo. Qualcuno sul proprio profilo Facebook sostiene che il comune di Caiazzo è un comune virtuoso in merito alle percentuali di differenziata, in merito a questa affermazione mi chiedo se tutti questi escamotage, vedasi codici a barre, togli da un sacco e metti nell’altro, ecc.., servano solo per un premio di fine anno.
Sicuramente così non è ma, per citare il grande Andreotti” a pensar male si fa peccato ma a volte ci si azzecca!”, denuncia ancora il consigliere di Caiazzo bene Comune.
“La mia vicinanza va agli abitanti delle zone rurali, in particolar modo di San Giovanni e Paolo, che oltre ad essere più penalizzati (dopo queste scelte), addirittura sono stati diffamati, sempre sui social e sempre dalla stessa persona. Mi chiedo se è normale che i cittadini, che poi sono quelli che pagano i costi di gestione, debbano subire attacchi di questo genere. Tutto nell’indifferenza più totale dei nostri amministratori”, conclude Della Rocca.

Caiazzo, 15.10.2019
, però, è ancora un’altra: se da un lato si promuove la sensibilizzazione, dall’altra si deve far fronte al “terrorismo” sempre mediatico che qualche dipendente sta perpetrando nei confronti della popolazione, minacciando elevate multe qualora non fossero rispettate le modalità “imposte”, quasi tutti i giorni pubblicando le foto dei sacchetti davanti a proprietà private, ritraendo addirittura i numeri civici. Mi chiedo se tutto questo rispetti la legge sulla privacy, e chi è che permette tutto questo. Qualcuno sul proprio profilo Facebook sostiene che il comune di Caiazzo è un comune virtuoso in merito alle percentuali di differenziata, in merito a questa affermazione mi chiedo se tutti questi escamotage, vedasi codici a barre, togli da un sacco e metti nell’altro, ecc.., servano solo per un premio di fine anno.
Sicuramente così non è ma, per citare il grande Andreotti” a pensar male si fa peccato ma a volte ci si azzecca!”, denuncia ancora il consigliere di Caiazzo bene Comune.
“La mia vicinanza va agli abitanti delle zone rurali, in particolar modo di San Giovanni e Paolo, che oltre ad essere più penalizzati (dopo queste scelte), addirittura sono stati diffamati, sempre sui social e sempre dalla stessa persona. Mi chiedo se è normale che i cittadini, che poi sono quelli che pagano i costi di gestione, debbano subire attacchi di questo genere. Tutto nell’indifferenza più totale dei nostri amministratori”, conclude Della Rocca.

read more
Senza categoria

NAVIGATOR SENZA CONTRATTO IN CAMPANIA, L’ASSEMBLEA PROVINCIALE DEL PD CASERTA CHIEDE ALL’UNANIMITÀ AL GOVERNATORE DE LUCA DI ASCOLTARE LE RAGIONI DEI 471 VINCITORI DELLA SELEZIONE E DI CONTRATTUALIZZARLI COME FATTO DA TUTTE LE ALTRE REGIONI. SGAMBATO: PUR CONDIVISIBILI LE RAGIONI DEL PRESIDENTE SULLA ULTERIORE PRECARIETÀ CHE LA LEGGE SUL REDDITO DI CITTADINANZA CREERÀ, NON È POSSIBILE VIOLARE I DIRITTI DI 471 UOMINI E DONNE CHE HANNO SUPERATO LA SELEZIONE

ASSEMBLEA PROVINCIALE PD CASERTA
Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ascolti le ragioni e contrattualizzi i 471 Navigator che hanno superato la selezione indetta a seguito dell’entrata
read more
1 2 3 527
Page 1 of 527