close
San Felice a Cancello

Giovanni Ferrara chiede la pulizia dei tombini, delle caditoie e delle vasche di contenimento per scongiurare il rischio idrogeologico.

IMG-20180830-WA0013

 

 

 

Giovanni Ferrara e il direttivo di CambiaMente  sono seriamente preoccupati per l’ondata di maltempo che sta per abbattersi sulla nostra zona. L’ultima richiesta di interventi urgenti di pulizia dei tombini e delle caditoie, inoltrata alla commissione straordinaria e al Responsabile dell’Ufficio Ambiente del comune di San Felice  Cancello, è dello scorso 22 agosto  e, profeticamente,

 

 

 

anticipava il fiume di acqua e detriti vari che ha invaso San Felice a Cancello il 24 agosto. Gli allagamenti sono la diretta conseguenza dell’assenza o carenza di pulizia. Lo stato di abbandono delle vasche di raccolta e la montagna di rifiuti che contengono rappresentano una minaccia in caso di piogge copiose: allagamenti, danni alle abitazioni, a negozi e depositi sono diventati una costante sul territorio sanfeliciano. Ricordiamo che il direttivo di CambiaMente ha chiesto la revoca dell’appalto settennale dell’igiene urbana per il mancato adempimento di alcuni servizi previsti dal contratto.

Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.
Close