close
luigi-principio-e-francesca-giannini
loading...

luigi-principio-e-francesca-gianniniCaiazzo (Caserta) – A “La taverna dei briganti”, presso il ristorante Villa Icaro, sito in via Santa Cristina n. 8 a Caiazzo, la cucina diventa terapia per il disagio mentale. Le persone svantaggiate delle strutture gestite dagli Enti afferenti al progetto Meglio Insieme sono invitate, dalla Cooperativa Sociale Beta, a partecipare alla gara gastronomica “I sapori dei briganti”.

Il tema della competizione è la cucina tradizionale napoletana e i prodotti tipici nostrani. Tre le giornate interessate: il 16 giugno 2016 (ore 11 giurati e ospiti, vale anche per la giornata del 23), la gara dei primi piatti; il 23 giugno, il confronto tra i secondi; il giorno 29 giugno, premiazione dei vincitori e pranzo sociale a base dei piatti vincenti (ore 11,30 per tutti). Cinque i giudici della gara: il dottore Aniello Sacco e le dottoresse Rossana Aglione e Raffaella Montesano del Coordinamento Socio Sanitario dell’Asl di Caserta; il dottore Emanuele Del Castello, psicologo dell’ U. O. S. M. di Capua, e Fiore Marro, presidente dei Comitati delle Due Sicilie. La giuria sarà presieduta dal cuoco Ennio Caprio Nono, consigliere nazionale della Federazione Italiana Cuochi e fondatore dell’Associazione Cuochi Casertani. All’evento parteciperà anche il sindaco di Caiazzo, Tommaso Sgueglia.

La gara culinaria rientra nel progetto Meglio Insieme, il quale, coordinando diverse cooperative sociali, si occupa della pianificazione e della realizzazione di un ricco e variegato programma di riabilitazione, che comprende attività sportive, musicali, teatrali, iniziative culturali e uscite sul territorio. Il progetto tende ad ampliare l’offerta riabilitativa proposta dalle singole strutture, rendendola, altresì, più selezionata ed efficiente. Ciò ha lo scopo di aprire per gli utenti una serie di canali di integrazione e di socializzazione al di fuori del proprio contesto di riferimento. Occasioni dinamiche e stimolanti che offrono possibilità di autodefinizione e delineano percorsi di autonomia personale e relazionale.

In questa realtà “riabilitativa” si inserisce ampiamente la Cooperativa Beta, guidata dal presidente Luigi Principio e dalla dottoressa Francesca Giannini, la quale completa la sua attività formativa occupandosi dell’inserimento lavorativo delle persone svantaggiate, alle quali impartisce una formazione professionale nel campo della produzione di prodotti alimentari e della ristorazione, in particolare della gestione della Taverna dei Briganti.

Le altre cooperative coinvolte nel progetto sono: Mercurio D’Oro, Aria Nuova, Sirio, Iride, Santiago, facenti capo al Consorzio Icaro.

Tags : A Caiazzo la gara gastronomica "I sapori dei briganti" per esaltare le virtù del disagio mentale
0
Close