close
13275431_10206284148051262_57089883_o
loading...

Sottoscritto l’accordo di programma tra Riccardo Ventre ed Enzo Bove per il turno di ballottaggio in programma domenica 19 giugno.
Presso la sede del Comitato elettorale di Città Futura in via G.M. Bosco, nel pomeriggio di oggi, i candidati sindaci hanno formalizzato l’intesa che porterà Bove ad affiancare Ventre nella corsa alla fascia tricolore, sulla base di alcuni punti programmatici che sono stati definiti prioritari da entrambi i leaders politici.
“Non possiamo far svanire nel nulla le nostre progettualità lanciate nella campagna elettorale e le risorse in termini di idee e proposte interpretate dai nostri candidati e dalla nostra lista”, ha esordito Enzo Bove nell’incontro con la stampa.
“Abbiamo scelto un partner affidabile e di specchiata onesta che può far superare a Caserta il dissesto economico e morale che oggi vive la città con il grosso rischio di sprofondare.
Città futura ha assunto un impegno generazionale che si svilupperà nei prossimi anni, dando ulteriore forza e voce alla nostra compagine che oggi dimostra di non essere una lista civetta, ma un vero e proprio movimento politico che continuerà a vivere anche dopo le elezioni”, ha concluso Bove.
Per Ventre “in Enzo ed in me potete vedere plasticamente l’esperienza ed il futuro della città, esprimendo la mia persona le esperienze amministrative positivamente conclusesi, portando avanti progetti ed iniziative che sono ancora oggi sotto gli occhi di tutti. In lui, invece, potete leggere il futuro perché questo è per lui un punto di partenza per mettersi ulteriormente al servizio della sua Città”.
Il candidato sindaco ha, quindi, illustrato i contenuti dell’intesa con Città Futura:
“E’ un accordo di programma che non si limita e non si esaurisce negli 11 punti di cui è composto, perché condividiamo in linea generale la base programmatica sulla quale dovrà lavorare la prossima amministrazione.
Gli undici punti rappresentano, infatti, le priorità da affrontare subito e con immediatezza una volta assunta la guida della città, tato è vero che abbiamo raggiunto l’intesa in pochi minuti e guardandoci negli occhi, senza trattative estenuanti e bracci di ferro. Un’intesa quasi naturale
per una città normale di cui sono contento perché noi faremo un lungo cammino insieme e non solo politicamente, ma soprattutto umanamente”.
Prima della firma del documento programmatico, seguita da una stretta di mano finale, Ventre ha voluto lanciare un appello al suo competitor:
“Per consentire al cittadino di votare in maniera consapevole, c’è bisogno di più confronti nelle piazze casertane, per cui lo invito a scegliere luogo, data, orario e modalità con cui si dovranno svolgere le discussioni all’aperto”.

0
Close