close
Politica

Capua: un bijoux solo in campagna elettorale

wp_ss_20160526_0003-2
loading...

Siamo in campagna elettorale e come sempre accade, a tutto viene restituita parvenza di Civiltá. Ed ecco apparire gli spazzini ad ogni anfratto della allegra cittadina, in inconsueto fermento. Le fontane, prima logore e abbandonate, ridivengono funzionanti. Si costruisce e si rinnova.
E, soprattutto, si guarda al futuro.
Un logo campeggia nella piazzola soprastante il parcheggio sotterraneo, nei pressi del liceo Pizzi: Cosmos, spazio polifunzionale di Capua.
Prende forma una nuovissima originale scultura -visitabile- rappresentante l’elmo di Ettore Fieramosca, adibita a Info Point, approssimandoci alla stagione estiva.
I candidati alle elezioni si boicottano vicendevolmente, non si aprono a dibattiti pubblici, pagano i giovani per far sí che li sponsorizzino e, in tal modo, affiliandoli, senza che loro c’abbiano capito qualcosa.
Si predilige la creazione di posti di lavoro temporanei, piuttosto che permanenti, invece di far sì che i singoli, seppure giovani, si interessino all’ars politica; si tratta forse dell’illusione più fasulla di cui si ornano le promesse dei candidati.
Se ne deduce che il futuro é breve, della stessa durata della politica che s’ingegna a dare nuovi volti alla cittá, ad accogliere giusto quelle due tornate di turisti delusi, quando, aggirandosi tra le ricchezze che questa città avrebbe da offrire, vedranno tornare il degrado che si esplica nella inaccortezza e nella non curanza, che ogni volta, viene intervallata da quella che si suole definire, nel gergo dialettale, la solita “lavata di faccia” fatta alla cittá in periodo elettorale, assimilandola ad una veloce ritinteggiatura per un palazzo decadente.

0
Close