close

Folklore

CronacaCulturaFolkloreOpinioni

Feste patronali e blocchi stradali: quando tradizione e modernità non sempre vanno d’accordo

ingorgo stradale
loading...

di Rosa Meola

MACERATA CAMPANIA: Si è appena conclusa la settimana di festeggiamenti maceratesi in onore del caro Sant’Antonio – o Sant’Antuono, come piace chiamarlo ai più – e già ci si prepara per le prossime sfilate nei paesi limitrofi.

Gennaio è dunque un mese di fermento ed euforia sia per i cittadini sia per i visitatori provenienti da ogni dove che invadono il paese incuriositi da questa antica e meravigliosa tradizione.

Invasione è anche il termine appropriato per descrivere quanto accade nelle strade adiacenti a quelle in cui carri e persone sfilano allegri e contenti al suono di tini, botti e “mazzafuni”.

Altri tipi di suoni, infatti, provengono dalle ugole d’oro dalla massa di automobilisti bloccati nel traffico che si condensa nelle poche strade aperte alla circolazione delle vetture.
Le piccole “venelle” di Macerata diventano dunque vere e proprie piste ad ostacoli da cui, per uscire vivi, bisogna compiere slalom giganteschi tra file di macchine, parcheggiate in angusti spazi che a mala pena potrebbero contenere una sola automobile e in cui provano a passarne tre, oltre a schiere di passanti che si affannano a trovare un passaggio per arrivare sani e salvi verso il centro del paese.
Il tutto accompagnato dall’assordante suono di clacson, dolci imprecazioni urlate dai finestrini o bisbigliate dai pedoni.

Praticamente, si svolge un concerto alternativo.

Il più delle volte, a ben poco serve la presenza dei volontari della protezione civile o dei vigili che gettano un occhio e un orecchio alla circolazione stradale e l’altro alla sicuramente più interessante sfilata.

Se il problema siano i piani stradali o il senso civico dei cittadini, non ci è dato sapere.
Quello che sappiamo con certezza è che la festa di sant’Antuono è sì un momento magico, in cui ogni anno per qualche giorno il tempo pare fermarsi e il paese riassapora vecchie tradizioni, ma è vero anche che tutt’intorno la vita va avanti. O per lo meno lo farebbe se traffico e ingorghi non ostruissero le strade.

Sarebbe bello, dunque, se anche ordine e disciplina diventassero tradizione e se la storia e la cultura secolare suonassero all’unisono con le più moderne esigenze cittadine.

read more
CasertaFolklore

Prefettura di Caserta, festività Dipavali degli induisti fissata per l’11 novembre 2015

pagano-prefetta
loading...

pagano-prefettaCASERTA – La Prefettura di Caserta ha comunicato notizie in merito al calendario delle festività “DIPAVALI” dell’Unione Induista Italiana, Sanatana Dharma Sangha per l’anno 2015. L’art. 25 delle legge 31 dicembre 2012, n.246, recante “Norme per la regolazione dei rapporti tra lo Stato Italiano e l’Unione Induista Italiana (UII) Sanatana Dharma Sangha, in attuazione dell’art.8, terzo comma della Costituzione” dispone che entro il 15 gennaio di ogni anno la data della festività “Dipavali” è comunicata dall’Unione Induista Italiana al Ministero dell’Interno, il quale ne dispone la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Su comunicazione dell’Unione Induista Italiana, Sanatana Dharma Sangha, si indica che la data dell’anzidetta festività è l’11 novembre 2015. La predetta data è pubblicata anche sul sito del Ministero dell’Interno-Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione- Direzione Centrale Affari dei Culti (www.interno.it) Religioni e Stato.

read more
FolkloreMaddaloni

Carnevale ricorrenza di gioia e divertimento, da non rovinare con spiacevoli incidenti. Niente bombolette a Maddaloni

carnevale-arienzo
loading...

carnevale-arienzoMADDALONI – Per questi giorni di pieno Carnevale il Comune di Maddaloni raccomanda alla cittadinanza di non utilizzare bombolette spray, di altri oggetti capaci di gettare schiuma, nebulizzata o sotto forma di vapore, e di tutti gli altri che possono arrecare danno a persone, animali o cose. Carnevale è una ricorrenza di gioia e divertimento, non roviniamola con spiacevoli incidenti. Buon divertimento e buon Carnevale a tutti dal Comune di Maddaloni.

read more
FolkloreMaddaloni

Scuola primaria e secondaria di I grado del Convitto “Giordano Bruno” di Maddaloni nella mascherata di Carnevale

rettore-vigliotti-web
loading...

rettore-vigliotti-webMADDALONI – Il Convitto Nazionale “Giordano Bruno” di Maddaloni in Maschera. Il semiconvitto della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di I grado annesse al Convitto parteciperanno ad una mascherata di Carnevale per festeggiare con gli animatori un evento tanto amato dai nostri alunni. La “Compagnia dei Saltimbanchi” allieterà i nostri semiconvittori con spettacoli di animazione, magia, illusionismo, spettacoli del fuoco con delle danzatrici. Il tutto si svolgerà in un clima di allegria dove non mancheranno scherzi, burle e tanto tanto divertimento!!! L’appuntamento è fissato per oggi, giovedì, 12 febbraio 2015, dalle ore 15 alle ore 17. Dal Convitto: Siete pregati di non mancare !!! Buon divertimento e buon Carnevale a tutti !!!

read more
FolkloreSanta Maria a Vico

Arriva la Befana, attesa nel Parco De Lucia, e termina il cartellone degli eventi natalizi a Santa Maria a Vico

Pasquale-Crisci
loading...

Pasquale-CrisciSANTA MARIA A VICO – L’epifania tutte le feste porta via e con l’arrivo della Befana, attesa nel Parco De Lucia, termina il cartellone degli eventi natalizi a Santa Maria a Vico “Abbiamo quasi completato il cartellone delle attività – ha dichiarato il consigliere comunale, delegato ai grandi eventi Pasquale Crisci – e credo che sia stato un programma di eventi di qualità. Concerti, mostre, mercatini e manifestazioni varie, ( alcune promosse da associazioni che hanno interagito con l’amministrazione comunale), hanno permesso la realizzazione di un programma apprezzato da tutti. Inizia, ora, la fase dedicata principalmente ai bambini, che incontreranno la Befana. L’appuntamento è dalle ore dieci fino alle tredici nel Parco De Lucia dove si esibiranno artisti di strada che aiuteranno nonna Befana a distribuire doni e divertimento ai piccoli, che saranno certamente numerosi come sempre”.

read more
ArienzoFolklore

Nella frazione Costa ad Arienzo la rappresentazione del presepe vivente, protagonisti grandi e piccoli

presepe arienzo
loading...

presepe arienzoARIENZO – Nella caratteristica cornice paesaggistica della frazione Costa ad Arienzo, si è svolta la rappresentazione del presepe vivente. Da alcuni anni è diventato un evento atteso e fortemente voluto e condiviso dall’intera popolazione locale. Infatti il percorso, nelle sue varie scene dedicate alla nascita di Gesù ha coinvolto grandi e piccoli. Molti spettatori sono accorsi dai paesi vicini per ammirare lo spettacolo e sono stati piacevolmente accolti dal sorriso del giovane parroco della Parrocchia S. Alfonso Maria de’ Liguori – Crisci, Don Carlo Petrella, che calorosamente ha salutato tutti i presenti. Il percorso, addobbato con palme, ha guidato ciascun visitatore alla scoperta di un’atmosfera davvero d’altri tempi. Partendo dall’ingresso della chiesa in cui c’era un sommo sacerdote con il suo discepolo si veniva condotti alla realtà di un paese in cui tutti erano impegnati nelle loro attività giornaliere. C’era il fabbro che con i suoi arnesi roventi modellava il ferro davanti agli occhi di tanti bambini increduli. Proseguendo si incontravano giovani donne intente a vendere stoffe mentre in una locanda altri bevevano un bicchiere di vino e altri ancora erano intenti a fare il pane caldo. Ad ogni angolo si potevano ammirare personaggi impegnati nelle loro mansioni, dalla lavandaia al carpentiere. Le scene più rappresentative della bibbia erano associate a cartelli informativi. Maestosa è stata la rappresentazione della corte di Erode con i reali e le guardie così come la cura dei particolari nei diversi momenti dell’attesa di Maria, Vergine e Madre. Usciti dal paese e dai suoi innumerevoli protagonisti si veniva condotti in aperta campagna dove un gregge di pecore accoglieva i visitatori. In lontananza, grazie a due angeli, un suono d’arpa e flauto diventava presagio del Mistero. In una grotta un asinello e un bue circondavano due figure dolcissime e gli occhi di tutti si posavano su quel bambino che nella sua tenerezza riposava ed emozionava i cuori di chiunque si fermava a guardare. Nelle immediate vicinanze i Re Magi e i pastori restavano l’emblema di due realtà che avevano appreso la Lieta Notizia. Il tutto si concludeva per la felicità di tutti con assaggi di prodotti tipici cucinati e gustati all’istante grazie alla meticolosa cura e al grande impegno di altri collaboratori. Intanto nel cuore di chi andava via restava un’emozione davvero speciale.

read more
CasertaCronacaFolklore

La Befana saluta piccoli e adulti a Caserta, in piazza anche il vigile del fuoco Salvatore Alfano

befana
loading...

befanaCASERTA – Anche quest’anno la Befana saluterà piccoli ed adulti a Caserta. Lo ha annunciato l’assessore alla Protezione civile, Stefano Mariano: “L’appuntamento, che realizziamo grazie al fondamentale contributo del Comando provinciale dei Vigili del fuoco, è per le ore 18 di lunedì 5 gennaio in piazza Vanvitelli. Sarà la migliore occasione per siglare con un momento di festa le ultime iniziative cittadine per le festività”. In piazza, con i colleghi, ci sarà anche Salvatore Alfano, il valoroso vigile del fuoco rimasto vittima di un grave incidente lo scorso 5 gennaio in piazza Duomo. “La mia volontà di esserci – ha detto in un breve messaggio al sindaco Pio Del Gaudio – è quest’anno ancora più forte. E più solidi sono i sentimenti che continua ad ispirare il mio cuore per rafforzare anche in questo modo il mio impegno quotidiano”.

read more
ArienzoFolklore

La magia del presepe vivente della frazione Costa ad Arienzo, la vita nelle viuzze e vicoletti

arienzo
loading...

arienzoARIENZO – Costa, frazione di Arienzo, rivive la magia del presepe vivente. Domenica 4 gennaio, alle ore 18, ha inizio la rappresentazione che animerà l’intera frazione che per le sue caratteristiche architettoniche si presta in maniera perfetta. Lungo le sue i viuzze, i vicoletti e nei vecchi portoni sarà possibile ammirare anche quest’anno le botteghe degli artigiani, le case dei pastori e le antiche taverne riprodotti con dovizia di particolari e, punto centrale della rappresentazione, non potrebbe essere altrimenti, la capanna con la Sacra Famiglia. Insomma, uno scenario davvero unico nel suo genere e suggestivo. Sono circa 100 le persone che partecipano all’organizzazione e alla realizzazione del villaggio presepiale “tutte appartenenti alla Parrocchia Sant’Alfonso Maria de’ Liguori” evidenzia con soddisfazione il parroco don Carlo Petrella. La manifestazione giunta alla sua nona edizione ha sempre richiamato una forte presenza di pubblico non solo dei residenti, ma anche dai paesi limitrofi.

read more
FolkloreMusicaSanta Maria a Vico

Alla “Giovanni XXIII” il baritono santamariano Antonio Guida, con Annalisa De Caro, porta sul palco il Concerto di Natale

Piscitelli De Caro Guida
loading...

Piscitelli De Caro GuidaSANTA MARIA A VICO – La magia del Natale si è rinnovata nell’aula magna della scuola media statale Giovanni XXIII grazie al baritono sanmariano Antonio Guida, che coadiuvato da Annalisa De Caro ha portato sul palco il Concerto di Natale, accompagnato dall’orchestra I Natalizi. Le note del concerto hanno trasformato magicamente l’aula in un teatro, un palcoscenico di musica e poesia. L’iniziativa rientra nell’ambito delle manifestazioni natalizie organizzate dal comune di Santa Maria a Vico che, come ancora una volta ha sottolineato Pasquale Crisci delegato ai Grandi Eventi, seppure nelle ristrettezze economiche del momento, mettendo in campo estro, collaborazione e buona volontà è riuscito a stilare un cartellone di eventi natalizi con il minimo impatto economico sul bilancio comunale. Degna di nota la performance del duo Guida\De Caro che attraverso i grandi classici americani, italiani, napoletani e i tradizionali brani natalizi hanno deliziato ed entusiasmato il pubblico presente con i superbi virtuosismi delle loro capacità vocali. Ad incorniciare i brani eseguiti dal maestro Antonio Guida il simpatico Babbo Natale, due zampognari e un duo di ballerini. “È un’eccellenza del nostro territorio, non sono ci altre parole per definire il maestro Guida”, ha così espresso il suo apprezzamento il sindaco Alfonso Piscitelli presente allo spettacolo con gran parte dell’amministrazione, non solo locale ma anche dei paesi limitrofi. “A tutti i musicisti, tecnici, addetti alla protezione civile, dirigenti,- così il maestro Antonio Guida – e non ultimo al calorosissimo pubblico presente, grazie per aver reso ieri sera una serata indimenticabile fatta di applausi, consensi e felicità”.

read more
FolkloreMusica

Presepe vivente e del concerto di Natale a Casapesenna. Il sindaco De Rosa riporta i suoni e i colori della festa

concerto-casapesenna
loading...

concerto-casapesennaCASAPESENNA – Bagno di folla per la presentazione del Presepe vivente e del concerto di Natale. I due eventi, inseriti nel cartellone di Accendiamo il Natale, hanno fatto registrare un numero altissimo di presenze. In tanti hanno voluto vivere le emozioni fatte di musica e di immagini in un’atmosfera davvero suggestiva. Erano ormai troppi anni che Casapesenna non accendeva il suo Natale e non regalava ai suoi cittadini i suoni e i colori della festa più celebrata nel mondo. “ Sono davvero contento- afferma il sindaco De Rosa- di aver donato ai miei concittadini un Natale speciale. Basti pensare- prosegue il primo cittadino- che ormai erano circa diciotto anni che a Casapesenna non si realizzava più il presepe vivente. Rimettere in scena la Natività e constatare che più di quattromila persone hanno affollato il palazzo Baronale, di via Petrillo, per assistere alla magica e sacra rievocazione della nascita di Gesù Bambino, mi riempie di gioia. Ovviamente – spiega il sindaco- dietro questo evento c’è un lavoro sinergico fatto di collaborazioni e patrocini, partendo dall’Amministrazione alla parrocchia di Santa Croce, ma soprattutto grazie al contributo di tutte le Associazioni e dei singoli cittadini che hanno lavorato per un obiettivo comune. Di non minore impatto- sottolinea Marcello De Rosa- è stato il Concerto Natalizio  eseguito dall’Associazione musicale Gradus ad Parnassum, che ha visto la partecipazione di circa mille persone. Il nostro calendario è ancora ricco di eventi, il Presepe vivente sarà rappresentato ancora per quattro giorni, mentre per l’Epifania sono programmate due iniziative, la consueta Befana in piazza per i più piccini e una tombolata di beneficenza. Ritengo – conclude Marcello De Rosa- che le luci che hanno acceso il nostro Natale siano un chiaro segno, della nuova luce che illumina Casapesenna.”

read more
1 2 3 4
Page 1 of 4
0
Close