close

Giustizia

Giustizia

ASSOLTA PERCHÉ IL FATTO NON È (PIÙ) PREVISTO DALLA LEGGE COME REATO

IMG-20181022-WA0043

Con decreto di citazione a giudizio T. L. veniva tratta a giudizio dinanzi al Tribunale di Napoli nord in composizione monocratica II Sez. penale giudice dott. Simone Farina per rispondere del reato previsto e punito dall’articolo 489 c.p. ”perché al fine di procurare a sé un vantaggio, poneva in circolazione la vettura (omissis) facendo uso di un contrassegno e di un certificato di assicurazione falso (omissis)”. All’udienza del 22 ottobre 2018 il difensore di fiducia dell’imputata, l’avvocato Paolo Iuliano del foro di Santa Maria Capua Vetere, ha sollevato in via preliminare l’eccezione ex articolo 129 c.p.p. chiedendo la pronuncia di una sentenza di proscioglimento immediato perché il fatto non è (più) previsto dalla legge come reato proponendo l’interpretazione contenuta nella sentenza della Cassazione Penale Sez. II del 17 gennaio 2017 numero 4951 che ha ritenuto la fattispecie per cui è causa inglobata (di fatto) nella depenalizzazione attuata con il decreto legislativo n. 7 del 2016.
Il Tribunale, quindi, a scioglimento della riserva nella medesima udienza, in accoglimento della sollevata eccezione difensiva, ha assolto ex art. 129 c. p. p. l’imputata perché il fatto non è (più) previsto dalla legge come reato.

read more
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.
Close