close

Provincia

Provincia

Cellole, arrestato un tunisino. L’uomo in evidente stato alterato da alcolici ha minacciato di morte la moglie e distrutto l’arredamento

violenza-sulle-donne

 

 

 

 

I carabinieri della stazione di Cellole (CE), in quel centro, hanno proceduto all’arresto del cittadino tunisino Chargui Belhassen, cl.1989, residente a Cellole.

I militari dell’Arma, a seguito della richiesta pervenuta attraverso il numero di pronto intervento “112”, sono intervenuti presso l’abitazione dell’uomo sorprendendolo in stato di alterazione psicofisica dovuta ad assunzione sostanze alcoliche, mentre minacciava di morte la propria moglie e danneggiava il mobilio dell’appartamento.

Nel corso dell’intervento l’arrestato ha altresì minacciato ed aggredito i militari dell’Arma che lo hanno bloccato dopo una breve colluttazione.

La vittima ha subito denunciato i continui maltrattamenti subiti da parte del coniuge fin dal 2015.

L’arrestato è stato accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

 

 

read more
Provincia

ALIFE.COMUNICAZIONI DA E VERSO L’ESTERNO, RIATTIVATE LE LINEE TELEFONICHE DEL COMUNE.

maria luisa di tommaso sindaco di alife

 

Sono state tutte riattivate le linee telefoniche del Comune dopo il black-out delle scorse settimane dovuto alla cattiva gestione amministrativa, finanziaria e tecnica del passato.
A seguito dell’intervento deciso dell’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Maria Luisa Di Tommaso, che ha preteso dal gestore telefonico la dovuta chiarezza sui rapporti intercorsi con l’Ente nell’ultimo triennio, si è scoperto che, in realtà, nel corso del tempo erano stati duplicati i contratti, con evidente maggiore esborso di somme a carico del Comune, ma senza neppure ottenere un servizio efficiente ed efficace, oltre che economico, visti i ripetuti guasti alla rete fissa registrati di sovente.
Tra l’altro, l’Amministrazione in carica ad oggi non ha ancora rinvenuto agli atti degli uffici comunali le copie dei contratti eventualmente stipulati in passato con le diverse compagnie telefoniche, se non le fatture puntualmente mai pagate, per cui il lavoro per ricostruire i vari rapporti in corso con i gestori non è stato per nulla semplice.
“Abbiamo risolto un problema di non poco conto che creava disagi ai cittadini con evidenti disservizi verso l’utenza tutta atteso che il Comune all’improvviso è rimasto completamente isolato.
Adesso i cittadini potranno interloquire in qualsiasi momento con gli uffici comunali, fare segnalazioni, chiedere informazioni e usufruire di servizi a loro destinati.
È questo un altro passo del percorso verso il ripristino della normalità nella nostra Alife che abbiamo deciso di intraprendere sin dal nostro insediamento per ridare un minimo di funzionamento all’Ente e ai servizi rivolti alla cittadinanza”, dichiara il sindaco Di Tommaso.

“Ancora una volta ci siamo imbattuti in una situazione al limite dell’incredibile perché a Comune non abbiamo trovato neppure le carte, ma con un po’ di buona volontà da parte nostra ed il grande impegno profuso dai dipendenti comunali, siamo riusciti a venirne e a capo e a ripristinare i telefoni de Municipio.
Tra contratti mai trovati e loro duplicazioni, senza contare tante e troppe linee attivate e molte fatture mai pagate da chi ci ha preceduti alla guida dell’Ente, abbiamo messo un punto e voltato pagina così da ridare agli alifani la possibilità di interfacciarsi telefonicamente con gli uffici”, spiega il consigliere comunale di maggioranza Alfonso Simonelli.

 

 

read more
Provincia

CAIAZZO.INDENNITÀ DI CARICA: ALTRO CHE RINUNCIA E FONDO PER IL SOCIALE, GIAQUINTO E LA GIUNTA COMUNALE PERCEPIRANNO LO STIPENDIO E SI PRENDONO ANCHE GLI ARRETRATI.

MICHELE RUGGIERI CANDIDATO SINDACO LISTA CAIAZZO BENE COMUNE

 

“Con delibera del 21 dicembre 2018, la Giunta comunale ha stabilito la corresponsione delle indennità di carica in favore dei componenti dell’esecutivo cittadino.
Per l’esattezza, al Sindaco Stefano Giaquinto andranno mensilmente € 1.129,00, al Vice Sindaco Antonio Ponsillo e agli assessori Giovanni Di Sorbo, Teresa Fasulo e Monica Petrazzuoli € 451,70 mentre al Presidente del Consiglio Ida Sorbo € 340,00.
Le somme, così ripartite, sono previste dalla legge e commisurate al numero degli abitanti della città. Niente di male quindi, si direbbe a questo punto se non fosse però per un particolare diremmo alquanto bizzarro.
Era stato lo stesso Sindaco, infatti, da poco insediato e nel corso del consiglio comunale ad annunciare, con tono ufficiale, tutto impettito e tronfio, che lui e il suo seguito avrebbero rinunciato alle indennità che sarebbero state versate su un fondo ad hoc, destinato a scopi sociali”.
A commentare la decisione dell’amministrazione di Uniti per Caiazzo guidata dal primo cittadino Giaquinto, è il gruppo consiliare di minoranza di Caiazzo Bene Comune.
“Con il tempo, però, così come ci ha insegnato il Sindaco Stefano Giaquinto, le vere intenzioni escono prima o poi allo scoperto e la vicenda assume i contorni di una ridicola messinscena, impregnata ancora dello smalto e del perbenismo spacciati nel corso della campagna elettorale e, probabilmente, anche dello spirito di emulazione nei confronti degli Amministratori uscenti capeggiati dal dott. Tommaso Sgueglia che, loro si, avevano rinunciato e destinato i loro compensi alle spese correnti del Comune.
Ed ecco che, dopo appena sei mesi, alla vigilia del Natale, i nostri amministratori ci ripensano e con un tocco di penna ripristinano le anelate indennità.
Ma non guardano solo al futuro, rivogliono tutto, anche gli arretrati e da giugno. E via 19.000 euro circa, solo per il 2018, che anziché andare ad alimentare il fondo sociale, di cui comunque non vi è stata mai traccia, anziché illuminare le strade caiatine con le luminarie in occasione del Natale, finiranno nelle tasche dei nostri amministratori, alla faccia di quelli che, votandoli, contavano sulle loro promesse”, concludono i consiglieri Michele Ruggieri, Amedeo Insero, Marilena Mone e Mauro Carmine Della Rocca.

read more
Provincia

ALIFE. RECUPERO DEI TRIBUTI COMUNALI MAI RISCOSSI DAL 2013 AL 2017 AVVIATO DAL COMMISSARIO STRAORDINARIO

maria luisa di tommaso sindaco di alife

Alife. Le notifiche avvenute nelle ultime settimane degli avvisi di accertamento di Imu e Tares relativi al 2013 e dei solleciti di pagamento della Tari per le annualità 2014, 2015, 2016 e 2017, rientrano nell’azione di recupero dei tributi comunali evasi avviata nel primo semestre dell’anno 2018 dal commissario straordinario che ha guidato il municipio alifano fino al mese di giugno.
A darne notizia sono il sindaco Maria Luisa Di Tommaso ed il consigliere incaricato al Bilancio Alfonso Simonelli che, all’indomani di alcune segnalazioni pervenute da talune cittadini, fanno chiarezza sulle ingiunzioni di pagamento notificate a tantissimi cittadini alifani
“Lo stato di dissesto finanziario in cui si trova attualmente l’Ente comunale ha imposto al commissario straordinario che ha guidato il Municipio fino al nostro insediamento avvenuto alla fine del mese di giugno scorso, di avviare il risanamento delle casse comunali attraverso una importante azione di recupero dell’evasione.
Noi come il commissario, abbiamo ereditato il dissesto finanziario ed anche questa attività di recupero dei tributi locali relativi ad annualità precedenti al nostro arrivo al governo della città, atteso che si tratta di avvisi di accertamento di Imu e Tares 2013 e dei solleciti di pagamento della Tari dal 2014, al 2017”, spiegano Di Tommaso e Simonelli.
In tale ottica, l’Amministrazione comunale ha predisposto l’apertura per due giorni a settimana di un apposito Ufficio Tributi al piano terra della casa comunale dove, il lunedì mattina, dalle ore 9 alle ore 12, ed il giovedì pomeriggio, dalle ore 15 alle ore 17, i cittadini alifani potranno recarsi per chiedere chiarimenti sugli atti loro notificati ed esibire eventualmente documentazioni comprovante l’avvenuto pagamento.
“Invitiamo tutti i cittadini destinatari delle ingiunzioni di pagamento a verificare la loro posizione e, se è il caso, a recarsi presso il Comune per delucidazioni sui pagamenti a farsi o già eseguiti, per esibire ricevute di pagamento qualora avessero già versato il dovuto o per avere altri chiarimenti o segnalare discrasie varie.
Da parte nostra, c’è la massima disponibilità verso i cittadini, e siamo pronti laddove la normativa ed il regolamento comunale lo prevedano, a concedere dilazioni o annullare sanzioni.
Per quanto riguarda le tariffe 2018 e 2019, come tutti sanno, essendo in dissesto, le aliquote dovranno essere determinate al massimo come previsto dalla legge; ad ogni modo, noi amministratori saremo parte diligente per fare in modo che tutti paghino i tributi per uscire così quanto prima dal dissesto e, subito dopo, poter intervenire al ribasso sulle aliquote che vanno diminuite”, concludono sindaco e consigliere incaricato.

 

read more
Provincia

NUOVO SISTEMA DELLA C.I.E., AL COMUNE DI ALIFE ATTIVO IL SERVIZIO PER IL RILASCIO DELLA CARTA D’IDENTITÀ ELETTRONICA

maria luisa di tommaso sindaco di alife

 

È stato attivato da qualche settimana ed è pienamente operativo, presso l’ufficio Anagrafe del Comune di Alife, il servizio di rilascio della nuova carta d’identità elettronica, introdotta dal legislatore a partire da quest’anno ed emessa dall’istituto Poligrafico Zecca dello Stato.
Il sistema della C.I.E. è stato istituito al piano terra della casa comunale con un addetto alla emissione del nuovo documento personale di identità con dimensioni di una carta di credito e contenente la foto, i dati del cittadino ed elementi di sicurezza per evitarne la contraffazione. Essa è dotata, infatti, di un microprocessore che memorizza le informazioni necessarie alla verifica dell’identità del titolare, comprese le impronte digitali.
Per richiedere la nuova C.I.E. è necessario essere iscritti nell’Anagrafe della popolazione residente nel comune di Alife, mentre i cittadini residenti in altro comune italiano possono chiedere la carta d’identità solo per gravi e comprovati motivi di impossibilità a recarsi presso il proprio comune di residenza. Ogni cittadino dovrà presentarsi in Comune munito di fototessera, codice fiscale o tessera sanitaria, e versamento dei diritti di rilascio, determinati dal decreto del ministero dell’Economia e delle finanze del 25 maggio 2016, pari ad euro 22,21, mentre, nei casi di smarrimento, deterioramento e furto del documento, l’importo è pari a euro 27,29.
“Al momento della richiesta della CIE ogni cittadino maggiorenne può dichiarare la volontà in merito alla donazione dei propri organi, poichè è previsto il consenso ma anche il diniego esplicito. Tale dichiarazione verrà acquisita dal sistema informativo trapianti (S.I.T.).
La carta d’identità cartacea resta valida fino alla scadenza e non deve quindi essere sostituita con quella elettronica.
Ad ogni modo, i cittadini alifani potranno rivolgersi direttamente al nostro Ufficio Anagrafe, nei giorni e nell’orario di apertura al pubblico, per ottenere maggiori informazioni e beneficiare di un servizio importante per la popolazione tutta”, dichiara il sindaco Maria Luisa Di Tommaso.

 

read more
Provincia

Presepe Vivente nel centro storico di Pontelatone

LOCANDINA PRESEPE VIVENTE PRO LOCO PONTELATONE

 

Nella suggestiva cornice del centro storico del piccolo centro del Monte Maggiore, si ripete anche quest’anno, per la seconda edizione consecutiva, la magia del presepe vivente organizzato dalla Pro Loco Pontelatone presieduta da Lorenzo Monaco, grazie al lavoro e all’impegno dei soci tutti.

Oggi venerdì 28 e domani sabato 29, a partire dalle ore 19:00, piazze, stradine e vicoletti del borgo rurale pontelatonese si trasformerà fino a ricreare l’atmosfera suggestiva ed emozionante della Natività di Gesù.

I portoni dei palazzi e delle abitazioni ubicate nel perimetro del centro storico, saranno le famose “locande” della tradizione popolare dove i figuranti proporranno al pubblico presente zuppe di fagioli, castagne, dolci, formaggi, taralli, pettera di maiale, pane olio e fagioli, soffritto, pizze fritte e vino i pasti di una volta.

Saranno presenti gli antichi mestieri di un tempo, quali il fabbro, il falegname, il calzolaio, il macellaio, il cestaio, le lavandaie, il casaro, lo spaccalegna e tanti altri.

Riscalderanno l’atmosfera i “Legionari Latini” da Baia Latina con musiche e balli fino a tarda serata, illuminata da torce e fiaccole che faranno da contorno alla grotta di Betlemme.

read more
Provincia

Alife. CIMITERO COMUNALE, DISPOSTA APERTURA STRAORDINARIA PER LA VIGILIA DI CAPODANNO.

maria luisa di tommaso sindaco di alife

 

CIMITERO COMUNALE, DISPOSTE APERTURE STRAORDINARIE PER LE VIGILIE DI NATALE E CAPODANNO.

Camposanto aperto lunedì 24 e 31 dicembre nel capoluogo alifano dove l’amministrazione comunale retta dal sindaco Maria Luisa Di Tommaso ha disposto l’apertura straordinaria del complesso funebre nei giorni di vigilia di Natale e di Capodanno.
Su iniziativa dell’assessore ai servizi cimiteriali, Angelo Delli Veneri, il cimitero comunale è rimasto regolarmente aperto l’altro ieri, così come rimarrà aperto lunedì prossimo 31 per consentire ai cittadini alifani di recarsi a fare visita ai propri cari defunti e pregare sulle loro tombe in questi giorni di festa cristiana.
“In via eccezionale e considerata la prossimità con il Natale, abbiamo ritenuto opportuno garantire l’apertura del camposanto nelle due giornate di vigilia perché è giusto e doveroso dare ai cittadini la possibilità di accedervi per portare un fiore, accendere un lumino e rivolgere un saluto ed una preghiera ai propri parenti che, purtroppo, non sono più con noi e la cui assenza si avverte ancora di più in questi giorni di afflato e di partecipazione con le rispettive famiglie.
Il nostro concetto di normalità della città passa anche e soprattutto per queste piccole attenzioni ai bisogni della gente”, dichiarano il sindaco Di Tommaso e l’assessore Delli Veneri.

 

read more
Provincia

Fontegreca Finanziaento per rete fognaria e depuratore comunale

fognatura-2

 

Con decreto dirigenziale emanato nel pomeriggio dell’altro ieri mercoledì, la Regione Campania ha ammesso a finanziamento per 4 milioni di euro ed approvato il progetto presentato dal Comune di Fontegreca per il completamento e l’adeguamento della rete fognaria comunale e degli impianti di depurazione insistenti sul territorio del piccolo centro matesino.
L’intervento fortemente voluto dall’Amministrazione comunale retta dal Sindaco Antonio Montoro, e piazzatosi primo in assoluto nella graduatoria generale stilata a livello regionale, si inserisce nell’ambito del vasto programma di Risanamento Ambientale dei Corpi Idrici superficiali delle Aree Interne della Provincia di Caserta, e sarà sostenuto con le risorse a valere sull’Obiettivo Specifico 6.3 del POR FESR Campania 2014-2020.
“Il nostro progetto ha ricevuto il punteggio più alto rispetto agli altri candidati a finanziamento dai restanti comuni casertani e beneficerà di ben 4 milioni di euro che saranno destinati al completamento della rete fognaria comunale e all’adeguamento degli impianti di depurazione al servizio della nostra comunità.
Del resto, quando negli anni scorsi abbiamo iniziato questo percorso di programmazione di risanamento dei corpi idrici superficiali nelle aree interne di Terra di Lavoro, proprio Fontegreca ha fatto da apripista rispetto ai comuni del comprensorio che pure sono stati destinatari di risorse per ben 36 milioni di euro”, dichiara il sindaco di Fontegreca Antonio Montoro.
Un risultato storico reso possibile solo grazie all’impegno profuso in questi ultimi tre anni dall’amico consigliere regionale Giovanni Zannini che non ha lesinato energie ed ha lavorato quotidianamente per superare le criticità che il grande progetto presentava all’inizio del suo cammino e che ne metteva in seria difficoltà la sua piena attuazione”, conclude Montoro.

read more
Provincia

NUOVO CIMITERO COMUNALE, DA LUNEDÌ VIA ALLE DOMANDE PER GLI ALLACCI DELLE LAMPADE VOTIVE.

lampada_votiva

 

Apertura dei termini per gli allacci delle lampade votive all’interno dell’ala nuova del cimitero comunale.
Da lunedì 10 scorso, i cittadini interessati all’accensione di lumi e candele elettriche davanti alle lapidi dei propri cari defunti tumulati sia nei loculi che nelle cappelle gentilizie realizzate nell’ala nuova del camposanto alifano, possono presentare domanda all’ufficio protocollo del Comune con allegata la ricevuta di versamento da € 24,40.
I moduli da compilare ed i bollettini da pagare sono disponibili presso il cimitero comunale dove potranno essere ritirati e possono essere richieste informazioni e chiarimenti direttamente al personale della Multiservice Matesina srl, la ditta affidataria dei servizi cimiteriali, della manutenzione, della custodia e della gestione delle lampade votive.
“A distanza di oltre 10 anni dalla realizzazione dell’opera, finalmente siamo riusciti ad avviare un servizio molto richiesto dai cittadini che intendono accendere una lampada votiva permanente davanti alle tombe dei propri cari che non sono più con noi.
Anche in questo modo, intendiamo ripristinare quella normalità di cui la città di Alife ha tanto bisogno dopo anni di incuria e di abbandono, a partire proprio dal camposanto dove decoro e manutenzione ordinaria devono essere basilari se davvero si vuole rispettare la memoria dei nostri defunti”, dichiarano il sindaco Maria Luisa Di Tommaso e l’assessore delegato ai Servizi Cimiteriali, Angelo Delli Veneri.

 

 

read more
Provincia

DIMENSIONAMENTO SCOLASTICO, ALIFE RIACQUISTA LA PROPRIA AUTONOMIA CON IL R9ITORNO DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO CON SEDE IN CITTÀ.

maria luisa di tommaso sindaco di alife

 

DIMENSIONAMENTO SCOLASTICO, ALIFE RIACQUISTA LA PROPRIA AUTONOMIA CON IL R9ITORNO DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO CON SEDE IN CITTÀ.

Ripristinata l’autonomia scolastica per l’Istituto Comprensivo Statale di Alife che, dal prossimo anno, riavrà la presidenza in città.
Accogliendo la richiesta formulata nelle scorse settimane dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Maria Luisa Di Tommaso, la Giunta Regionale della Campania, nella seduta svoltasi ieri pomeriggio, su proposta dell’assessore all’Istruzione Lucia Fortini, ha istituito nuovamente la dirigenza scolastica nella città di Alife.
Persa l’autonomia nel giugno 2016 a causa del sottodimensionamento dell’istituto determinato dal calo di iscrizione di alunni, dal prossimo anno scolastico che prenderà il via nel mese di settembre 2019, i plessi delle scuole materne, elementari e medie ubicati sul territorio comunale saranno guidati dalla presidenza che avrà sede in città e non dovranno più fare riferimento alla vicina Piedimonte Matese.
“Con grande orgoglio, possiamo annunciare ufficialmente che la Regione Campania ha accolto il nostro indirizzo espresso dalla nostra giunta comunale relativamente al piano di dimensionamento scolastico, ed ha ripristinato l’Autonomia per Alife.
Un sentito ringraziamento va all’assessora regionale all’Istruzione Lucia Fortini e a quanti hanno lavorato al nostro fianco e con determinazione per riconsegnare alla nostra comunità ciò che era andato perso anni addietro.
È motivo di soddisfazione per noi restituire centralità e competenza alla nostra città che potrà così determinare, con la indipendenza necessaria, le scelte strategiche e fondamentali per la crescita didattica e formativa dei nostri figli, un risultato raggiunto grazie alla autorevolezza della nostra Amministrazione comunale che dimostra con i fatti ed i risultati concreti il percorso avviato di rinascita alifana”, dichiarano all’unisono il sindaco Maria Luisa Di Tommaso e l’assessore alla Pubblica Istruzione Caterina Ginocchio.

read more
1 2 3
Page 1 of 3