close

San Felice a Cancello

San Felice a Cancello

Comitato Ora “Illuminiamo le coscienze”

Pubblicazione1

 

Vogliamo sottolineare che per noi l’accensione dell’albero rappresenta un forte momento di riflessione, creando in modo divertente, un momento di aggregazione comunitaria. Sono due aspetti che riteniamo fondamentali ed imprescindibili per un comune sciolto per infiltrazione camorristica ed in dissesto finanziario. L’accensione dell’albero da simbolicamente il via alle feste natalizie ma non vuole in alcun modo essere solo un addobbo per le feste. Infatti, dopo esserci presi la responsabilità di “accendere una speranza” nel 2017, quest’anno esortiamo noi stessi e gli altri ad una profonda riflessione personale prima che collettiva e quindi “illuminiamo le coscienze”. Speriamo che in tanti possano accorrere in Piazza Umberto I alle ore 20.30: insieme a tutti noi del Comitato, al nostro presidente Francesco Lettieri, al Vescovo Di Donna, al parroco Don Antonio Cozzolino ed al commissario prefettizio dott. Roberto Esposito. Abbiamo scelto proprio le parole dello scorso anno di Sua Eccellenza per accompagnare le immagini del nostro paese e l’esortazione a rivendicare una rinascita profonda, nel video di invito https://www.facebook.com/comitatora/videos/282339262421413/

Comitato Ora

 

read more
San Felice a Cancello

“Accendiamo le coscienze”. Per il secondo anno, Ora illumina piazza Giovanni XXIII

20181201_195936

 

San Felice a Cancello – Anche quest’anno l’8 dicembre si accenderà il Natale a San Felice a Cancello. Per il secondo anno brillerà in piazza Giovanni XXIII l’albero targato Comitato “Ora”, che ha scelto come slogan dell’evento “Illuminiamo le coscienze”. L’accensione è prevista l’8 dicembre nella piazza centrale del paese, alle ore 20 e 30. All’iniziativa parteciperanno il Vescovo di Acerra, Monsignor Antonio Di Donna, il Commissario prefettizio del Comune suessolano, Roberto Esposito, il parroco della chiesa di San Felice Martire, don Antonio Cozzolino, e il presidente di Ora, Francesco Lettieri.
L’evento è patrocinato dal Comune di San Felice e dalla Provincia di Caserta della quale ricorre il bicentenario. L’anniversario dell’istituzione provinciale è dedicata a Don Peppe Diana, il parroco ucciso della camorra per il suo impegno antimafia; una dedica che arricchisce di significato – per il Comitato – la concessione del patrocinio, vista l’attenzione che Ora ha dedicato in questi mesi all’impegno sociale e all’educazione alla legalità.
“Accendiamo le coscienze” manifesta, ancora una volta, l’intento del Comitato di farsi promotore di un cambiamento radicale che parta dalla volontà e dalla consapevolezza di ogni cittadino di San Felice. Con l’accensione dell’albero 2018, Ora festeggerà il primo anno di un’intensa attività che ha coinvolto soprattutto i più giovani. Negli ultimi dodici mesi il Comitato ha organizzato una serie di incontri presso l’istituto comprensivo “Francesco Gesuè” di San Felice con il progetto l’Ora legale; ha trasformato la piazza centrale in un centro polisportivo con la Festa dello Sport e in un supermercato dei giocattoli con la raccolta doni, in occasione dello scorso Natale. Solida e proficua anche la sinergia che Ora ha costruito con le altre realtà associative della zona, tra le quali Sentieri nuovi, Insieme, San Felice in Movimento, con le quali si è occupata della ristrutturazione delle giostrine di piazza Giovanni XXIII.
read more
San Felice a Cancello

Arrestati un sanfeliciano e un suo complice per furto

3851630_1049_carabinieri_giorno

 

Carabinieri della Stazione di Cancello, in San Felice a Cancello (CE),  hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato per furto aggravato, di  Drissi Mohamed, cl.1983, tunisino residente a Barletta (BA), e Russo Pasquale, cl. 1962, residente a San Felice a Cancello.

I militari dell’Arma hanno sorpreso i due presso un magazzino di proprietà della Rete Ferroviaria Italiana, sito nello scalo ferroviario di Cancello, mentre stavano asportando materiale in uso alle ferrovie. Gli arrestati sono stati, rispettivamente, ristretti presso le camere di sicurezza dell’Arma e agli arresti domiciliari in attesa di essere giudicati con rito direttissimo.

 

read more
San Felice a Cancello

Il comitato “Terra mia” rimanda al mittente le accuse di polemica ed evidenzia ancora una volta lo stato di disagio e degrago che vive San Felice a Cancello

IMG-20181016-WA0020

 

 

Solo per amore dei fatti …
In questi ultimi giorni il comitato “Cancello Scalo Terra Mia” viene accusato di improntare la propria azione ad una ricerca eccessiva della polemica ad uno spirito critico che va al di là del normale. Rispediamo al mittente queste accuse e parliamo di fatti che riguardano IL PAESE: l’unica cosa che ci interessa. Da oltre un anno stiamo intrattenendo la triade commissariale sullo scandalo dei rifiuti abbandonati sulla bretella che a Cancello Scalo collega Via Polvica a Via Napoli, tra le tante cose ci è sempre stato detto che quella strada, pur insistendo sul nostro territorio comunale rientrava nelle competenze della provincia. Da qualche tempo abbiamo scoperto che a fine Novembre la triade commissariale ha autorizzato in quella zona le riprese di alcune puntate di una nota serie televisiva i cui responsabili di produzione si sono impegnati a ripulirla dai rifiuti, di ogni ordine e tipo, che vi sono accumulati (tra l’altro ci sorge spontaneo un dubbio: il materiale sarà prima differenziato o si farà di tutta un’erba un fascio?). In sintesi, ad imperitura memoria resterà lo scandalo di questi rifiuti ma chi amministra questo comune sarà stato così bravo da farli rimuove. Ci viene però spontanea una domanda: se la strada non rientra tra quelle di gestione comunale, ma bensì in quelle della provincia, come mai i commissari hanno dato l’autorizzazione a girare le scene e sgombrare i rifiuti? Vien quasi da pensare che quando ci sono i problemi la strada è provinciale, quando c’è da fare bella figura (o presunta tale) è comunale! Non si tratta di polemica spiccia, ai sordi ed ai ciechi che fanno i Soloni in poltrona ricordiamo che MENTRE I COMUNI A NOI VICINI SI SONO ASSICURATI COSPICUI FONDI PER IL RIFACIMENTO DELLE STRADE, L’INSTALLAZIONE DI TELECAMERE SUL TERRITORIO E LA MESSA IN SICUREZZA DELLE SCUOLE, a San Felice A Cancello SONO ARRIVATE LE BRICIOLE PER IL RIFACIMENTO DELLE STRADE, E “ZERO FONDI” PER INSTALLARE TELECAMERE E METTERE IN SICUREZZA LE SCUOLE! Di tutto ciò pochi ne vogliono parlare, c’è chi aspetta solo Maggio e chi si trastulla in piacevolissime iniziative a sfondo sociologico. C’è invece chi, pur mettendoci del suo per riqualificare il paese, continua a chiedere a gran voce: il rispetto delle regole, la trasparenza degli atti pubblici, la sicurezza sul territorio: elementi essenziali per la rinascita del nostro martoriato comune.

 

read more
San Felice a Cancello

Il giardino dei giusti.Grazie ai volontari i bambini di San Felice a Cancello avranno il parco giochi

FB_IMG_1542472686555

 

 

“Dopo anni di degrado e abbandono, S.Felice a Cancello avrà di nuovo un luogo bellissimo in cui i suoi piccoli cittadini potranno giocare liberamente e in sicurezza circondati dal verde pubblico.
La riqualificazione dell’ area è stata realizzata dal Comitato promotore dell’area giochi costituito dalle Associazioni: S.Felice in movimento-Comitato ORA e Organizzazione di Volontariato INSIEME con il sostegno dei cittadini, piccole imprese, altre realtà associative e dalla famiglia Martinisi-Ruscio che alcuni anni fa donò il parco giochi alla cittadinanza.
Oltre al parco giochi è stato istituito “Il giardino dei giusti”, un’area alberata dedicata a chi ha dato la vita per una giusta e nobile causa.
Saranno piantati tre alberi intitolati a Don Antonio Riboldi, Franco Imposimato e Giancarlo Siani ( nomi individuati dagli Studenti dell’ I.C. F.Gesué di S.Felice a C.llo)

Programma: Domenica 18 novembre Piazza Giovanni XXIII
S.Felice a Cancello.
-Dalle ore 10:00 animazione per bambini;
– Ore 11:30 Cerimonia inaugurale con Autorità civili, religiose ed ospiti.

Vi aspettiamo
Il COMITATO PROMOTORE
Ass.ne S.Felice a Cancello in movimento – Comitato ORA – OdV INSIEME”

Carmine Guida
Presidente dell’ Organizzazione di volontariato INSIEME.

read more
San Felice a Cancello

Via libera al “panino da casa” la richiesta di Remigio De Matteis

remigio de mattesi

 

 

Remigio De Matteis, Portavoce Pa-dri Separati, ha inoltrato un’istanza al Commissario Prefettizio del Comune di San Felice a Cancello, alla Presidenza dell’I.C Francesco Gesuè  e alla Responsabile del Plesso Scolastico Don Milani  della frazione Casazenga di San Felice a Cancello, in cui chiede che la figlia che frequenta la classe seconda di suddetto plesso  “provveda in autonomia al consumo del pasto portato da casa consumandolo nell’ora prevista di “pranzo”. Tale scelta è dettata dall’eccessivo costo ( euro 65) e non risultando di gradevole appetito alla bambina , pertanto si invita a visionare Sentenza nr. 5156 dl 03/09/2018 del Consiglio di Stato, Sez. V ( si allega copia)dove si pronuncia il Sì del pasto da casa, ed inoltre si può notare norme espresse anche dal Miur al riguardo, con circolare nr.348 del 3 marzo 2017”.  La controversa vicenda che vede contrapposta la ristorazione scolastica e il “panino da casa” in moltissime scuole italiane è ancora oggetto di “dibattimento”. Dopo vari comuni italiani anche a San Felice a Cancello potrebbe avere il via libera “il panino da casa”.

read more
San Felice a Cancello

Un calcio al razzismo domani presso lo stadio comunale di San  Felice a Cancello. La scuola Calcio l’Oasi Sanfeliciana incontra l’Afro Napoli. 

oasi

 

 

 

“La nostra idea di calcio non può prescindere dall’impegno sociale e dai valori della convivenza e dell’inclusione. Onorati di ospitare l’ Afro Napoli United.  Insieme contro il razzismo e tutte le discriminazioni”. È il messaggio solidale della  Scuola Calcio Oasi Sanfeliciana che domani disputerà una partita di Campionato FIGC Under 18   contro l’AFRO-NAPOLI, squadra composta da ragazzi africani. Alle ore 15 ci sarà il calcio d’inizio e lo stadio è pronto ad accogliere i fratelli africani con una calorosa ospitalità. Sono state invitate le associazioni del territorio e tutto è stato preparato con grande meticolosità, come è nello stile del team tecnico-organizzativo dell’Oasi  Sanfeliciana  capeggiati dal presidente Fiorenzo Della Rocca. Grazie allo spirito sportivo e ai valori della solidarietà la squadra ha raggiunto un altissimo livello tecnico e il calcio sanfeliciano viene guardato con interesse dagli addetti ai lavori.

 

 

read more
San Felice a Cancello

Scempio ambientale alla “Aldo Moro” di Cancello Scalo.La denuncia del Comitato “Terra Mia”

siepe3

Rabbia, stupore e disorientamento è quello che viene espresso dall’ Associazione Cancello Scalo “Terra Mia”. Meravigliati ed esterrefatti, non credono ai loro occhi guardando lo scempio perpetrato all’esterno dell’Istituto Comprensivo “A. Moro” di Cancello Scalo. Loro che tanto si stanno battendo per la difesa, la tutela ed il rispetto per ambiente. “Che il nostro comune viva momenti difficili è noto a tutti, dicono i componenti dell’Associazione, mai come in questo momento l’intera comunità ha bisogno di esempi che ci riportino ai valori smarriti, quali civiltà, rispetto delle leggi, rispetto del territorio, rispetto delle persone, rispetto dei valori, senso di aggregazione all’interno della comunità. Nulla di tutto ciò sta accadendo, se non in rari casi legati alle iniziative di associazioni che, tra mille difficoltà, provano a ricompattare il territorio e a far valere i diritti violati della comunità. Tutto ciò non è facile, specie quando dalle ISTITUZIONI arrivano esempi assolutamente negativi. Infatti, mentre A MILANO VIENE ISTITUITA LA BIBLIOTECA DEGLI ALBERI, a voler sottolineare l’estrema importanza che gli stessi rivestono nell’ecosistema, A CANCELLO SCALO, NEL PLESSO SCOLASTICO ALDO MORO, VIENE SELVAGGIAMENTE POTATO UN PINO MEDITERRANEO E TOTALMENTE RASA UNA SIEPE, SENZA ALCUN MOTIVO REALE. Ciò che la natura ha costruito in decine di anni, con gli indubbi benefici per l’essere umano, viene distrutto in pochi minuti senza motivo. IL PINO MEDITERRANEO non era malato né pericolante, andava solo potato e aggiustato da mani esperte, da giardinieri veri. Ridurlo in quello stato pietoso è stato davvero eccessivo ed irrispettoso. LA SIEPE, per contro, era una splendida cornice verde all’interno del plesso scolastico, cresciuta in altezza per colpa di chi doveva provvedere alla cura e alla manutenzione del verde pubblico. Anch’essa andava potata e riportata alle giuste dimensioni da mani esperte e capaci. Non è chiaro quindi perché sia stata selvaggiamente e letteralmente cancellata. Invece è chiarissimo lo stato di abbandono in cui versano gli spazi verdi del plesso scolastico, non fosse altro perché tutti i rami potati e le siepi distrutte giacciono ancora all’interno dello stesso: indice di elevata organizzazione e programmazione. VOGLIAMO CAPIRE PERCHÉ È STATA PRESA QUESTA DECISIONE SCELLERATA, CHI L’HA RICHIESTA, CHI L’HA AUTORIZZATA ED IN VIRTÙ DI QUALI POTERI. Perché tanta solerzia, mentre i rami di piante che invadevano i marciapiedi e la strada sono stati potati dai residenti? Siamo stufi di essere trattati come stupidi sudditi da satrapi che hanno portato questo comune allo sfacelo. Pertanto, espleteremo tutte le attività possibili al fine di comprendere i contorni di questa vicenda, non escludendo di avviare le azioni legali del caso ove si ravvisassero dei comportamenti illeciti.

read more
San Felice a Cancello

Malumore a San Felice a Cancello per il divieto di introdurre lampade a batterie nel cimitero in occasione della Commemorazione dei Defunti

croci

 

Un avviso pubblico firmato dalla triade commissariale di San Felice a Cancello relativo al divieto  di introduzione nel cimitero comunale di lampade votive  a batteria, nei giorni in cui si commemorano i defunti,  ha generato malumore nei cittadini sanfeliciani.  Vi diamo lettura del documento: “Visto che questo Ente ha affidato in concessione la gestione delle tariffe per la installazione delle lampade votive in occasione della ricorrenza della Commemorazione dei defunti il 1-2 novembre 2018, ritenuto che la predetta concessione resta affidata in regime di esclusività e con diritto di privativa per la distribuzione di energia elettrica nell’intera area cimiteriale e nei limiti temporali della stessa, considerato che il servizio de-quo rientra nella categoria di servizi pubblici a domanda individuale, così come previsto dal punto 18 del D . M Interno 31- 12- 1983 di concerto con il Ministero del Tesoro e della Finanze. Per le esposte ragioni è fatto assoluto divieto di introdurre nel cimitero anche in riferimento a cappelle private di lampade a corrente con batterie”. Intanto bisogna fare una distinzione tra batterie ricaricabili a corrente e, forse, in questo caso rientrerebbero nel divieto, e  le pile classiche che dovrebbero essere consentite, in quanto non impegnano energia elettrica; visto che   si parla di servizio esclusivo di distribuzione elettrica, cosa c’entrano le lampade alimentate con pile che si scaricano e si buttano.  La crisi è quella che è e non tutti possono permettersi, soprattutto chi ha più di un parente defunto, l’onere delle lampade votive occasionali. Noi chiediamo: se chi acquista un loculo, una  tomba o una cappella gentilizia ne è il legittimo proprietario, perché non può disporre di cosa posizionare, nel rispetto della norma e del decoro, sulla sepoltura del proprio defunto?

read more
San Felice a Cancello

 ASD Oasi Sanfeliciana e I.C Francesco Gesuè siglano protocollo d’intesa per la promozione dell’educazione motoria e del calcio e per la salvaguardia della dispersione scolastica. Stamani la firma della DS Teresa Mauro e del Presidente Fiorenzo Della Rocca.

Della Rocca Mauro

Come preannunciato, oggi è stato sottoscritto il protocollo d’intesa tra l’ASD Oasi Sanfeliciana, nella persona del Presidente e Legale Rappresentante Fiorenzo Della Rocca,   con l’I.C. Francesco Gesuè di San Felice a Cancello,  nella persona del Dirigente Scolastico, prof.ssa Teresa Mauro, per la promozione coordinata di interventi per la valorizzazione dell’educazione motoria e del calcio,  per realizzare, altresì,  attività di sviluppo sul territorio, che tutelino i ragazzi ed i giovani, salvaguardandoli da fenomeni di dispersione di natura scolastica e non solo, e di riscoperta delle risorse sportive, culturali, ambientali. Le finalità del protocollo puntano a promuovere, attraverso la pratica sportiva, situazioni che favoriscano l’agio nella relazione e nella comunicazione; trarre vantaggio dai valori trasmessi attraverso l’attività ludico-motoria-sportiva per lo sviluppo di capacità sociali come il lavoro in gruppo, la solidarietà, la tolleranza e il fair-play in un ambito multiculturale; incoraggiare lo scambio di buone pratiche educative sul ruolo che la pratica sportiva può svolgere per promuovere l’inclusione sociale di minori in situazione di disagio e di minori diversamente abili;  educare alla legalità e alla convivenza civile attraverso il rispetto delle regole;  potenziare le iniziative in ambito scolastico, riferite alla pratica delle attività motorie presportive, quale parte integrante del progetto educativo e formativo contenuto nelle Indicazioni Nazionali per il Curricolo (anno 2012);  coniugare sport e cultura, gioco e studio, promuovendo uno stile di vita attivo. Il benessere nel contesto scolastico e nel contesto di appartenenza necessita uno sforzo congiunto che deve tendere a mettere in rete le agenzie formative quali la famiglia, la scuola, lo sport, perché la società cresca in modo più equilibrato, democratico e civile, indicando alle giovani generazioni un sistema di valori e di regole capaci di creare gli “anticorpi” contro la cultura del “tutto e subito.  L’ idea del protocollo d’intesa è tutta del vicepresidente dell’Oasi Sanfeliciana, Giovanni Cioffi, sposata pienamente  dalla D.S Teresa Mauro e dal presidente Fiorenzo Della Rocca. A Giovanni Cioffi i complimenti della squadra e dello staff per il brillante risultato conseguito.

 

read more
1 2 3 4
Page 1 of 4
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.
Close