close

Sanità

Sanità

Il Rotary Terra di Lavoro parla agli studenti per la prevenzione e cura dell’aids: grandissimo successo al liceo Manzoni di Caserta

foto convegno

 

Grandissimo successo per l’evento “Modalità di contagio e di prevenzione dell’AIDS” organizzato dal Dipartimento di Scienze Naturali del Liceo Manzoni insieme al Rotary Club Caserta Terra di Lavoro e all’U.O.C. Malattie Infettive dell’Azienda Ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta.

L’evento, tenutosi nella giornata di lunedì 19 novembre, all’interno della gremitissima Aula Magna del Liceo Manzoni di Caserta, va ad inserirsi all’interno del progetto di divulgazione di informazioni sull’Aids, fortemente promosso dal Punto Rotary Club Caserta Terra di Lavoro – Distretto 2100.

Un progetto che rientra dunque nell’anno rotariano corrente e che grazie anche alla sinergia instauratasi con il direttore generale dell’Ospedale di Caserta dott. Ferrante, viene portato avanti con grande professionalità presso alcune scuole secondarie della città.

A coinvolgere gli studenti con i loro interventi sono stati: Adele Vairo (Dirigente scolastico del Liceo “A. Manzoni” – Caserta); Antonio Citarella (Responsabile del Punto Rotary Club Caserta Terra di Lavoro – Distretto 2100) che ha portato anche i saluti del Presidente Rotary Club Caserta – Terra di Lavoro 1954 Alessandro Pasca di Marigliano assente per motivi istituzionali ; Nicola Coppola (Direttore universitario dell’U.O.C. Malattie Infettive – Azienda Ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta) e Filomena Simeone (Infettivologa e clinico, esperta nel settore Aids dell’Unità Operativa Complessa Malattie Infettive – Azienda Ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta).

In rappresentanza del Punto Rotary Club Caserta Terra di Lavoro – Distretto 2100 anche il dott. Giampaolo Iaselli.

Quest’anno dunque il Rotary Club Caserta Terra di Lavoro, presieduto da Alessandro Pasca di Marigliano, ha deciso di continuare l’attività di informazione e prevenzione per limitare la diffusione dell’infezione da HIV con maggiore efficacia, anche in vista di sabato 1 dicembre 2018 in cui sarà celebrata la giornata mondiale dell’Aids.

Ricordiamo che proprio in data 1 dicembre 2018 si svolgerà, presso l’Azienda Ospedaliera di Caserta, la giornata conclusiva per la lotta all’Aids e alle malattie correlate qual’è l’epatite virale. Per l’occasione un epatologo ed un infettivologo saranno a disposizione dei cittadini per praticare gratuitamente il test diagnostico dell’Aids e dell’epatite.

read more
Sanità

Diabete mellito. Scuola e società”. Domani al liceo Manzoni di Caserta

DIABETE

 

Domani, mercoledì 14 novembre, in occasione della Giornata mondiale del diabete, il Liceo “A. Manzoni” di Caserta, in qualità di Centro Territoriale di Supporto per l’inclusione (CTS) e Scuola Polo per l’inclusione, promuove un Convegno sul tema “Diabete mellito. Scuola e società”. Un parterre di rango si alternerà al tavolo della padrona di casa, Adele Vairo, Dirigente del Liceo “A.Manzoni” e Presidente del CTS: Mario Parillo, Presidente SID Campania-Società Italiana Diabetologica, Paola Spagnoli, psicologa; Raffaele Landi, medico legale; Fausta Sabatano, Coordinatore scientifico del CTS di Caserta. A moderare l’incontro, Maria Beatrice Crisci, Giornalista de “Il Mattino”.

read more
Sanità

INCHIESTA LE IENE SU ASL CASERTA, INTERROGAZIONE DI ZINZI: “GESTIONE DA DIMENTICARE, DE LUCA REAGISCA E COMMISSARI SUBITO”.

gz

 

 

INCHIESTA LE IENE SU ASL 

 

Il consigliere regionale Gianpiero Zinzi ha presentato un’interrogazione indirizzata al Presidente della Giunta regionale, Vincenzo De Luca, avente ad oggetto “Chiarimenti urgenti in merito alla gestione dell’ASL Caserta”.

L’interrogazione muove dalle condizioni in cui versano le strutture sanitarie casertane, evidenziate recentemente anche nel corso dell’inchiesta della trasmissione televisiva ‘Le Iene’.

“La gestione dell’Asl Caserta – ha dichiarato il consigliere Zinzi – è penosa e da dimenticare, lo denunciamo continuamente da tre anni con interrogazioni e attraverso la stampa. La trasmissione ‘Le Iene’ ha portato l’indecenza in cui si trovano le strutture sanitarie casertane sotto gli occhi di tutti sollevando più di qualche dubbio in merito alla legittimità dell’assegnazione degli incarichi dirigenziali. Situazioni che ora necessitano chiarezza da parte del governo regionale. De Luca prenda le distanze dalla spartizione delle poltrone nella sanità targata PD e ponga in essere l’unica azione possibile: commissariare il management dell’Asl di Caserta”.

Nel testo il consigliere Zinzi interroga il Presidente della Giunta regionale “per conoscere se non intraveda nell’operato – e negli intendimenti – del Direttore Generale p.t., una scarsa conoscenza delle procedure nonché un’altrettanta scarsa attitudine al controllo delle risorse pubbliche e non ritenga perciò opportuno procedere all’immediato Commissariamento dell’Azienda de qua”

read more
Sanità

Trecento giovani biologi a Firenze: rilanciare ricerca e lavoro

FB_IMG_1536772962375

 

Job meeting promosso dall’Onb Roma “Imparare a promuovere la propria professionalità per essere più competitivi nel mercato del lavoro”. Questo il tema al centro del job meeting “Forum dei giovani BIOLOGI”, organizzato dall’Ordine Nazionale dei BIOLOGI il prossimo 8 novembre a Firenze, all’interno dell’Auditorium della Camera di Commercio, in piazza Mentana 1. L’incontro, che ha avuto circa 300 iscrizioni, ha lo scopo avvicinare il mondo universitario a quello professionale, affinché i giovani iscritti possano entrare in contatto con alcune delle principali aziende attive nel settore della BIOLOGIa, comprendendo come avviarsi correttamente alla professione, puntato su diverse opportunità di lavoro: dalla ricerca scientifica, alla consulenza specialistica o all’autoimprenditorialità. “Uno degli obiettivi che il nuovo consiglio dell’Ordine si è prefissato di raggiungere – spiega Vincenzo D’Anna, presidente dell’ONB – è quello di favorire l’avvicinamento dei giovani al lavoro. La formazione professionale, che l’ONB continua a garantire attraverso convegni e corsi di alta specializzazione, non è l’unica competenza che un iscritto deve acquisire nella ricerca di un impiego. È necessario analizzare il mercato lavorativo di riferimento e capire come rispondere alle esigenze che questo ci presenta. Da questa consapevolezza nasce il job meeting, che aiuterà i professionisti a capire come rapportarsi con i diversi contesti lavorativi”. La giornata sarà suddivisa in diverse sessioni, che affronteranno alcuni dei principali settori occupazionali dei BIOLOGI, come nutrizione, ambiente, sanità, biotecnologie, genetica forense e ricerca universitaria. «Poiché il professionista è necessariamente anche il promotore di se stesso – spiega Stefania Papa, consigliere dell’ONB e delegata nazionale per la Sicurezza Alimentare – diventa di importanza strategica acquisire competenze trasversali alla propria formazione scientifica di base che siano in grado di avviare un percorso competitivo in ambiti lavorativi sempre più interdisciplinari». Tra i relatori della giornata, oltre al presidente Vincenzo D’Anna e al Consigliere Stefania Papa, anche Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, Luigi Dei, rettore dell’Università di Firenze, Leonardo Bassilichi, presidente della Camera di Commercio di Firenze, Tiziana Stallone, presidente dell’Enpab (la cassa di previdenza dei BIOLOGI), e diversi rappresentanti del panorama accademico e scientifico nazionale.

(Fonte Askanews)

read more
Sanità

PISCITELLI: CHIAREZZA E TRASPARENZA SUBITO SULLA CONDUZIONE DELLE ATTIVITA’ NELLA ASL CASERTA.

FB_IMG_1540486058284

 

Dopo aver guardato, incredulo, la seconda puntata della trasmissione “Le Iene” relativa alla conduzione delle attività ASL Caserta – ha dichiarato l’on. Alfonso Piscitelli, Presidente della I Commissione Affari Istituzionali – non posso esimermi dall’interrogare me stesso e quanti ne hanno superiori responsabilità, su quanto mostrato.
Senza entrare nel merito dei motivi dei ritardi – ha aggiunto Piscitelli – nelle attribuzioni degli incarichi o, più gravemente di quanto si lascia immaginare (fino a certezza) rispetto alla legittimità di alcuni procedimenti, da medico oltre che da consigliere regionale, chiedo che quanto mostrato e quanto raccontato venga sottoposto immediatamente ad una verifica mediante attività ispettiva regionale che, super partes, chiarisca quanto riportato nel servizio.
Perché se risultasse vero quanto raccontato – ha proseguito Piscitelli – mi attendo che il Governatore Vincenzo De Luca, più volte da me già sollecitato ad intervenire su quest’area sensibile dell’assistenza, assuma le decisioni in merito e con urgenza. E se, allo stesso modo, ciò che viene fatto intendere e sottintendere non risultasse vero, si proceda in tutte le sedi giudiziarie alla tutela di quanti lavorano con onestà tutti i giorni nei nostri difficili ospedali.
Mi preoccupa e non poco – ha concluso Piscitelli – che si parli di “morti evitabili” e quindi, per i cittadini di questa terra chiedo informazioni, chiarezza e trasparenza. Subito!

 

read more
Sanità

Prevenzione e volontariato: sabato e domenica il Campus Salute Indoor. Il villaggio sarà allestito al Liceo Manzoni di Caserta

20181025_220922

 

Torna il Campus della Salute. Sabato pomeriggio 27 ottobre e domenica mattina 28 ottobre, medici e volontari della Sezione di Caserta della Fondazione Campus Salute Onlus, di cui è responsabile il Prof. Rosario Cuomo, saranno presenti presso il Liceo Statale Manzoni di Caserta che si trasformerà in un poliambulatorio con la presenza di medici specialisti in varie branche per una due giorni dedicata alla prevenzione primaria delle malattie agendo nella fase più precoce. Saranno effettuate visite mediche specialistiche con la donazione simbolica di soli 2 € per sostenere l’attività del Campus che si basa esclusivamente sul servizio prestato da un gruppo di validi professionisti che, volontariamente, mette la propria esperienza al servizio della gente. Il Villaggio della salute, ospitato presso il Liceo Manzoni guidato dalla dirigente Adele Vairo, è ubicato in via De Gasperi e osserverà il seguente orario: sabato pomeriggio dalle 15.30 alle 19.00 e domenica mattina dalle 9.30 alle 13.00. Le prestazioni mediche riguarderanno le seguenti specializzazioni: cardiologia, gastroenterologia ed epatologia, nutrizione, ginecologia, senologia, endocrinologia e diabetologia, dermatologia, otorinolaringoiatria, punto prelievo, pneumologia, neurologia, psicologia, psichiatria ed urologia.

read more
Sanità

Medico : Declino di una professione. La lettera del dott. Franco Pierino De Lucia al Ministro della Salute

franco pierino

Riceviamo e pubblichiamo la lettera che il dottore Franco Pierino De Lucia, medico di famiglia di Santa Maria a Vico, ha inviato al Ministro della Salute, dott.ssa Giulia Grillo, nella quale evidenzia il declino della professione di medico.

 

 

“OGGETTO: declino di una professione, da M.M.G.  a  M.S.S.T..

Il Medico di famiglia è finito. Se non cambia qualcosa lo sarà presto.

Con la rivoluzione tecnologica di quest’ultimi anni ( computer, ricette telematiche, codici per esami, ecc.) è stato espropriato della sua professione. L’ osservazione, la raccolta dei sintomi e dei segni semiologici attraverso la visita medica non avviene più. Oggi nella maggioranza dei casi  si limita ad osservare , da lontano, il paziente e a prescrivere la ricetta o a trascrivere una ricetta specialistica. L’occhio del medico si è progressivamente spostato dal corpo vivente del paziente alla sua rappresentazione digitalizzata. In poche parole il processo diagnostico e clinico è scomparso: non visita, non si intrattiene con il paziente per dare consigli, misura la P.A. una sola volta e frettolosamente, non usa più il lettino, non possiede un bilancia peso-persona e altro.

Si è trasformato da M.M.G. in M.S.S.T.cioè:

  • Medico;
  • di Scrivania;
  • Smistatore (fare la diagnosi e la cura non è compito suo, ma specialistica);
  • Trascrittore.

In poco tempo smaltisce le richieste di salute (secondi o pochissimi minuti) alla stregua di un impiegato statale e di scrivano passacarte.

La cosa paradossale è che l’attività di ogni medico viene valutata in termini di spesa (di farmaci, di esami ed altro). Non interessa se un medico segue i pazienti nel percorso diagnostico e terapeutico e si impegna facendo un FILTRO sul territorio (in termini di capacità internistica,  di orario di ambulatorio e visite domiciliari) con conseguente riduzione degli accessi e  ricoveri impropri ospedalieri e di accessi in guardia medica. Non esiste nessun tipo di controllo sul territorio. Eppure nelle amministrazioni  pubbliche  lavora  un  fiume   di  impiegati (soprattutto in Campania e in Sicilia) che si potrebbero impiegare a questo scopo. Ai dirigenti invece interessa la spesa da cui ricavarne benefici in termini economici.  Da questa situazione a  dir  poco  avvilente  e  mortificante  non vedo  l’ora  di uscirne. A preoccuparsi del mio pensionamento  sono solo  i miei pazienti.

Queste mie scomode verità, sicuramente saranno inascoltate, molto simili alle vicende scolastiche.  Svolgo l’attività di Medico di Medicina Generale dal 1980…. e se potessi tornare indietro nel tempo espatrierei perché fortemente deluso da questo stato di cose. Il problema è che  in questo paese non esiste e non è mai esistita:

la MERITOCRAZIA e l’ETICA DEL LAVORO nel pubblico.

Ho speso una vita allo studio, all’ aggiornamento e al miglioramento della mia attività professionale per i miei assistiti (effettuo piccola chirurgia, medicazioni, attività O.R.L. ecc.) e sono giudicato per la spesa  prescrittiva e non per quello che produco. Che vergogna! Vengono invece premiate le carte e i progetti.Per fortuna fra 2 anni andrò in pensione e mi dedicherò ad altre cose. Mi chiedo con insistenza quale grado di soddisfazione professionale  si ricava laurearsi in Medicina e seguire un corso triennale (inutile come tirocinante) per espletare l’attività professionale di Scrivano, peraltro  limitato nelle prescrizioni di farmaci di qualità, come per es. Incretine, NAO, ecc…Per questi farmaci ci vogliono altre carte: i cosiddetti piani terapeutici specialistici.

Dulcis in fundo la legge sulla privacy 2018: un’altra catasta di carte da accumulare.

Ai giovani medici sconsiglio vivamente la Medicina Generale perché limitata, deprimente e umiliante. Inoltre aggiungo  che  il rapporto con  gli assistiti nello studio medico è peggiorato rispetto al passato:

  • molti, i frequentatori assidui, beneficiano dell’esenzione totale del ticket e pretendono mare e monti perché non pagano niente;
  • mancano di rispetto al medico e vogliono tutto e subito, scambiando l’ambulatorio medico come un supermercato dove fare la spesa. Personalmente sono stato aggredito a pugni e minacciato da un mio assistito perché mi ero rifiutato di prescrivere l’insulina alla moglie non diabetica. Inoltre un pensionato , dopo aver bussato ripetutamente sulla porta d’ingresso, è entrato nel mio ambulatorio chiedendo a voce alta celerità nelle visite. Non è possibile che la maggioranza degli esenti ticket non paghi niente per la visite ambulatoriali e domiciliari: il pagamento di 1-2 euro a visita, sarebbe il segnale giusto per migliorare l’affluenza e il comportamento dei frequentatori assidui, cosi come il pagamento di 5 euro a ricetta per gli esami ridurrebbe gli esami diagnostici pretesi e spesso inappropriati. Questo sarebbe il modo  per responsabilizzare l’utenza, soprattutto quella abituale.

Spero che queste mie osservazioni, frutto di una lunga e proficua attività professionale, possano servire a migliorare il Servizio Sanitario Nazionale.

dott. Franco Pierino De Lucia

 

read more
Sanità

INAUGURAZIONE SCREENING NUTRIZIONALE PER IL MALATO ONCOLOGICO

20181022_180325

 

Prende avvio anche a Caserta lo screening nutrizionale per il malato oncologico. A partire da martedì 23 ottobre presso il Centro Morrone in via Marchesiello 132 sarà attivo un ambulatorio condotto da Daniele Grumiro, specialista in Scienza dell’Alimentazione, con il supporto della sezione provinciale della Lilt, la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. E proprio per il lancio di questa innovativa offerta sanitaria, il Centro Morrone e la Lilt hanno organizzato sempre per martedì 23 il convegno per medici e biologi “Linee di indirizzo sui percorsi nutrizionali nei pazienti oncologici. Gestione multidisciplinare e prognosi”, con il patrocinio della Regione Campania, dell’Asl di Caserta, dall’Ordine provinciale dei medici chirurghi e degli odontoiatri di Caserta e da quello dei Biologi, nonché della Città di Caserta. I lavori scientifici avranno inizio alle ore 8,15 presso il Centro Morrone con i saluti delle istituzioni. Responsabile scientifico dell’evento sarà proprio lo specialista Daniele Grumiro.
Il programma scientifico della prima sessione prevede gli interventi, moderati da Renato Morrone, di Daniele Grumiro (“Linee ministeriali per il trattamento nutrizionale del paziente oncologico”), Marcellino Monda (“La nutrizione per il Benessere”), Enzo Battarra (#giocadanticipo), Giovanni Pietro Ianniello (“Importanza della nutrizione in campo oncologico”), Olga Paladino (“Integratori e Nutraceutici nei pazienti oncologici: attualità e prospettive”), Giovanni Sarcinella (“La nutrizione artificiale nel malato oncologico”), Massimo Antropoli (“Cause chirurgiche di malnutrizione e denutrizione nel paziente oncologico”), Rosario Cuomo (“Alimentazione, FODMAPs e Cancro”) e Oto Cusano (“Alimentazione e Tumori”).
I lavori della seconda sessione, moderati da Massimo Antropoli, vedranno gli interventi di: Angela Maffeo (“Dati epidemiologici della nutrizione oncologica”), Luigi Barrea (“Osteoporosi e Cancro”) e Annamaria Colao (“La dieta mediterranea come supporto alle terapie oncologiche”).
Nel mondo le neoplasie rappresentano la seconda causa di morte e si ipotizza che il carico mondiale possa raddoppiare entro il 2020. Le alterazioni dello stato nutrizionale riguardano circa l’80% dei malati oncologici e nei casi di malnutrizione per difetto possono essere definite una vera e propria malattia nella malattia. Le conseguenze della malnutrizione sono ancora poco conosciute sia tra gli operatori sanitari sia tra i pazienti. Su questi presupposti il Ministero della Salute ha realizzato le linee di indirizzo sui percorsi nutrizionali nei pazienti oncologici.
“Il percorso nutrizionale – sostiene Daniele Grumiro – dovrebbe essere parte integrante dell’iter diagnostico-terapeutico e iniziare al momento della diagnosi. Secondo le linee ministeriali la politica sanitaria dovrebbe includere dei protocolli di collaborazione con i pediatri di libera scelta, i medici di medicina generale, gli specialisti in Scienza dell’Alimentazione, gli psicologi e gli specialisti del settore come oncologi e chirurghi”.

read more
Sanità

L’AUTUNNO 2018 DELLA PREVENZIONE A VILLA FIORITA, DOMANI SABATO 20 A CAIAZZO SECONDA GIORNATA DEDICATA A MENOPAUSA E MOC

banner giornata menopausa e moc villa fiorita capua

In collaborazione con il movimento “I Cantieri di Angelo”
con sede a San Giovanni e Paolo, dopo il piede diabetico, domani toccherà alla menopausa con moc, mentre i prossimi appuntamenti riguarderanno le intolleranze alimentari
e l’apparato urogenitale mediante screening oncologico.

Secondo appuntamento domani, sabato 20, de “L’Autunno 2018 della Prevenzione”, il ciclo di incontri promosso dalla Casa di Cura “Villa Fiorita” di Capua, in collaborazione con “I Cantieri di Angelo”, ed in programma a Caiazzo, precisamente nella frazione San Giovanni e Paolo presso l’abitazione che fu di Angelo Mone, prematuramente scomparso di recente.
Sulla scia del successo riscosso nel primo incontro sul piede diabetico che ha visto impegnato il medico Vincenzo Aversano, domani lo slogan “Prenditi cura di Te” sarà rivolto alle donne prossime o in età di menopausa, tema questo che, unito alla mineralometria ossea computerizzata, sarà al centro delle visite gratuite destinate all’universo femminile e curate dalle ginecologhe Rosalba Gallo e Rosa Di Meo che, dal mattino e fino al tardo pomeriggio, accoglieranno le rappresentanti del gentil sesso, unitamente al personale medico e paramedico della clinica capuana Villa Fiorita.
“I prossimi focus del programma autunnale di prevenzione sono previsti il 17 novembre sulle intolleranze alimentari, a cura della dottoressa Anna Rauso, e poi il 1 dicembre quando daremo vita ad uno screening oncologico delle patologie dell’apparato urogenitale che vedrà impegnati i nostri specialisti Stefano Striano e Renato Di Domenico”, dichiara Raffaella Sibillo, presidente del CdA di Villa Fiorita di Capua.
Per prenotate la propria partecipazione gratuita ad una o più delle 4 giornate della prevenzione, è necessario chiamare nei 15 giorni antecedenti l’appuntamento al numero 349.1636197 oppure visitate il sito www.villafioritacapua.it, fino ad esaurimento posti.

read more
Sanità

Sanità casertana: Appello al Presidente della Giunta regionale della Campania del Consigliere Alfonso Piscitelli

FB_IMG_1539274658888

 

 

 

La stampa locale ha avuto modo di evidenziare – ha dichiarato l’on. Alfonso Piscitelli, Presidente della I Commissione consiliare “Affari Istituzionali” – lo stato di degrado dell’ospedale “Moscati” di Aversa; nosocomio che, per bacino d’utenza, è un punto di riferimento essenziale dell’intera sanità casertana.
Una situazione divenuta, al pari delle condizioni strutturali e organizzative dei presidi ospedalieri di Piedimonte d’Alife, di Maddaloni e San Felice a Cancello, oramai insostenibile e che mina dalle fondamenta il diritto alla salute de cittadini.
Ho già avuto modo, in diverse occasioni, di rappresentare al Presidente della Giunta Regionale il significativo abbassamento della qualità delle prestazioni sanitarie nella provincia di Caserta; sollecitazioni che allo stato attuale non hanno ancora prodotto comportamenti, azioni e atti finalizzati alla rimozione di tutte le cause che hanno determinato questa disdicevolee disonorevole situazione.
Ho preso atto però, che il Presidente della V Commissione consiliare permanente, On. Stefano Graziano, è istituzionalmente impegnato, con la passione civile a tutti nota, in diversi sopralluoghi presso le più importanti strutture ospedaliere della città di Napoli. E sono sicuro che, in tempi ragionevolmente brevi, effettuerà un analogo tour presso le strutture della sanità casertana.
Invito, per i tratteggiati motivi, unitamente al gruppo consiliare “Noi Aversani”, il Presidente della Giunta Regionale della Campania a esercitare tutti i poteri che l’Ordinamento gli conferisce per assicurare, ai cittadini della provincia di Caserta, una “sanità” moderna che rispetti, tra l’altro, la dignità dei casertani e il diritto dei malati a civili e adeguate prestazioni sanitarie. Perché quanto in Regione programmato venga realizzato nella provincia di Caserta.

read more
1 2 3
Page 1 of 3
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.
Close