close

Santo Maria a Vico

Santo Maria a VicoSmav2smav3

Ritorna …”PORTONI APERTI”

ritorna-portoni-aperti-la-tribuna-online
loading...

ritorna-portoni-aperti-la-tribuna-onlineIl 6-7-8 Dicembre 2016 in Santa Maria a Vico, si svolgerà la consueta manifestazione “Portoni Aperti” arrivata ormai alla sua XI edizione. Nel corso delle serate si avvicenderanno degustazioni di prodotti tipici locali, esibizioni musicali e artistiche, mostre fotografiche e pittoriche, luci, ceramiche e le immancabili calzature, esempio nostrano di qualità e dedizione al lavoro che per anni si è tramandato nel nostro Comune. Parteciperanno e renderanno speciali e dinamiche le serate anche i giovani del nostro territorio, studenti dell’ I.S.I.S.S. “Ettore Majorana-Plesso Bachelet” di Santa Maria a Vico, dell’ Istituto Scolastico Onnicomprensivo di Santa Maria a Vico e il Liceo Statale “Don Gnocchi” di Maddaloni.
Ogni portone, grazie alla sempre cortese disponibilità delle famiglie che vi abitano, sarà allestito con amore e dedizione da artisti tutti unici nel loro genere, gli stessi che garantiranno armonia e serenità tipica dell’atmosfera natalizia. Convinti di una risposta concreta e numerosa all’evento, rinnoviamo l’invito a quanti leggono e a quanti sono interessati, certi che non deluderemo le aspettative che ci siamo prefissati di raggiungere.
A tutti voi un caloroso e sincero Augurio di Buone Feste dalla Pro Loco di Santa Maria a Vico!

read more
Santo Maria a Vico

I consiglieri Vigliotti e Telese contro l’amministrazione sulla manutenzione degli Istituti scolastici

no thumb
loading...

Interrogazione a risposta orale e scritta dei consiglieri Telese e Vigliotti del 19/10gemellaggio-stellare-I-2-sindaci. Riportiamo in forma di domanda le richieste.

Nonostante l’inizio delle attività didattiche risultano in essere lavori di manutenzione degli istituti scolastici. I suddetti lavori vengono espletati nel mentre delle attività didattiche. in particolare la tinteggiatura, che causa esalazioni nocive per i bambini.

Qual è il motivo dei lavori se in data 14/9, apertura dell’anno scolastico, si era in possesso della certificazione ASL ?

E’ possibile visionare tale documentazione per ogni edificio?

Gli ultimi eventi atmosferici del 14 e del 15 corrente mese hanno pregiudicato la stabilità delle strutture?

Quali sono le misure che si intende adottare per preservare la stabilità delle stesse strutture in futuro?

Quale manutenzione dei tombini e delle caditoie è stata effettuata per la prevenzione di allagamenti?

I lavori di sicurezza, messi in atto a loro tempo, sono ancora validi?

Poi il discorso si sposta anche sulle concessioni edilizie, si legge infatti:

Si chiede di conoscere se le numerose concessioni edilizie ed in particolare quelle in via Nazionale Appia possano influire il naturale deflusso dell’acqua piovana, attesi numerosi allagamenti specialmente in località “Schiavetti”

Viene chiusa l’interrogazione con una richiesta generica

conoscere le misure adottate o che si intendono adottare per la definitiva risoluzione della gravissima problematica, onde preservare gli interessi e in  primis l’incolumità dei cittadini.

 

read more
PoliticaSanto Maria a Vico

D’Anna (Gal) avvisa Renzi: misuriamoci sui problemi reali come il Mezzogiorno, non pensare agli schieramenti

no thumb
loading...
SANTA MARIA A VICO – “I contenuti prima degli schieramenti, misuriamoci sui problemi reali come il Mezzogiorno e la sanità”. Così il senatore Vincenzo D’Anna, vicepresidente del gruppo Grandi autonomie e libertà, intervenendo a Sky Tg24 Mattina. “Sulle nostre consultazioni – spiega D’Anna – ci sono molte fantasie in giro. Noi con Renzi abbiamo parlato perché ci ha invitato a prospettare degli elementi programmatici.

Il senatore Scavone ha illustrato una serie di interventi che riguardano il Mezzogiorno d’Italia, l’annoso problema del ponte sullo Stretto di Messina, la fiscalità di vantaggio per le zone depresse del Sud ed io, come espressione delle categorie del mondo sanitario, ho manifestato al premier Renzi l’esigenza di mettere mano alla riforma della sanità. A colui che si offre come il capo di un governo riformatore e di legislatura abbiamo evidenziato alcune delle riforme essenziali che servono alla nazione, e più in generale la necessità, condivisa da Renzi, di porre mano alla riforma dello Stato. Noi abbiamo uno stato pauperistico, cripto-socialista, dissipatore, inefficiente che ci costa 830 miliardi di euro. Abbiamo vessato la popolazione con tasse e balzelli, ma non ricaveremo mai niente se non inseriamo criteri di liberalismo nelle istituzioni e criteri privatistici (non dico di privatizzare!) di una corretta gestione di quello che lo stato pretende di gestire. Se non si risolve, se non si taglia questo nodo gordiano qualunque governo venga, di Renzi, di Letta o di chiunque altro si accinga a governare l’Italia, sarà il governo dei ‘pannicelli caldi’ e dell’aria fritta”.

read more
0
Close