close

Scuola

Scuola

Testo unico dei doveri del giornalista

giornalismo-2
loading...
Testo unico
dei doveri del giornalista
Approvato dal Consiglio Nazionale nella riunione del 27 gennaio 2016
Premessa
Il «Testo unico dei doveri del giornalista» nasce dall’esigenza di armonizzare i precedenti documenti deontologici al fine di consentire una maggiore chiarezza di interpretazione e facilitare l’applicazione di tutte le norme, la cui inosservanza può determinare la responsabilità disciplinare dell’iscritto all’Ordine.
Recepisce i contenuti dei seguenti documenti: Carta dei doveri del giornalista; Carta dei doveri del giornalista degli Uffici stampa; Carta dei doveri dell’informazione economica; Carta di Firenze; Carta di Milano; Carta di Perugia; Carta di Roma; Carta di Treviso; Carta informazione e pubblicità; Carta informazione e sondaggi; Codice di deontologia relativo alle attività giornalistiche; Codice in materia di rappresentazione delle vicende giudiziarie nelle trasmissioni radiotelevisive; Decalogo del giornalismo sportivo.
TITOLO I
PRINCIPÎ E DOVERI
Articolo 1
Libertà d’informazione e di critica
L’attività del giornalista, attraverso qualunque strumento di comunicazione svolta, si ispira alla libertà di espressione sancita dalla Costituzione italiana ed è regolata dall’articolo 2 della legge n. 69 del 3 febbraio 1963:

«È diritto insopprimibile dei giornalisti la libertà d’informazione e di critica, limitata dall’osservanza delle norme di legge dettate a tutela della personalità altrui ed è loro obbligo inderogabile il rispetto della verità sostanziale dei fatti, osservati sempre i doveri imposti dalla lealtà e dalla buona fede. Devono essere rettificate le notizie che risultino inesatte e riparati gli eventuali errori. Giornalisti e editori sono tenuti a rispettare il segreto professionale sulla fonte delle notizie, quando ciò sia richiesto dal carattere fiduciario di esse, e a promuovere lo spirito di collaborazione tra colleghi, la cooperazione fra giornalisti e editori, e la fiducia tra la stampa e i lettori».

Articolo 2
Fondamenti deontologici
Il giornalista:
  1. difende il diritto all’informazione e la libertà di opinione di ogni persona; per questo ricerca, raccoglie, elabora e diffonde con la maggiore accuratezza possibile ogni dato o notizia di pubblico interesse secondo la verità sostanziale dei fatti;
  2. rispetta i diritti fondamentali delle persone e osserva le norme di legge poste a loro salvaguardia;
  3. tutela la dignità del lavoro giornalistico e promuove la solidarietà fra colleghi attivandosi affinché la prestazione di ogni iscritto sia equamente retribuita;
  4. accetta indicazioni e direttive soltanto dalle gerarchie redazionali, purché le disposizioni non siano contrarie alla legge professionale, al Contratto nazionale di lavoro e alla deontologia professionale;
  5. non aderisce ad associazioni segrete o comunque in contrasto con l’articolo 18 della Costituzione né accetta privilegi, favori, incarichi, premi sotto qualsiasi forma (pagamenti, rimborsi spese, elargizioni, regali, vacanze e viaggi gratuiti) che possano condizionare la sua autonomia e la sua credibilità;
  6. rispetta il prestigio e il decoro dell’Ordine e delle sue istituzioni e osserva le norme contenute nel Testo unico;
  7. applica i principi deontologici nell’uso di tutti gli strumenti di comunicazione, compresi i social network;
  8. cura l’aggiornamento professionale secondo gli obblighi della formazione continua.
TITOLO II
DOVERI NEI CONFRONTI DELLE PERSONE
Articolo 3
Identità personale e diritto all’oblio
Il giornalista:
  1. rispetta il diritto all’identità personale ed evita di far riferimento a particolari relativi al passato, salvo quando essi risultino essenziali per la completezza dell’informazione;
  2. nel diffondere a distanza di tempo dati identificativi del condannato valuta anche l’incidenza della pubblicazione sul percorso di reinserimento sociale dell’interessato e sulla famiglia, specialmente se congiunto (padre, madre, fratello) di persone di minore età;
  3. considera che il reinserimento sociale è un passaggio complesso, che può avvenire a fine pena oppure gradualmente, e usa termini appropriati in tutti i casi in cui un detenuto usufruisce di misure alternative al carcere o di benefici penitenziari;
  4. tutela il condannato che sceglie di esporsi ai media, evitando di identificarlo solo con il reato commesso e valorizzando il percorso di reinserimento che sta compiendo;
  5. non pubblica i nomi di chi ha subito violenze sessuali né fornisce particolari che possano condurre alla loro identificazione a meno che ciò sia richiesto dalle stesse vittime;
  6. non pubblica i nomi dei congiunti di persone coinvolte in casi di cronaca, a meno che ciò sia indispensabile alla comprensione dei fatti, e comunque non li rende  noti nel caso in cui si metta a rischio la loro incolumità; non diffonde altri elementi che ne rendano possibile l’identificazione o l’individuazione della residenza;
  7. presta cautela nel diffondere ogni elemento che possa condurre all’identificazione dei collaboratori dell’autorità giudiziaria o di pubblica sicurezza, soprattutto quando ciò possa mettere a rischio l’incolumità loro e delle famiglie.
Articolo 4
Codice di deontologia relativo ad attività giornalistiche
Nei confronti delle persone il giornalista applica il «Codice di deontologia relativo al trattamento dei dati personali nell’esercizio dell’attività giornalistica», previsto dal dlgs 196/2003 sulla protezione dei dati personali, che fa parte integrante del Testo unico, al quale viene allegato. (ALLEGATO 1)
Articolo 5
Doveri nei confronti dei minori
Nei confronti delle persone minorenni il giornalista applica la «Carta di Treviso» che fa parte integrante del Testo unico, al quale viene allegata. (ALLEGATO 2)
Articolo 6
Doveri nei confronti dei soggetti deboli
Il giornalista:
  1. rispetta i diritti e la dignità delle persone malate o con disabilità siano esse portatrici di menomazioni fisiche, mentali, intellettive o sensoriali, in analogia con quanto già sancito per i minori dalla «Carta di Treviso»;
  2. evita nella pubblicazione di notizie su argomenti scientifici un sensazionalismo che potrebbe far sorgere timori o speranze infondate;
  3. diffonde notizie sanitarie solo se verificate con autorevoli fonti scientifiche;
  4. non cita il nome commerciale di farmaci e di prodotti in un contesto che possa favorirne il consumo e fornisce tempestivamente notizie su quelli ritirati o sospesi perché nocivi alla salute.
Articolo 7
Doveri nei confronti degli stranieri
Il giornalista:
  1. nei confronti delle persone straniere adotta termini giuridicamente appropriati seguendo le indicazioni del «Glossario», allegato al presente documento (ALLEGATO 3), evitando la diffusione di informazioni imprecise, sommarie o distorte riguardo a richiedenti asilo, rifugiati, vittime della tratta e migranti;
  2. tutela l’identità e l’immagine, non consentendo l’identificazione della persona, dei richiedenti asilo, dei rifugiati, delle vittime della tratta e dei migranti che accettano di esporsi ai media.
TITOLO III
DOVERI IN TEMA DI INFORMAZIONE
Articolo 8
Cronaca giudiziaria e processi in tv 
Il giornalista:
  1. rispetta sempre e comunque il diritto alla presunzione di non colpevolezza. In caso di assoluzione o proscioglimento, ne dà notizia sempre con appropriato rilievo e aggiorna quanto pubblicato precedentemente, in special modo per quanto riguarda le testate online;
  2. osserva la massima cautela nel diffondere nomi e immagini di persone incriminate per reati minori o condannate a pene lievissime, salvo i casi di particolare rilevanza sociale;
  3. evita, nel riportare il contenuto di qualunque atto processuale o d’indagine, di citare persone il cui ruolo non sia essenziale per la comprensione dei fatti;
  4. nelle trasmissioni televisive rispetta il principio del contraddittorio delle tesi, assicurando la presenza e la pari opportunità nel confronto dialettico tra i soggetti che le sostengono – comunque diversi dalle parti che si confrontano nel processo – garantendo il principio di buona fede e continenza nella corretta ricostruzione degli avvenimenti;
  5. cura che risultino chiare le differenze fra documentazione e rappresentazione, fra cronaca e commento, fra indagato, imputato e condannato, fra pubblico ministero e giudice, fra accusa e difesa, fra carattere non definitivo e definitivo dei provvedimenti e delle decisioni nell’evoluzione delle fasi e dei gradi dei procedimenti e dei giudizi.
Articolo 9
Doveri in tema di rettifica e di rispetto delle fonti 
Il giornalista:
  1. rettifica, anche in assenza di specifica richiesta, con tempestività e appropriato rilievo, le informazioni che dopo la loro diffusione si siano rivelate inesatte o errate;
  2. non dà notizia di accuse che possano danneggiare la reputazione e la dignità di una persona senza garantire opportunità di replica. Nel caso in cui ciò si riveli impossibile, ne informa il pubblico;
  3. verifica, prima di pubblicare la notizia di un avviso di garanzia che ne sia a conoscenza l’interessato. Se non fosse possibile ne informa il pubblico;
  4. controlla le informazioni ottenute per accertarne l’attendibilità;
  5. rispetta il segreto professionale e dà notizia di tale circostanza nel caso in cui le fonti chiedano di rimanere riservate; in tutti gli altri casi le cita sempre e tale obbligo persiste anche quando si usino materiali – testi, immagini, sonoro – delle agenzie, di altri mezzi d’informazione o dei social network;
  6. non accetta condizionamenti per la pubblicazione o la soppressione di una informazione;
  7. non omette fatti, dichiarazioni o dettagli essenziali alla completa ricostruzione di un avvenimento.
Articolo 10
Doveri in tema di pubblicità e sondaggi
1. Il giornalista:
  1. assicura ai cittadini il diritto di ricevere un’informazione corretta, sempre distinta dal messaggio pubblicitario attraverso chiare indicazioni;
  2. non presta il nome, la voce, l’immagine per iniziative pubblicitarie. Sono consentite, a titolo gratuito e previa comunicazione scritta all’Ordine di appartenenza, analoghe prestazioni per iniziative pubblicitarie volte a fini sociali, umanitari, culturali, religiosi, artistici, sindacali.
2. Il giornalista s’impegna affinché la pubblicazione di sondaggi attraverso i media contenga sempre:
  1. soggetto che ha realizzato il sondaggio e, se realizzato con altri, le collaborazioni di cui si è avvalso;
  2. criteri seguiti per l’individuazione del campione;
  3. metodo di raccolta delle informazioni e di elaborazione dei dati;
  4. numero delle persone interpellate e universo di riferimento;
  5. il numero delle domande rivolte;
  6. percentuale delle persone che hanno risposto a ciascuna domanda;
  7. date in cui è stato realizzato il sondaggio.
Articolo 11
Doveri in tema di informazione economica 
Il giornalista applica la «Carta dei doveri dell’informazione economica» che costituisce parte integrante del Testo unico, al quale è allegata. (ALLEGATO 4)
Articolo 12
Doveri in tema di informazione sportiva
Il giornalista:
  1. non utilizza immagini ed espressioni violente o aggressive. Se ciò non fosse possibile, fa presente che le sequenze che saranno diffuse non sono adatte al pubblico dei minori;
  2. evita di favorire atteggiamenti che possano provocare incidenti, atti di violenza o violazioni di leggi e regolamenti da parte del pubblico o dei tifosi.
  3. se conduce un programma in diretta si dissocia immediatamente da atteggiamenti minacciosi, scorretti, razzistici di ospiti, colleghi, protagonisti interessati all’avvenimento, interlocutori telefonici, via internet o via sms.
TITOLO IV
LAVORO GIORNALISTICO
Articolo 13
Solidarietà ed equa retribuzione
In tema di lavoro il giornalista rispetta la «Carta di Firenze» che fa parte integrante del Testo unico, al quale viene allegata (ALLEGATO 5).
Articolo 14
Uffici stampa
 Il giornalista che opera negli uffici stampa:
  1. separa il proprio compito da quello di altri soggetti che operano nel campo della comunicazione;
  2. non assume collaborazioni che determinino conflitti d’interesse con il suo incarico;
  3. garantisce nelle istituzioni di natura assembleare il pieno rispetto della dialettica e del pluralismo delle posizioni politiche.
TITOLO V
SANZIONI 
Articolo 15
Norme applicabili
La violazione delle regole e dei principî contenuti nel «Testo unico» e integranti lo spirito dell’art. 2 della legge 3.2.1963 n. 69 comporta per tutti gli iscritti all’Ordine dei giornalisti l’applicazione delle norme contenute nel Titolo III della citata legge.
Articolo 16
Norma transitoria
Il «Testo unico» entra in vigore il 3 febbraio 2016. I procedimenti disciplinari avviati prima di tale data sono definiti mantenendo il riferimento ai precedenti documenti deontologici.
read more
CasertaLibriScuola

Uil Caserta. “Storie inaspettate” della FITeL, per i maggiorenni senza limiti di cittadinanza entro il 30 settembre 2015

logo-uil-caserta
loading...

logo-uil-casertaCASERTA – La Uil Caserta informa in merito al concorso di narrativa “Storie inaspettate” vuole raccogliere e premiare la “passione letteraria” degli appassionati della prosa e precisamente del racconto breve. Al premio di narrativa “Storie inaspettate” della FITeL possono partecipare tutti i maggiorenni senza limiti di cittadinanza, che vogliono cimentarsi con tutti i generi della prosa (amore, avventura, fantasy, noir ecc.) inviando un racconto (lunghezza max 12 cartelle) all’indirizzo e-mail: premiodinarrativastorieinaspettate@fitel.it entro il 30 settembre 2015. Saranno premiate due categorie: i giovani talenti (da diciotto a trentacinque anni) e i senior con tre premi assoluti per ciascuna categoria e una targa di partecipazione per il quarto e quinto classificato delle categorie. Un premio speciale CGIL-CISL-UIL verrà assegnato ad un racconto sul tema specifico del “lavoro”. Un ulteriore premio verrà attribuito al Cral o Associazione che avrà inviato più di tre partecipanti. La Fitel vuole coinvolgere anche il pubblico dei lettori che esprimerà il proprio giudizio sul sito www.fitel.it.
Premio Nazionale di narrativa F.I.Te.L “Storie inaspettate” “ Intendo di raccontare cento novelle o favole o parabole o istorie che dire le vogliamo ……” Boccaccio Prologo al Decamerone.

read more
CasertaScuola

Ufficio scolastico provinciale di Caserta, Adeguamento dell’Organico di Diritto all’Organico di Fatto anno scolastico 2015/2016, alunni diversamente abili

provveditore-romano
loading...

provveditore-romanoCASERTA – Adeguamento dell’Organico di Diritto all’Organico di Fatto anno scolastico 2015/2016, alunni diversamente abili, scuole di ogni ordine e grado. Al fine di determinare le risorse occorrenti per la dotazione organica dei docenti di sostegno per l’a.s. 2015/2016, l’Ufficio scolastico provinciale di Caserta ha richiesto la precisa e completa documentazione: Diagnosi Funzionale; L.104; sentenze TAR (solo su supporto informatico) ai fini dell’attribuzione dell’organico di fatto dell’a.s. in oggetto.

La scheda di rilevazione dei dati, elaborata in excel, da consegnare sia in cartaceo che su supporto informatico, deve riportare l’elenco completo di tutti gli alunni diversamente abili iscritti per l’a.s.2015/16. La scheda di rilevazione dei dati è un atto ufficiale e deve essere curata personalmente e sottoscritta dal Dirigente scolastico, minuziosamente compilata in ogni parte e che le richieste vanno formulate solo se in possesso della documentazione prevista dalla normativa riguardante gli alunni D.A.

INDICAZIONI PER UNA CORRETTA COMPILAZIONE
– Indicare con precisione il nome dell’Istituzione.
– Scrivere in una sola cella la “DIAGNOSI PER ESTESO”.
– Datare e timbrare ogni foglio e validarlo con firma del Dirigente Scolastico.
– Compilare più allegati (fogli excel) nel caso che ci siano più di 35 alunni.
– Rispettare scrupolosamente i valori espressi nei menù a tendina.
– Compilare con la massima precisione tutte le celle orizzontali e verticali.
– Riportare in ogni tabella l’intestazione completa della scuola.
– Compilare:
– la scheda A per la scuola dell’infanzia;
– la scheda B per la scuola primaria;
– la scheda C per la scuola secondaria di I grado;
– la scheda D per gli istituti secondari di II grado (specificando l’area assegnata dal G.L.H.I.).
– Compilare schede singole per ogni plesso/sede indicando il nome in alto a sinistra della scheda excel.
– Compilare, per gli istituti comprensivi, le schede A, B e C (schede singole per ogni plesso/sede).

Documenti da consegnare in formato elettronico (NO CARTACEO):
1. Diagnosi Funzionale.
2. Certificazione ai sensi della L. 104/92.
3. Eventuali sentenze TAR.
4. Scheda di rilevazione dei dati elaborata in excel (Allegato A). Il file excel non va bloccato né consegnato in formato pdf, va mantenuta l’estensione originale del file.
I documenti in formato elettronico devono essere consegnati su supporto digitale (CD-Rom – pen drive).
La scheda di rilevazione dei dati costituisce documento formale, pertanto va consegnata anche su supporto cartaceo e validata da timbro e firma del Dirigente scolastico.
La consegna della documentazione avverrà brevi manu presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico, posto a piano terra dell’Ufficio XIV, nei giorni stabiliti dal seguente calendario (vedi Allegato C – calendario).

24 giugno 2015
dall’IC Ailano all’IC Giannone-DD 2 Caserta.
Dalle ore 9.00:00 alle ore 12:00
24 giugno 2015
dall’IC Vanvitelli –Ruggiero Caserta all’IC Mignano Ml. Dalle ore 13:00 alle ore 16:00
25 giugno 2015
dall’IC Parete all’IC C.Lucilio Sessa A Dalle ore 9.00:00 alle ore 12:00
25 giugno 2015
dall’IC Sessa A. Lauro all’IC Villa Literno Dalle ore 13:00 alle ore 16:00
26 giugno 2015
da S.Media Pascoli Aversa a L.S. Diaz Caserta Dalle ore 9.00:00 alle ore 12:00
26 giugno 2015
Da L.S. Maddaloni a Con. – L.Mus. Nifo Sessa A. Dalle ore 13:00 alle ore 16:00

read more
MaddaloniScuola

Maturità al Villaggio dei Ragazzi di Maddaloni, “momento di forte emotività, di preoccupazione ma di aspettative di vita e di lavoro”

de-lucia-rosa
loading...

de-lucia-rosa1MADDALONI – Augurio della commissaria straordinaria della Fondazione Villaggio dei Ragazzi, ingegnera Rosa de Lucia, agli alunni impegnati negli Esami di Stato. “Cari Studenti e Care Studentesse, il mio augurio è che sappiate affrontare con impegno, convinzione e serietà questo esame di stato, che rappresenta un consuntivo del vostro impegno profuso negli studi durante i 5 anni scolastici trascorsi negli Istituti/Licei del Villaggio dei Ragazzi. È questo un momento di forte emotività, di preoccupazione ma anche di aspettative relative ad un progetto di vita e di lavoro che vi ha sempre accompagnato. Ringrazio i Presidi ed i Docenti che vi sono stati vicini in questi anni, permettendoVi di intraprendere un percorso istruttivo, formativo ed educativo degno di nota. Ai Presidenti di Commissione ed ai Commissari giungano, infine, i miei auguri di buon lavoro”

Ingegnere Rosa de Lucia

read more
CasertaCronacaScuola

Esami di Maturità 2015, studenti casertani non perdete tempo prezioso e danaro. L’avvertimento della Polizia Postale

studenti
loading...

studentiCASERTA – Maturità 2015: i suggerimenti della Polizia Postale. Ogni anno, in occasione degli esami di Maturità, si rincorrono puntualmente voci sulle anticipazioni delle tracce ministeriali provenienti da Internet. Ed ogni anno si diffondono le consuete leggende metropolitane secondo cui sarebbe possibile venire a conoscenza dei compiti d’esame prima dell’apertura delle buste provenienti dal ministero dell’Istruzione. Leggende che assumono il carattere di certezza per molti ragazzi che perdono ore intere in Rete alla ricerca di anticipazioni sulle tracce.

Così per il settimo anno consecutivo la Polizia postale e delle comunicazioni in collaborazione con il ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ed il portale degli studenti Skuola.net, lancia la campagna di sensibilizzazione “Maturità al sicuro”, con l’obiettivo di evitare che gli studenti, oltre a perdere del tempo prezioso, possano anche rimetterci del denaro alla ricerca della soffiata giusta.

L’iniziativa, che viene diffusa tra i ragazzi attraverso gli strumenti di comunicazione che loro preferiscono, è finalizzata ad aiutarei giovani ad affrontare l’esame con maggiore serenità, confidando nei propri mezzi e nella preparazione che hanno ricevuto durante gli anni passati a scuola, senza cercare scorciatoie.

“L’esame di maturità è uno dei primi banchi di prova per i nostri giovani – ha affermato Roberto Sgalla, direttore centrale per le specialità della Polizia di Stato – , pertanto quello che mi sento di consigliare ai ragazzi è di non inseguire sulla Rete le false notizie relative alla diffusione anticipata delle tracce d’esame. Altrimenti, si corre il rischio di perdere tempo prezioso e la concentrazione necessaria per affrontare una prova così importante”.

I dati

Secondo una ricerca realizzata da Skuola.net per la Polizia di Stato su 2.500 studenti, 1 su 5 crede che su Internet sia possibile trovare le tracce d’esame prima del tempo ed è convinto di essere spiato dalla Polizia durante l’esame. Ma il campionario delle false credenze non termina qui: ben il 45%, teme di poter essere “perquisito” dai professori di commissione e circa il 18% crede che la scuola sarà schermata per impedire ai cellulari di connettersi ad Internet.

read more
CasertaScuolaSport

Borse di studio della Juvecaserta, fissato al 30 giugno 2015 prossimo la scadenza per la presentazione della documentazione

squadra di basket della pasta-reggia-caserta
loading...

squadra di basket della pasta-reggia-casertaCASERTA – La Juvecaserta Academy attraverso un comunicato ha avvisato che preso atto delle difficoltà manifestate da varie società aderenti nel reperimento dell’attestazione relativa al profitto scolastico, ha fissato al 30 giugno prossimo la scadenza per la presentazione della documentazione necessaria  per la partecipazione al bando di selezione per l’assegnazione di 21 borse di studio istituite a favore di altrettanti atleti/studenti delle varie società aderenti al progetto. La consegna delle borse, prevista inizialmente per il 28 giugno prossimo, avverrà in occasione del primo evento pubblico della Juvecaserta 215/2016.

read more
CasertaScuola

Al Liceo “Manzoni” di Caserta “Autismo e Scuola, le buone prassi inclusive”. Con Adele Vairo e Angelo di Costanzo

no thumb
loading...

locandina cts defCASERTA – “Autismo e Scuola”. Venerdì 19 alle ore 16,30. Al liceo Manzoni il convegno sulle buone prassi inclusive. Venerdì 19 giugno, alle ore 16,30, presso il liceo Manzoni di Caserta, CTS, Centro Territoriale di Supporto per le nuove tecnologie per la didattica inclusiva della Provincia di Caserta, si terrà il convegno “Autismo e Scuola, le buone prassi inclusive”. I lavori saranno introdotti dal Dirigente Scolastico dott.ssa Adele Vairo ed il Presidente della Provincia di Caserta ing. Angelo di Costanzo porterà il saluto ai prestigiosi convenuti. I lavori saranno conclusi dalla dott.ssa Luisa Franzese, Direttore Generale Ufficio Scolastico Regionale – Campania.

Importanti testimonianze saranno portate dal dott. Raffaele Ciambrone, Dirigente Ufficio VII – Disabilità per il Ministero dell’istruzione, dalla dott.ssa Donatella Palma, Presidente dell’Associazione “Npia in rete Campania” e dal dott. Gennaro Pezzurro, Presidente dell’associazione @UXILIA.
Il progetto “Autismo e Scuola” è stato direttamente promosso dal Ministero dell’istruzione con un’ampia opera di sensibilizzazione e si propone proprio di creare una rete reale tra scuola, famiglia e istituzioni socio sanitarie, al fine di migliorare la gestione dei rapporti con bambini ed adolescenti affetti da sindrome dello spettro autistico.
E poiché, dopo la famiglia, la scuola è il luogo dove i bambini e gli adolescenti passano la maggior parte del loro tempo, ecco la necessità di formare Dirigenti Scolastici, docenti e personale Ata sulle buone prassi inclusive al fine di ottenere una corretta e concreta integrazione ed inclusione.
Al CTS per le nuove tecnologie inclusive del Liceo Manzoni di Caserta, a partire dall’a.s. 2015/16, l’hub per le scuole della Provincia di Caserta, saranno gestiti sportelli di ascolto e nel contempo i corsi di formazione superiore nell’ambito dell’autismo.
All’importante evento formativo parteciperanno, oltre ai già citati, anche la dott.ssa Giuseppina Fierro, Dirigente Scolastico, il dott. Alessandro Frolli, esperto di analisi del Comportamento Applicato nonché estensore delle Linee Guida per il trattamento dello Spettro Autistico dell’Istituto Superiore di Sanità e della dott.ssa Rosaria Benincasa, psicologa esperta in Analisi Comportamentale Applicata. Parteciperanno, altresì, il professor Francesco Di Salle, ordinario di neuroradiologia dell’Università degli Studi di Salerno, la dott.ssa Caterina Toraldo, neuropsichiatra infantile, ed il dott. Daniele Romano, Presidente FISH Campania.

read more
MaddaloniScuola

Gli studenti della Fondazione Villaggio dei Ragazzi “Don Salvatore d’Angelo” di Maddaloni al “Festival dell’Aria”

villaggio-raga
loading...

villaggio dei ragazziMADDALONI – Si sta svolgendo in questi giorni, presso il Centro Commerciale “Vulcano Buono” di Nola (ingresso piazza Capri”), il “Festival dell’Aria”. Partecipa attivamente anche la Fondazione Villaggio dei Ragazzi “don Salvatore d’Angelo” che, assieme alla Scuola Volo VDS e SAPR “AS Galassia” in Vitulazio, è presente con due stand coordinati ed un’area demo. Stands che permettono ai visitatori di ammirare una nutrita serie di multirotori, piccoli quadricotteri da addestramento, esacotteri di varie dimensioni ed un ottocottero, assieme alle varie tecnologie correlate. Il Festival si protrarrà fino al prossimo 28 giugno e sarà un appuntamento entusiasmante per grandi e piccini. I bambini potranno imparare a creare aquiloni ed aeroplanini di carta, i più grandi, invece, assieme ai loro genitori, vivranno l’esperienza di diventare “Piloti comandanti” in un simulatore di Boeing 737. Sarà inoltre possibile informarsi sul mondo dell’aeronautica, soddisfare le proprie curiosità sull’Aviazione Generale, il Volo da Diporto e Sportivo e le attività che si possono svolgere con Multirotori (i sempre più famosi DRONI), oltre ad ammirare dal vivo un ultraleggero Sky Arrow. Gli stands AS Galassia e Fondazione “Villaggio dei Ragazzi” avranno, infine, il piacere di rispondere ad ogni domanda sui “droni”, sugli sbocchi professionali e sui lavori inerenti la navigazione aerea e l’assistenza a tali attività, ed a quelle sul lavorare come Pilota di Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto. Si terranno anche brevi incontri informativi per spiegare a tutti in modo semplice cosa è un “drone” e come lo si può usare per divertirsi o lavorare rispettando la sicurezza delle persone e le leggi vigenti. Chi vorrà cimentarsi nel pilotare un “drone” potrà utilizzare gratuitamente un simulatore estremamente realistico, utilizzato in AS Galassia durante i corsi riconosciuti ENAC.

L’Istituto Tecnico Trasporti e Logistica del “Villaggio”, insieme con il dirigente scolastico, Claudio Petrone, ringraziano per l’ospitalità il Vulcano Buono Nola, il presidente di AS Galassia Pietro Napolitano, Andrea Marcone per i multirotori e le attività demo ed informative, ProEmotion per il simulatore Boeing ed AirPolicastro per lo SkyArrow. Senza dimenticare tutti coloro che hanno messo gratuitamente a disposizione le proprie competenze ed il proprio supporto.

read more
MaddaloniPoliticaScuola

A New Radio Network “Il Convitto Nazionale “Giordano Bruno” di Maddaloni: un anno di iniziative”. Con Michele Vigliotti

rettore-vigliotti-web
loading...

rettore-vigliotti-webMADDALONI – Politica e Cultura, doppio appuntamento a New Radio Network, oggi, sabato 6 giugno 2015 dalle 11 alle 13. Dopo la parentesi elettorale riprende la fortunata e seguita trasmissione radiofonica “Dietro l’Angolo” fondata e diretta da Carlo Scalera su New Radio Network. Nella prima parte della trasmissione di scena l’analisi politica della recente tornata regionale e ancorché provinciale. Ospiti in studio il senatore Vincenzo d’Anna e i neo eletti sindaco di Santa Maria a Vico, Andrea Pirozzi, e il neo consigliere regionale, sindaco uscente di Santa Maria a Vico, Alfonso Piscitelli. In studio anche Luigi Bove consigliere comunale di Maddaloni. L’occasione utile per fare una analisi della campagna elettorale e del risultato della stessa dove certamente vi sono “soddisfatti” e “insoddisfatti”, ma soprattutto, grazie alla presenza e al contributo del senatore D’Anna – riporta un comunicato del Convitto Nazionale Giordano Bruno di Maddaloni, di recente intervenuto anche con un emendamento al DL Scuola, si contestualizzerà come il voto locale possa influire sulle scelte e le decisioni nazionali.

Subito dopo, dalle ore 12 alle ore 13 è stata di scena la Cultura con il tema “Il Convitto Nazionale “Giordano Bruno” di Maddaloni: un anno di iniziative”. Ospiti in studio il
Rettore dell’Istituzione scolastica maddalonese, prof. Michele Vigliotti, il Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi dello stesso Ente, Antonio d’Angelo e Antonio Pagliaro, cultore della memoria storica maddalonese, Docente ed Educatore presso la sede convittuale maddalonese, già noto per contributi editoriali di storiografia locale e da tempo impegnato in una “indagine” storica sulle vicende interne e le vicissitudini del Convitto maddalonese e della sua azione, presenza e funzione nell’ambito del territorio cittadino.

La seconda parte della trasmissione, sempre ai microfoni di Carlo Scalera nel corso della sua trasmissione “Dietro l’Angolo”, si parlerà delle molteplici iniziative che hanno
caratterizzato l’anno scolastico che volge al termine, e non solo, che hanno spaziato dagli screening sanitari, agli incontri con gli autori e così via fino agli appuntamenti artistici che, come nel caso della Mostra Speculando Mare Nostrum” hanno visto la partecipazione attiva ed espositiva degli studenti della Mostra che diventata itinerante sarà itinerante tra Palermo e Milano entro fine anno.
La presenza di Pagliaro, oltre quella istituzionale di Vigliotti e d’Angelo, ha consentito di conoscere alcune “chicche” e curiosità del Convitto maddalonese.

read more
CasertaScuola

Ufficio scolastico provinciale di Caserta. Esami di Stato 2015, elenco definitivo aspiranti abilitati per eventuali sostituzioni

docenti-caserta
loading...

docenti-casertaCASERTA – Esami di Stato A.S.2014/15. L’Ufficio scolastico provinciale di Caserta ha reso noto l’elenco degli aspiranti per messa a disposizione. Aspiranti abilitati che hanno presentato entro il 3/4/2015 le istanze di messa a disposizione per eventuali sostituzioni di commissari assenti nei prossimi esami di Stato.

Esami di Stato A.S. 2014/2015 Elenco definitivo aspiranti abilitati per eventuali sostituzioni

COGNOME NOME CL. CONCORSO S E R V RESIDENZA
CL.CONCORSO A017
RANUCCI CLAUDIO A017 7 RUOLO CALVI RISORTA
RAUCCI SEBASTIANO A017 4 RUOLO CAPODRISE
MAIONE ANTONELLA A017 5 GRAZZANISE
MARINO SALVATORE A017 5 TEVEROLA
GIUSTO GIUSEPPINA A017 4 SAN MARCELLINO
LIPPIELLO CARMELA A017 1 POMIGLIANO D’ARCO
CASERTANO ANTONIETTA A017 0 CASERTA
DIANA ANGELO A017 0 CASERTA
CL.CONCORSO A019
BARRESI ROBERTO A019 23 RUOLO CAPUA
RANUCCI CLAUDIO A019 7 RUOLO CALVI RISORTA
GIORGIO CARLO A019 7 RUOLO CASERTA
CARBONE ROSA A019 7 RUOLO RHO
CARBONE PAOLA A019 4 RUOLO VAIRANO PATENORA SCALO
PANE MARCELLO A019 0 RUOLO CASERTA
PELLEGRINO SILVANA A019 0 RUOLO MADDALONI
PICCOLO CINZIA A019 10 CASERTA
PICCOLO ANNAMARIA A019 9 CASAL DI PRINCIPE
TRASACCO ROMINA A019 8 AVERSA
FULGERI MARIA A019 3 MADDALONI
GAGLIARDI ANTONIO A019 2 CASAL DI PRINCIPE
PASSARETTA MARIO A019 0 SESSA
DIANA ANGELO A019 0 CASERTA
CL. CONCORSO A020
IELUZZO LUIGI A020 3 FRASSO TELESINO
CL.CONCORSO A025
FERRAIUOLO GIUSEPPE A025 QUIESCENZA

SCHIAVONE GIACINTO A025 4 RUOLO CASAL DI PRINCIPE
CAPEZZUTO FIORENTINO A025 14 PASTORANO
D’ADDIO COLETTA A025 0 CAPUA
CL. CONCORSO A029
PALMIERO GIOVANNI PIETRAMELARA
STORIA DELLA MUSICA
BELLONE ANTONIO A031 9 RUOLO ALIFE
CL.CONCORSO A031
BELLONE ANTONIO A031 9 RUOLO ALIFE
MARRA CESARE A031 4 RUOLO SANTA MARIA CAPUA VETERE
CL. CONCORSO A034
D’ANGELO GIUSEPPE A034 8 GRUMO NEVANO
CL.CONCORSO A036
FARINA LOREDANA A036 13 RUOLO CASERTA
CL.CONCORSO A037
PIGNATA ROSA A037 7 RUOLO MARCIANISE
ESPOSITO MARGHERITA A037 2 RUOLO MONDRAGONE
CANTILE ANASTASIA A037 8 CASAPESENNA
MADDALUNA MARILENA ANNA A037 7 CURTI
RICCIARDI ANTONELLA A037 5 S. MARIA CAPUA VETERE
DELL’AVERSANA CONCETTA A037 4 PARETE
COSENTINO FRANCESCO A037 4 CRISPANO
DE MARIA GUGLIELMO A037 1 PIGNATARO MAGGIORE
CL.CONCORSO A038
DE BIASE ANNA A038 0 RUOLO MONDRAGONE
CL.CONCORSO A039
CENTORE ANTONIO ROSARIO A039 5 MADDALONI
CL. CONCORSO A048
DIANA ANGELO A048 0 CASERTA
CL. CONCORSO A049
ZILIANI ELENA A049 QUIESCENZA CASERTA
DE BIASE ANNA A049 0 RUOLO MONDRAGONE
TESSITORE FRANCESCO A049 11 GRAZZANISE

IZZO FRANCESCO ANTONAIO049 4 PORTICO DI CASERTA
FRANCIONE LUIGIA A049 1 SANTA MARIA C V
DE FUSCO ROSSELLA A049 0 TEANO
CL.CONCORSO A050
GRAVANTE ANNA ROSA A050 32 RUOLO GRAZZANISE
ESPOSITO MARGHERITA A050 1 RUOLO MONDRAGONE
DOLLERO ANTONIETTA A050 0 RUOLO RECALE
BATTAGLIERE CANDIDA A050 12 CARDITO
SCHIAVONE MARIA ANTONELLA A050 8 CARINARO
PESCE ANTONIETTA A050 5 FRIGNANO
BARBATO DANIELE A050 6 FRATTAMINORE
CAIAZZA GIULIA A050 5 MELITO DI NAPOLI
CAPECE CLOTILDE A050 4 CAIVANO
DE MARTINO FRANCESCO A050 1 SARNO (SA)
CL. CONCORSO A051
SCHIAVONE MARIA ANTONELLA A051 8 CARINARO
BARBATO DANIELE A051 6 FRATTAMINORE
CAIAZZA GIULIA A051 5 MELITO DI NAPOLI
PESCE ANTONIETTA A051 5 FRIGNANO
DE MARTINO FRANCESCO A051 1 SARNO
CL.CONCORSO A052
CORRENTE LUIGI A052 9 FRANCOLISE
BARBATO DANIELE A052 6 FRATTAMINORE
CAIAZZA GIULIA A052 5 MELITO DI NAPOLI
PESCE ANTONIETTA A052 5 FRIGNANO
DE MARTINO FRANCESCO A052 1 SARNO
CL.CONCORSO A057
DI VAIO VINCENZO A057 22 RUOLO MONDRAGONE
GALASSO FRANCESCO A057 13 RUOLO PIETRAMELARA
CORRERA ANNARITA A057 4 RUOLO MADDALONI
GIANFRANCESCO ANGELA A057 1 FONTEGRECA
MARTINESE MATTIA A058 0 CASAGIOVE
CL. CONCORSO A060
REFOLO LAURA A060 29 RUOLO GAETA (LT)
VANGONE LIDIA A060 5 RUOLO PIEDIMONTE MATESE
CORRERA ANNARITA A060 4 RUOLO
D’ANGELO CARMEN A060 8 GRUMO NEVANO
LA PIETRA PAOLA A060 7 PAOLISI
CECARO MICHELE A060 2 CAPUA
CL.CONCORSO A061
SCHIAVONE GIACINTO A061 2 RUOLO CASAL DI PRINCIPE
ACCONCIA GIOVANNI A061 4 MARCIANISE
CL.CONCORSO A071
SCHIAVONE GIACINTO A071 4 RUOLO CASAL DI PRINCIPE
VARRIALE FRANCESCA A071 5 ACERRA
DE MARCO ADRIANA A071 4 GRICIGNANO DI AVERSA
CL.CONCORSO A246
IARRUSSO PIER PAOLO A246 18 BENEVENTO
NATALE PAOLA A246 10 CASERTA
SITI IMMACOLATA A246 5 SANT’ARPINO
VIRGILIO ELIANA VANESSA A246 5 AVERSA
SZILVIA JAKAB A246 2 CASERTA
CL.CONCORSO A346
TARIGETTO MARCELLA A346 4 RUOLO MACERATA CAMPANIA
FASCITIELLO ESTER A346 4 RUOLO CAPODRISE
MAURIELLO ELEONORA A346 0 RUOLO SAN NICOLA LA STRADA
MONTALBANO MARGHERITA A346 0 RUOLO CASAGIOVE
MORETTA PATRIZIA A346 8 MARCIANISE
PAGANO PASQUALE A346 6 SANTA MARIA CAPUA VETERE
MARTINO GIULIA A346 8 ROCCAMONFINA
FRANGIPANE PAOLA A346 2 SAN NICOLA LA STRADA
SAGGESE ROSA A346 2 SALERNO
CL.CONCORSO A546
MONTALBANO MARGHERITA A546 10 0 RUOLO CASAGIOVE

read more
1 2 3 59
Page 1 of 59
0
Close