Senza categoria – La Tribuna Online
l> Senza categoria – La Tribuna Online

Senza categoria

Senza categoria

Stop della Ferrari a Sochi

no thumb

Dopo le vittorie in Belgio, in Italia e a Singapore, la Scuderia Ferrari si deve accontentare di un terzo posto con il solo Charles Leclerc.

Accontentare è il termine giusto, perché la Ferrari oltre che da ben tre vittorie, veniva da un sabato di qualifiche da urlo, con la quarta pole consecutiva di Charles. Lo stesso Leclerc aveva mostrato anche un ottimo passo gara nella giornata di venerdì, ponendo le basi per un’altra vittoria nella gara di domenica.

 

Leclerc come Schumacher

Quarta pole position consecutiva dopo Spa, Monza e Singapore. Charles Leclerc davanti a tutti anche in Russia. Un momento d’oro per il monegasco: “La macchina mi ha dato sensazioni fantastiche per tutto il weekend”, ha commentato il pilota della Ferrari a fine qualifiche. Quattro pole consecutive la rossa le aveva fatte l’ultima volta con sua maestà Michael Schumacher nel 2000 a Monza, Indy, Suzuka e Sepang. “Una sensazione speciale”, prosegue Leclerc. ” Questa è la sesta pole in stagione: eguagliato anche il record del «maestro» argentino Juan Manuel Fangio nel 1956, alla sua prima stagione in Ferrari.

 

La gara

Doveva essere una doppietta Rossa, ma la fortuna ha voltato le spalle alla Ferrari regalando la vittoria alla Mercedes di Hamilton. L’inglese, autore di una gara perfetta, ha preceduto sul traguardo l’altra W10 guidata da Valtteri Bottas, mentre Vettel, è stato costretto al ritiro a causa di un problema alla centralina.

La gara si era messa benissimo per la Ferrari dopo la partenza, visto l’ottimo gioco di squadra e di scia. Una partenza che è stata studiata nei minimi dettagli, Leclerc ha concesso la scia al compagno di squadra rimanendo in posizione esterna, ciò ha permesso a Sebastian Vettel di portarsi in prima posizione scavalcando la Mercedes di Hamilton partito in P2. L’accordo tra i due piloti era quello di, nel caso Sebastian fosse andato in testa alla gara grazie alla scia di Leclerc, restituire la pozione immediatamente. Vettel non ha rispettato questo patto ed ha iniziato, fin dai primissimi giri, a spingere fortissimo per cercare di costruire un gap su Charles, ma soprattutto sulle Mercedes. Bisogna considerare però che, sul tracciato di Sochi, è molto difficile seguire il pilota che ti precede, in quanto gli pneumatici tendono a surriscaldarsi. Per questo motivo Leclerc, molto vicino a Vettel nei primissimi giri, è stato poi costretto a prendersi dello spazio per gestire al meglio le gomme.

È stato il muretto box Ferrari a ristabilire le posizioni fra i due facendo rispettare gli accordi pre gara. Leclerc è stato richiamato ai box qualche giro prima di Vettel e sfruttando le miglior prestazioni delle gomme nei primi giri all’uscita dei box, si è ritrovato di nuovo davanti al tedesco nel momento del pit stop di quest’ultimo. A questo punto, le due Ferrari attendevano solo il pit delle Mercedes per ritornare in prima e seconda posizione, ma proprio dopo alcuni giri dall’uscita dai box, Vettel è stato costretto a fermarsi a causa di un problema elettrico, innescando così la Virtual Safety Car.

La Mercedes, partita con le medie, aveva in mente proprio una situazione del genere: allungare il più possibile il primo stint e fermarsi nel caso fosse uscita una Safety Car o Virtual Safety Car, in modo da perdere meno tempo per il pit ed uscire davanti alle Ferrari. L’occasione è arrivata grazie al ritiro di Vettel e subito gli uomini della Mercedes ne hanno approfittato per fermare entrambi i piloti, montando le Soft.

Leclerc ha provato a vincere la gara montando anche lui le Soft in regime di Safety Car, perdendo la posizione su Bottas per poi provare ad attaccare entrambe le Mercedes. Tuttavia il monegasco non è mai riuscito ad impensierire le frecce d’argento rimanendo in terza posizione.

 

Tensione fra i due Ferraristi

La storia del passato insegna che due piloti veloci sono di stimolo uno con l’altro, ma quando la rivalità degenera, allora è proprio la squadra la prima a patirne le conseguenze. Dopo che tutto il mondo ha ascoltato le loro comunicazioni radio, sono ormai evidenti i problemi nel rapporto fra Vettel e Leclerc.

Tutto è iniziato dopo che Vettel non ha restituito subito la posizione a Leclerc, il monegasco infatti aveva concesso la scia a Vettel senza opporre resistenza. Dopo i primi giri Leclerc ha iniziato a comunicare col muretto box chiedendo insistentemente quando il compagno gli avesse restituito la posizione: “Mi avete messo dietro, ho rispettato i patti”. Dall’altra parte Vettel chiedeva al compagno di avvicinarsi il più possibile, in modo da non favorire Hamilton: “ Altri due giri, proteggiamoci dalle Mercedes”.

A ristabilire le posizioni ci ha pensato la Ferrari con i pit stop dei piloti, ma Leclerc non ha digerito il comportamento del compagno: “Ne discuteremo dopo”.

Il team principal Mattia Binotto ha così analizzato la querelle dei primi giri: “Avevamo chiesto a Charles di concedere la scia a Seb per essere primo e secondo al primo giro, forse avremmo dovuto essere più chiari con lui prima della gara. Cambiare le posizioni subito non sarebbe stato ideale”.

Certo è che d’ora in avanti Binotto avrà parecchi grattacapi nel gestire i due piloti, ora che la Ferrari si è dimostrata competitiva su varie tipologie di circuiti.

Francesco PISCITELLI

read more
Senza categoria

NAVIGATOR SENZA CONTRATTO IN CAMPANIA, L’ASSEMBLEA PROVINCIALE DEL PD CASERTA CHIEDE ALL’UNANIMITÀ AL GOVERNATORE DE LUCA DI ASCOLTARE LE RAGIONI DEI 471 VINCITORI DELLA SELEZIONE E DI CONTRATTUALIZZARLI COME FATTO DA TUTTE LE ALTRE REGIONI. SGAMBATO: PUR CONDIVISIBILI LE RAGIONI DEL PRESIDENTE SULLA ULTERIORE PRECARIETÀ CHE LA LEGGE SUL REDDITO DI CITTADINANZA CREERÀ, NON È POSSIBILE VIOLARE I DIRITTI DI 471 UOMINI E DONNE CHE HANNO SUPERATO LA SELEZIONE

ASSEMBLEA PROVINCIALE PD CASERTA

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ascolti le ragioni e contrattualizzi i 471 Navigator che hanno superato la selezione indetta a seguito dell’entrata in vigore del reddito di cittadinanza.

È la richiesta avanzata dall’intera assemblea provinciale del Partito Democratico di Caserta che, all’unanimità, nella affollata seduta dell’altro ieri martedì, ha fatto voti al governatore De Luca affinché anche in Campania, unica regione ad aver detto di no finora, i Navigator possano iniziare il proprio lavoro di tutoraggio ed accompagnamento verso il lavoro per i beneficiari del reddito di cittadinanza voluto dal governo gialloverde.

È stata la presidente provinciale e componente della segreteria nazionale del partito, Camilla Sgambato, a concedere prima la parola ad una delegata dei 471 Navigator, intervenuta ai lavori per spiegare le ragioni dell’intero gruppo che non riesce ad essere assunto in Campania; all’esito dell’intervento, l’assemblea ha approvato con un lungo applauso, la richiesta a De Luca di ascoltare e contrattualizzare i Navigator.

“Pur comprendendo le perplessità del presidente della Regione sulla legge che istituisce il reddito di cittadinanza, in particolare i dubbi sulla figura del Navigator, nella misura in cui essa crea ulteriore precarietà nel mondo del lavoro, non è comunque accettabile che si speculi politicamente sulla pelle di 471 tra uomini e donne che hanno comunque vinto una selezione ed oggi hanno diritto a svolgere quella funzione.
L’assemblea provinciale è stata netta e, del resto, anche la posizione a livello nazionale del Pd è molto chiara sul tema, a partire dal nostro segretario Nicola Zingaretti che lo ha fatto nella sua regione, e passando per il ministro per il Sud Peppe Provenzano, che si sta interessando per una soluzione positiva della questione, e per il responsabile Mezzogiorno del Partito, Nicola Oddati, che pure si è espresso favorevolmente alla assunzione dei Navigator.
Allora De Luca segua l’esempio del suo collega governatore del Lazio e segretario del nostro partito Zingaretti che ha contrattualizzato i Navigator nella sua regione e faccia lo stesso per gli aspiranti tutor assegnati alla Regione Campania, senza togliere loro le speranze e dandogli la possibilità di rimanere a lavorare nella loro terra”, conclude Sgambato.

read more
Senza categoria

Fratelli d’italia di Santa Maria a Vico invita a firmare la petizione nazionale :la cittadinanza non si regala

IMG-20190407-WA0005

Campagna nazionale lanciata dal leader di Fratelli d’ Italia Giorgia Meloni prevista in Piazza Montecitorio per il giorno 3 Ottobre ma che può essere sottoscritta anche on line.

Tale petizione ha come oggetto : La Cittadinanza non si regala.

I dirigenti locali di S.Maria a Vico invitano a firmare tale petizione e comunicano che la sede locale del Partito é aperta il Mercoledi dove ci saranno gli iscritti a raccogliere le firme.

read more
Senza categoria

Sabato la ‘Corsa della felicità’, il sindaco Pirozzi ed il consigliere Crisci: «Manifestazione che ha coniugato salvaguardia dell’ambiente e divertimento».

sindaco Andrea Pirozzi nuova

Si è tenuta sabato scorso la ‘Corsa della felicità’. La manifestazione, organizzata dal Comune di Santa Maria a Vico insieme a tante associazioni del territorio, ha coniugato ambiente, musica, street food, cabaret, artisti di strada, riscuotendo un’ottimo successo in termini di partecipazione. La prima parte ha visto, nel primo pomeriggio, la partenza dal ‘Borgo degli Innamorati’, dove è stato distribuita la vernice in polvere con cui i partecipanti si sono ‘colorati’ ed hanno portato vivacità lungo le strade dell’intero territorio comunale attraversate.
Piazza Umberto I, piazza Roma, piazza IV Novembre, piazza Falcone e Borsellino le tappe lungo via Appia fino alla conclusione in piazza Aragona, durante le quali si sono visti laboratori, dimostrazioni ambientali e momenti musicali. Di sera la seconda parte della manifestazione, nel tratto di via Appia tra piazza IV Novembre e piazza Umberto I con la Notte bianca: discoteche, schiuma party e divertimento anche per i più piccoli. «Abbiamo il dovere come amministrazione comunale di dare il meglio. Abbiamo voluto questa manifestazione perché non potevamo venir meno al nostro dovere nei confronti dei nostri figli e dei giovani perché l’ambiente è una cosa seria. Abbiamo messo insieme questa manifestazione dopo anni: grazie a questo sindaco ed a questa amministrazione abbiamo un’economia amministrativa che ci permette di poter dare questo tipo di eventi. Il ringraziamento va a tutte le associazioni, che sono il vero valore aggiunto di questa comunità: hanno creato qualcosa che ci permette di essere il fiore all’occhiello della provincia di Caserta. Noi non veniamo meno alla nostre responsabilità: il nostro ringraziamento va ai cittadini ma soprattutto alle forze dell’ordine, perché quello che vedete stasera è merito loro ed anche il lavoro di mesi di una macchina amministrativa che funziona e ci permette di organizzare questi eventi. Questo paese diventerà sempre più colorato. Grazie al sindaco Pirozzi oggi Santa Maria a Vico è un paese vivibile, ma soprattutto diverso», ha detto nel corso della serata il consigliere delegato Pasquale Crisci. «Ringrazio Crisci che ha inventato un altro grande evento. In questi giorni i giovani sono scesi in strada in tutto il mondo per ricordare che l’ambiente va rispettato. Noi lo abbiamo fatto con una manifestazione straordinaria perché anche così ricordiamo che l’ambiente va salvaguardato. Un plauso ed un ringraziamento particolare va a tutte le associazioni che sono scese in campo, ancora una volta, per allietare la nostra città. Noi siamo un paese che si diverte e lavora in massima sicurezza, con la massima attenzione verso i nostri giovani, cui noi saremo sempre vicini», ha aggiunto il sindaco Andrea Pirozzi.

read more
Senza categoria

CAVA: I SINDACI SI INCONTRANO PER IMPUGNARE IL PROVVEDIMENTO DELLA REGIONE

no thumb

Autorizzazione alla Cava Moccia a Durazzano, riunione dei nove comuni del Parco Urbano con l’avvocato. Il presidente Pirozzi: «Tutti i consigli comunali approveranno atti per chiedere a De Luca una tutela dell’ambiente ed evitare scempi al territorio»
Questa mattina i rappresentanti dei nove comuni che fanno parte del Parco Urbano “Dea Diana – Est Tifatino” hanno incontrato l’avvocato Luigi Perifano. Il legale ha fatto il punto sul ricorso al Consiglio di Stato, presentato dai comuni di Durazzano e Santa Maria a Vico in cui si è costituito a supporto anche il Comune di Arienzo, avverso la sentenza del Tar sulla base della quale il Genio Civile di Benevento ha avviato il procedimento per il rilascio di concessione alla coltivazione estrattiva del comparto produttivo a Durazzano, in località “Fossa delle nevi”, che avrebbe ripercussioni su un territorio che complessivamente ha una popolazione di circa 100mila abitanti
Erano presenti Andrea Pirozzi (sindaco di Santa Maria a Vico e presidente del Parco Urbano) e la consigliera Anna Cioffi, Davide Guida (sindaco di Arienzo), Franco Servodio (funzionario di Arpaia), Gennaro Piscitelli e Martuccio Serino (sindaco e presidente del consiglio di Cervino), Antonio Diglio (vicesindaco di Durazzano), Carmine Valentino e Ciro Magliocca (capogruppo di maggioranza e funzionario di Sant’Agata de’ Goti) ed il direttore del Parco Urbano, Mariano Nuzzo.
Nel corso della riunione è stata ribadita: la richiesta di annullamento in autotutela dell’avviso pubblico del Genio Civile di Benevento; la necessità della costituzione in giudizio, dopo delibere di giunta o consiglio dei singoli comuni, anche del Parco Urbano avverso la sentenza Tar al Consiglio di Stato, per cui sarà chiesta anche una sospensiva su cui la pronuncia arriverà entro metà ottobre; la richiesta da presentare al presidente della Giunta della Regione Campania Vincenzo De Luca di un’annullamento o quanto meno di una sospensione dell’avviso pubblico del Genio Civile.
«Quello di oggi è stato un incontro importante perché abbiamo stabilito le azioni da mettere in campo. Da presidente del Parco Urbano voglio rassicurare tutti che nulla lasceremo d’intentato. Domani pomeriggio abbiamo già fissato un incontro in Regione Campania con il consigliere del presidente per illustrare le nostre preoccupazioni e ribadire le nostre richieste, già inviate al governatore Vincenzo De Luca con note scritte, affinché sia assunta un’iniziativa netta per la salvaguardia dell’ambiente e del Parco urbano. Vogliamo un incontro con lo stesso presidente, con tutti i sindaci, per fare chiarezza e siamo fiduciosi che otterremo il sostegno di De Luca a salvaguardia del nostro territorio. In attesa dell’incontro abbiamo anche deciso che impegneremo tutti i consigli comunali con un atto di indirizzo per il governatore per chiedere la tutela dell’ambiente e non lo scempio che la cava porterebbe. E, se necessario, siamo pronti anche a mobilitare la popolazione», è il commento del presidente del Parco Urbano “Dea Diana – Est Tifatino”, Andrea Pirozzi.

read more
Senza categoria

programma presentazione romanzo crimaco treglia di pontelatone

“Sinuessa, l’eredità di Cesare” è il titolo dell’interessante romanzo storico di Luigi Crimaco che verrà presentato, nella serata di oggi, nel suggestivo parco archeologico di Treglia di Pontelatone.
Nella meravigliosa cornice delle mura di Trebula Balliensis sulle quali campeggia la famosa porta megalitica risalente almeno al X sec. a.C., su iniziativa della Pro Loco La Trebulana presieduta da Gianni Sabino, l’archeologo illustrerà il suo viaggio nel tempo e nello spazio, tra i fasti e gli intrighi della romanità nella Campania Felix, dopo che da importanti ricerche archeologiche ha preso il via l’iter per riscoprire la storia del territorio ricompreso tra il Massico ai Monti Trebulani.
Con inizio alle ore 19,30, tra musica e parole, voci fuori campo, luci e scenografie che si rifaranno all’epoca storica oggetto dell’opera, ad accompagnare l’intera serata ci saranno la voce recitante di Anna D’Acunto, direttore artistico dell’evento, e le musiche curate dai maestri Andrea Santangelo e Gerardo De Lise.
Ad aprire i lavori di presentazione del libro di Crimaco nella Pompei dei Sanniti, saranno i saluti istituzionali del sindaco di Pontelatone Amedeo Izzo e dei presidenti della Pro Loco La Trebulana, Sabino, del Consiglio Comunale, Mena Scirocco, e del Consorzio Turistico della Pro Loco del Medio Volturno, Enzo Perretta; seguiranno, moderati da Pina Sciarra, gli interventi di Antonella Tomeo della Soprintendenza ad Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Caserta e Benevento, di Pier Luigi Benvenuti, giornalista de Il Mattino, di Enzo Salzano, ricercatore ed esperto d’arte, e di Alina D’Aniello, giornalista di Informare, che discuteranno con l’autore Crimaco del libro “Sinuessa, l’eredità di Cesare”, del suo contenuto e dei tanti spunti di riflessioni e cenni storici che vi sono riportati.
Al termine del dibattito, vi sarà una degustazione di Vinum Trebulanum a cura delle cantine Alois e di Vinum Falernum curata dalle cantine Colle Fasani.
DAL MASSICO AI MONTI TREBULANI TRA LE RIGHE DI SINUESSA
“E’ un viaggio nel tempo e nello spazio quello offerto da “Sinuessa, l’eredità di Cesare”, romanzo dell’archeologo Luigi Crimaco. Esperto conoscitore di usi e costumi che interessarono la società romana e gli insediamenti nella Campania Felix, lo scrittore racconta le vicende del magistrato Lucio Papio Pollio, testimone delle idi di marzo del 44 a.C. La sua vita, trascorsa conservando un segreto scomodo legato al cesaricidio, è segnata da gravose perdite e incontri importanti. Attraverso gli occhi del protagonista si ripercorrono il tramonto della Repubblica e l’alba dell’Impero, partendo dai monti Trebulani fino alla Città Eterna. La dimora del facoltoso magistrato ai piedi del Massico, tra le vigne del Falerno, la nota epigrafe ritrovata presso la cattedrale di Carinola avvalorano le basi archeologiche su cui è costruito il romanzo; importanti studi svolti dall’autore rivelano infatti uno stretto legame con il sito archeologico di Trebula Balliensis, ubicato all’ombra del Monte Maggiore. Da tali ricerche emerge la provenienza del ceppo familiare di Lucio Papio Pollio, un cui avo partì lasciandosi alle spalle la grande porta megalitica per stabilirsi a Sinuessa.

Immediati sono gli spunti di riflessione forniti dal testo: si evince un’affinità tra i due centri nella manifattura di vasellame e ancor più nella produzione di vini. Coltivato e esportato dall’ager trebulanum, l’omonimo vino oggi riconosciuto come Casavecchia, riscosse fortuna e approvazione presso le tavole dei nobili convivi così come il Falerno. Dal Massico al Monte Maggiore, lungo la Regina Viarum, riprendono vita i fasti e gli intrighi della romanità tra le righe di “Sinuessa”, in un iter storico e archeologico travolgente ed emozionale”.

read more
Senza categoria

I PIATTI TIPICI DEL MEDIO VOLTURNO, DOMANI MERCOLEDÌ 11 LA CERIMONIA CONCLUSIVA DELLA VII EDIZIONE DEL CONCORSO INDETTO DALLA PRO LOCO CAIAZZO OSPITE D’ONORE IL GIORNALISTA LUCIANO PIGNATARO

no thumb

Giornata finale domani, mercoledì 11 settembre, della VII edizione del concorso “I Piatti Tipici del Medio Volturno”, la prestigiosa rassegna indetta dalla Pro Loco Caiazzo “Nino Marcuccio”.

A partire dalle ore 18:00, nella cornice di Palazzo Mazziotti, alla presenza di Luciano Pignataro, giornalista, scrittore ed esperto in gastronomia, verranno illustrati i risultati del concorso nato da un progetto di marketing territoriale messo a punto nel lontano 2006 e partito nel 2008, che ha visto finora protagoniste più di 30 strutture di ristorazione dell’intero Medio Volturno, altrettanti produttori locali ed ospiti provenienti dall’intera Campania e da regioni limitrofe.

Parteciperanno il sindaco di Caiazzo, Stefano Giaquinto, il coordinatore del Gal Alto Casertano, Pietro Andrea Cappella, il presidente provinciale Coldiretti Caserta, Manuel Lombardi, il presidente della CIA Caserta, Maurizio Capitelli, il presidente dell’Associazione Cuochi e Ristoratori di Terra di Lavoro, Ciro Cerqua, mentre il coordinamento dei lavori sarà a cura del giornalista Enzo Perretta.

“Un’ampia schiera di avventori e partecipanti che hanno contribuito alla ricerca e all’individuazione dei piatti tipici di un meraviglioso territorio, coinvolti in una rassegna le cui fondamenta si basano su un’analisi economica e sociale del territorio, dalla quale è scaturita la necessità di lavorare sull’identità e sulle eccellenze locali, pena la perdita di una preziosa storia gastronomica, mettendo in comunicazione il mondo della produzione con quello della trasformazione. Tutto ciò all’interno di un contesto culturale interessantissimo, le cui risorse sarebbero state raccontate dalle pro loco del Consorzio Turistico del Medio Volturno e dai ristoratori stessi”, dichiara Maria Fiore, presidente Pro Loco Caiazzo e presidente Unpli Caserta.

“Abbiamo lavorato su tre punti obiettivi primari: promozione e valorizzazione del territorio attraverso la conoscenza dei prodotti tipici presenti nell’area geografica di interesse e somministrati dal mondo della ristorazione locale; creazione di un circuito di qualità denominato “Il Circuito dei piatti tipici del Medio Volturno”; realizzazione di un ricettario dedicato alla cultura gastronomica locale, punto di avvio per la creazione di eventi legati ai prodotti tipici locali e a quelli che saranno individuati quali “piatti tipici” territoriali.
Grazie ai partner che negli anni hanno condiviso i citati obiettivi, oggi possiamo affermare con tranquillità che qualcosa è cambiato in positivo in questi ultimi dieci anni nel territorio, e ci piace pensare che una piccola parte del cambiamento sia dovuta anche a noi”, conclude Fiore, affiancata da Anegla Cerreto, esperta di prodotti tipici del territorio.

Un ruolo importante nella realizzazione e gestione del concorso, hanno avuto i giurati tecnici in questi anni, scelti in base al loro ruolo nel contesto considerato: l’Associazione Cuochi e Ristoratori di Terra di Lavoro, oggi guidata dallo chef Ciro Cerqua, ha focalizzato l’attenzione sulle pratiche di preparazione e somministrazione; l’Associazione Terra Nostra Campania della Coldiretti, presidente provinciale Manuel Lombardi ha posto l’accento sugli ingredienti e i prodotti del territorio utilizzati; la C.I.A. Caserta, rappresentata dal presidente provinciale Maurizio Capitelli, che ha svolto il ruolo strategico di osservatorio gastronomico nel campo della comunicazione di settore.

L a cerimoni si concluderà con la sfilata dei piatti tipici risultati vinctori della VII edizione e degli chef autori di autentiche prelibatezze che ne spiegheranno contenuto e modalità di preparazione.

Il presente comunicato vale anche quale invito a partecipare alla cerimonia per giornalisti, blogger e cineoperatori.

read more
Senza categoria

Ancora eccelenze a S.Maria a Vico

no thumb
Da “Gomorra” a “L’Amica Geniale”, Favicchio mostra le due facce di Napoli al Bachelet e Ciccone premio alla Carriera” La Giornata Cinematografica del progetto Cinema a Scuola sarà dedicata alla Serie Tv “L’Amica Geniale”, tratta dai Romanzi dell’ autrice napoletana Elena Ferrante. Il progetto nasce dall’idea del giovane Favicchio che all’ età di 16 anni, ha deciso di portare questo progetto dedicato al “Cinema e Espressione” nella propria scuola dotata di un grande Auditorium. Nello Favicchio, di Santa Maria a Vico (CE), è da poco reduce da un successo alla 76sima Mostra del Cinema di Venezia con il cortometraggio “La Scelta” di Giuseppe Alessio Nuzzo in concorso ad I LOVE GAI ( GIOVANI AUTORI ITALIANI), ma anche dal set della Seconda Stagione de “L’ Amica Geniale” intitolata “Storia del Nuovo Cognome” di Saverio Costanzo. Nello, giovane promettente attore è promotore di questa importante iniziativa che, nel corso degli anni ha visto impegnati molti volti importanti del Cinema e della Televisione. La prossima Giornata Cinematografica di questo progetto ambizioso avrà come ospiti di spicco gli attori Giovanni Amura e Gennaro De Stefano, rispettivamente protagonisti de “L’ Amica Geniale” di Saverio Costanzo nei panni di Stefano Carracci e Rino Cerullo e impegnati anche nella seconda stagione della serie che , come il libro, si chiamerà “Storia del nuovo cognome” diretta dallo stesso Costanzo. I due attori riceveranno un riconoscimento per la loro interpretazione voluto direttamente dal promotore dell’ evento. Sempre dal cast dell’ Amica Geniale interverranno, con un videomessaggio dedicato, Ludovica Nasti , Lila bambina , e Elvis Esposito, Marcello Solara, per un saluto alla sala. Altra presenza di spicco sarà Antonio Ciccone dalla serie TV Gomorra a cui sarà conferito il Premio alla Carriera e Rosario Toscano , direttamente da MADE IN SUD ( nelleb vesti di autore del programma in onda su Rai2), comico e attore conosciuto nel suo personaggio di “Giggino Don Perignon”. Sarà presente uno dei volti nuovi di UN POSTO AL SOLE. Nel corso della manifestazione sarà dedicato un tributo ad Antonio Pennarella, recentemente scomparso e protagonista di lavori quali “La Nuova Squadra”,”L’ Amica Geniale”, “Squadra Antimafia”, “Un posto al sole”. Saranno presenti in sala giornalisti, istituzioni , gli alunni dell’ istututo con i docenti ,la Dirigente Scolastica Pina Sgambato,il sindaco Andrea Pirozzi il quale , già nelle precedenti occasioni ha dimostrato entusiasmo per l’ iniziativa e orgoglio per giovani talentuosi promesse del futuro cinema. Alla Dirigente che , con occhio sempre attento, si fa promotrice insieme ai suoi ragazzi, cuore pulsante della nostra societa viva,di eventi importanti come questo, il ringraziamento di tutti noi che abbiamo messo, in quest’avventura cuore e dedizione. La manifestazione si terrà nell’ auditorium dell’ Istituto Bachelet di Santa Maria a Vico, in esclusiva per gli alunni e la stampa. Un evento unico, in quanto sarà la prima scuola a premiare Gennaro De Stefano e Giovanni Amura per “L’Amica Geniale”.
read more
Senza categoria

Nello Favicchio: da L’Amica Geniale alla 76ma Mostra del Cinema di Venezia.

received_410989129739208

Questa è la favola che sta vivendo un giovane attore, Nello Favicchio, di Santa Maria a Vico (Caserta), originario di una cittadina della provincia di Napoli, Afragola. Favicchio ha infatti un ruolo in La Scelta, film breve che sarà proiettato il 30 Agosto 2019 ed è in concorso a Venezia 76 in I LOVE GAI – GIOVANI AUTORI ITALIANI.

“Sono stato felicissimo di aver vinto il provino per il film breve di Giuseppe Alessio Nuzzo e poi di stare lì sul suo set a Foggia con una delle mie attrici preferite Cristina Donadio, dove ho avuto l’opportunità e l’onore di farvi un piccolo ruolo. Ma -continua Favicchio- Sono ancora più emozionato sapere che a Venezia in queste ore c’è un altro afragolese. Nonché, mio idolo, Toni Servillo. E spero un giorno di incontrarlo e lavorarci insieme”. Servillo ha infatti svelato sul red carpet con il film di Igort 5 è il numero perfetto, il cui cast vanta altri interpreti di primo piano, come Carlo Buccirosso e Valeria Golino.

Favicchio, inoltre, è stato nel cast di altri film brevi come: Nun More Maje di Agostino Fontana, ha partecipato al film breve di Giuseppe Alessio Nuzzo Il nome che mi hai sempre dato e a L’Amica Geniale di Saverio Costanzo .

read more
Senza categoria

ECCELLENZE DEL MEDIO VOLTURNO NEI LUOGHI DEL PALLAGRELLO

no thumb

Fervono i preparativi a Castel Campagnano per “Le Eccellenze del Medio Volturno – Nei luoghi del Pallagrello”, la manifestazione enogastronomica per la promozione dei prodotti tipici locali in programma questo fine settimana.

Su iniziativa della Pro Loco, da domani venerdì 14 e fino a domenica 16 giugno, la piccola comunità della media valle del Volturno ospiterà una kermesse interamente dedicata alle eccellenze culinarie e vitivinicole del territorio, dove ad essere protagoniste saranno le aziende locali ed i loro prodotti della terra.

La tre giorni, che ha preso il posto della rinomata Festa delle carni Marchigiana Igp tanto da ampliarla in termini di contenuti ed obiettivi, aprirà i battenti domani sera, venerdì, con gli stand enogastronomici che funzioneranno fino a tarda serata. Sabato pomeriggio ci sarà spazio, nell’aula consiliare del Comune, per il tradizionale convegno che, quest’anno, avrà quale tema centrale “L’uomo al Centro del Benessere Alimentare”, moderato dal giornalista Enzo Perretta, ed introdotto dai saluti istituzionali del presidente della Pro Loco Castel Campagnano, Pietro Marcuccio, che illustrerà le finalità dell’incontro, e dai saluti del sindaco, Giuseppe Di Sorbo; gli interventi saranno curati da Michelina Petrazzuoli, biologa nutrizionista, Maria Russo, direttore Confcommercio di Caserta, Mariagrazia Fiore, presidente UNPLI Caserta, Manuel Lombardi, presidente Coldiretti Caserta, Giorgio Magliocca, presidente della Provincia di Caserta, alla presenza anche di imprenditori del settore enogastronomico locale. Domenica 16, infine, sarà possibile, effettuare visite guidate nel borgo,

Tra le aziende che esporranno i loro prodotti, troviamo Fattoria della Rocca con le carni Marchigiane, L’Ape e il girasole con il maiale di razza casertana, il caseificio Il Casolare con la mozzarella di bufala campana dop, l’azienda vitivinicola Davide Campagnano, il caseificio La Teresina con i formaggi freschi, il birrificio artigianale Erbanina, l’azienda olivicola Coppola, l’azienda vitivinicola Tenuta Campagnano, la pasticceria De Filippo, Antonietta Melillo con la cipolla alifana, e la ItalCanapa con i derivati della Canapa.

Durante le tre serate, non mancheranno balli tradizionali in piazza con animazione per bambini e musica popolare itinerante, e le prelibate pietanze gastronomiche.

Castel Campagnano, 12.06.2019

read more
1 2 3 406
Page 1 of 406