Terra dei fuochi – La Tribuna Online
l> Terra dei fuochi – La Tribuna Online

Terra dei fuochi

Terra dei fuochi

Centrale nucleare, Zinzi: “Garigliano non sarà deposito nazionale, in audizione conferma importante”

zinzi garigliano

 

 

La III Commissione speciale ‘Terra dei Fuochi, bonifiche ed ecomafie’ del Consiglio regionale della Campania, presieduta dal consigliere Gianpiero Zinzi, si è riunita oggi per discutere di “Decommissioning della Centrale Nucleare del Garigliano: nuova tempistica e aggiornamento sui lavori in corso d’opera”.

All’audizione, presieduta dal consigliere regionale Gianpiero Zinzi, hanno partecipato la segretaria Maria Muscarà e il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli; il direttore del deposito nazionale di Sogin, Fabio Chiaravalli; il responsabile Sogin per la disattivazione del Garigliano, Alfonso Maria Esposito; il Direttore Divisione Regolatorio SOGIN, Ivo Velletrani; il direttore decommissioning centrali di Sogin, Severino Alfieri; il direttore tecnico della Nucleco spa, Francesco Lo Giudice; il funzionario CRRA (Centro Regionale Radioattività ambientale) dell’Arpac, Guido Guerrasio; il referente di Legambiente a Sessa Aurunca, Giulia Casella ed il coordinatore del Comitato civico cellolese, Guido Di Leone.

“Nel corso dell’audizione abbiamo avuto una conferma importante: la centrale del Garigliano non sarà sede del deposito nazionale di stoccaggio delle scorie nucleari. La zona – ha dichiarato Zinzi – è stata esclusa sulla base di cinque criteri tecnici, tra i quali la distanza dai centri abitati e la presenza di aree naturali protette. Una rassicurazione ulteriore che però non fa venire meno la necessità, palesata anche da associazioni ambientaliste e dai cittadini attivi, di riattivare al più presto il Tavolo della Trasparenza per fornire pure alla cittadinanza indicazioni sull’avanzamento dei lavori di decommissioning dell’impianto”.

 

 

Area degli allegati

read more
Terra dei fuochi

Terra dei fuochi: i Carabinieri del NOE di Caserta sequestrano discarica abusiva contenente 12.000 MC di rifiuti speciali.

carabinieri noe

Prosegue senza sosta l’attività di controllo dei Carabinieri per la Tutela Ambientale finalizzata al contrasto dei reati in danno all’ambiente nella cd. Terra dei Fuochi.

Nel corso di una pianificata attività volta a prevenire in particolare gli incendi di rifiuti illegalmente stoccati e a contrastare il fenomeno dello smaltimento cd in “nero” dei rifiuti, i militari del NOE di Caserta hanno posto sotto sequestro una vasta area di circa 3000 mq ubicata in provincia di Caserta ove venivano rinvenuti circa 12000 mc di rifiuti speciali costituiti da detriti provenienti da attività di demolizione edile, terre e rocce da scavo, ceramiche nonché materiali ferrosi e plastici.

All’interno dell’area, recintata con blocchi in calcestruzzo e chiusa con un cancello per impedirne l’accesso, i militari hanno rinvenuto anche diversi macchinari per l’attività di recupero di rifiuti e di materiali inerti in stato di abbandono (mulini fissi e mobili per la macinazione e vagliatura).

Il proprietario dell’area è stato pertanto denunciato all’autorità giudiziaria per smaltimento illecito di rifiuti e per realizzazione e gestione illecita di discarica non autorizzata.

L’operazione dei carabinieri del NOE di Caserta si inserisce in una più ampia attività di prevenzione e contrasto all’illegalità ambientale che nel recente periodo ha portato ad eseguire sul territorio 25 controlli 17 sequestri ed alla denuncia di 13 persone.

Il valore complessivo dei sequestri odierni ammonta a circa 300.000 euro.

 

 

read more
Terra dei fuochi

Fermo impianto Acerra, audizione di Zinzi: “Situazione seria, Giunta indichi ubicazione e tempi per stoccaggio”

AudizioneAcerra

 

 

La III Commissione speciale ‘Terra dei Fuochi, bonifiche ed ecomafie’ del Consiglio regionale della Campania, presieduta dal consigliere Gianpiero Zinzi, si è riunita oggi per discutere di “Termovalorizzatore di Acerra: rischi connessi al paventato fermo dell’impianto”.

All’audizione, presieduta dal consigliere regionale Gianpiero Zinzi, hanno partecipato la segretaria Maria Muscarà; il responsabile impianti Campania della A2A Ambiente, Simone Malvezzi e il direttore delle relazioni istituzionali della A2A, Giuseppe Meduri. Assente la Giunta regionale.

Dell’audizione è emerso che il fermo programmato interesserà contemporaneamente tutte le linee per 35 giorni, mentre successivamente si fermerà solo una linea per una settimana.

“La situazione prospettata non è da sottovalutare – ha dichiarato il Presidente Zinzi – per questo ci aspettiamo dalla Giunta una pianificazione corretta e tempestiva. Prendiamo atto delle dichiarazioni del Presidente De Luca che ha annunciato la realizzazione di un sito di stoccaggio per fronteggiare l’emergenza, ma ci sono una serie di domande, relative innanzitutto all’ubicazione ed ai tempi di realizzazione, ancora senza risposta e sulle quali chiederemo nuovamente conto alla Giunta. Nei prossimi giorni torneremo sul tema in Commissione, settembre è dietro l’angolo e la Campania non può permettersi l’incubo di una nuova emergenza”.

read more
Terra dei fuochi

Terra dei Fuochi, Zinzi: “Intervento Cantone realistico, ecoballe disastro annunciato”

IMG_0457

 

“La presa di posizione del Presidente dell’Anac Raffaele Cantone sul piano di smaltimento delle ecoballe certifica un dato in negativo che noi abbiamo sempre denunciato. Dall’ultimo report inviatoci dalla Struttura di missione della Regione Campania risulta che fino al 12 marzo di quest’anno sono state smaltite poco meno di 300mila tonnellate, a fronte dei 5.516.689 tonnellate totali. Un dato che inchioda il PD campano a pesanti responsabilità”.

Lo ha dichiarato il Presidente della Commissione ‘Ecomafie, Terra dei Fuochi e bonifiche’ del Consiglio regionale della Campania, Gianpiero Zinzi.

 

read more
Terra dei fuochi

Rischio fermo impianto Acerra e Decommissioning centrale nucleare, domani due tavoli in Commissione Terra dei Fuochi

gz

 

 

Martedì 26 marzo presso la Sala riunioni del Consiglio regionale della Campania (Centro direzionale isola F8, 6° piano), la III Commissione speciale ‘Terra dei Fuochi, bonifiche ed ecomafie’ presieduta dal consigliere regionale Gianpiero Zinzi, si riunirà in due distinti incontri.

Alle ore 10 è fissata l’audizione per discutere del “Termovalorizzatore di Acerra: Rischi connessi al paventato fermo dell’impianto”. Alle ore 11 la seconda audizione sul “Decommissioning della Centrale Nucleare del Garigliano: nuova tempistica e aggiornamento sui lavori in corso d’opera”

read more
Terra dei fuochi

Campania. Nasce in Commissione il gruppo di lavoro sull’alimentazione in Terra dei Fuochi, Zinzi: “Necessario un equilibrio tra ambiente e salute”

ZinziAudizioneAlimentazione

 

La III Commissione speciale ‘Terra dei Fuochi, bonifiche ed ecomafie’ del Consiglio regionale della Campania, presieduta dal consigliere Gianpiero Zinzi, si è riunita oggi per discutere di “Inquinanti ambientali e alimentazione in Terra dei Fuochi”. Al termine dell’audizione è stata concordata la formazione di un gruppo di lavoro che si confronterà sul tema. Ne faranno parte rappresentanti dell’Ordine nazionale dei biologi, dell’Università Vanvitelli, di Legambiente e di Arpac, ma sarà anche aperto al contributo di professionisti e ricercatori del settore.

“Quando si parla di Terra dei Fuochi – spiega il Presidente Zinzi – l’informazione e l’approfondimento sono aspetti fondamentali. La discussione in Commissione si è ampliata fino a ricomprendere diversi ambiti, la salute è uno di questi. Il gruppo di lavoro, che sarà ufficializzato nelle prossime settimane, vuole essere uno strumento operativo che consenta di ricercare un giusto equilibrio tra ambiente e salute partendo da dati certificati e sviluppando un ragionamento con le professionalità a vario titolo coinvolte. Uno studio che permetterà anche di meglio valorizzare e conoscere la nostra tradizione alimentare”.

read more
Terra dei fuochi

Campania. ‘Inquinanti ambientali e alimentazione in Terra dei Fuochi’, domani l’audizione della III Commissione speciale

gz

 

 

Domani, mercoledì 20 Marzo, alle ore 12 presso la Sala riunioni del Consiglio regionale della Campania (Centro direzionale isola F8, 6° piano), la III Commissione speciale ‘Terra dei Fuochi, bonifiche ed ecomafie’ presieduta dal consigliere regionale Gianpiero Zinzi si riunirà per discutere di “Inquinanti ambientali e alimentazione in Terra dei Fuochi”.

read more
Terra dei fuochi

RAGAZZI IN AULA, G. ZINZI: “AMBIENTE E SICUREZZA LE RICHIESTE DEGLI STUDENTI DEL QUARTIERE VASTO, LE ISTITUZIONI LI ASCOLTINO”.

1551202353131_Ragazzi in Aula – Vasto

 

“Le due proposte di legge illustrate e approvate oggi in Aula dagli studenti del quartiere Vasto fotografano situazioni che istituzioni attente dovrebbero cogliere e risolvere. Sicurezza ed ambiente per loro sono al primo posto dimostrando di essere, sul tema, più attenti e preparati di molti adulti”.
A dichiararlo è stato il consigliere regionale Gianpiero Zinzi che questa mattina ha presieduto una seduta di Consiglio regionale nell’ambito del progetto ‘Ragazzi in Aula’. A sedere tra i banchi dell’Assise sono stati gli alunni delle quinte classi dell’Istituto ‘Miraglia – Sogliano’ di Napoli che hanno presentato e approvato le proposte di legge: “Uno spazio verde: salute per il corpo e per la mente” e “Rilancio di piazza Nazionale e Quartiere Vasto”. I ragazzi hanno poi illustrato al consigliere una piccola inchiesta condotta da loro sulla ‘Terra dei Fuochi’.

A promuovere l’iniziativa e ad accompagnare gli studenti sono state la dirigente scolastica Beatrice Mancini e le docenti: Teresa Gentile, Aurora Pelliccia, Sofia Paoli, Veronica Topo, Simona Cantamessa e Susi Boffo

read more
Terra dei fuochi

Spaventoso incendio a Casoria ,ennesimo disastro ambientale

20190214_111004

 

di Anna Rita Canone

0

Da stamattina  si  susseguono immagini e notizie sul grave incendio che ha interessato una fabbrica di alluminio a Casoria.
Le prime immagini mostravano un fumo rosa nei pressi della stazione e le prime notizie parlavano di un incendio all’Alenia. Poi sono arrivate altre terribili immagini, con smentita della località: si tratta della fabbrica di Cerbone, alle spalle di Eurospin. Una nube nera, visibile fino a Calvizzano, ha invaso la zona. C’era chi chiedeva sui social l’eventuale viabilità: la zona è bloccata.
Ennesimo attacco in una terra già martoriata di suo, si invoca una più capillare presenza dell’esercito e delle Forze dell’Ordine e un maggiore interessamento dei politici locali a prevenire questi barbari attacchi contro la popolazione che poi ne è costretta a respirare i veleni.

read more
Terra dei fuochi

Antonio Del Monaco: ” Ancora una volta un disastro ambientale nella nostra martoriata terra”

IMG-20190131-WA0003

 

La Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, pochi giorni fa, ha disposto il sequestro di dodici pozzi utilizzati per uso domestico e irrigazione nel territorio di San Nicola La Strada (CE), in località “Piscina Rossa”. In questi pozzi è stata riscontrata una severa contaminazione da metalli pesanti, in particolare da Arsenico, sostanza ad elevata tossicità; inoltre, a seguito dei carotaggi eseguiti in loco, sono stati rinvenuti grossi quantitativi di amianto. Dalle indagini anche di natura storica, è emerso che la contaminazione da Arsenico risale all’epoca in cui l’ex Opificio Saint Gobain utilizzava l’area per sversare le acque residue del processo industriale di lavorazione del vetro; è stato assodato altresì che più soggetti, tra cui enti pubblici, conoscessero da anni questa “bomba ecologica” e non avessero assunto alcuna iniziativa utile a farvi fronte.
Ancora una volta un disastro ambientale nella nostra martoriata terra. Non possiamo far finta di niente chiudendo gli occhi e tappandoci il naso. Siamo dei criminali che stanno lasciando alle generazioni future un habitat inquinato e forse senza soluzioni di bonifiche. Quello che più rattrista è che tutto ciò sembra così lontano da noi e facciamo finta che non esista sotto i nostri piedi o in ciò che mangiamo e beviamo. Bisogna alzare il tiro sulla cura dell’ambiente andando oltre il semplice discorso repressivo, ma sviluppando realmente un percorso culturale che abbia come pilastri fondamentali la promozione alla salute e la prevenzione.

 

read more
1 2 3 5
Page 1 of 5