close

Video

ArteCulturaMusicaOpinioniVideo

Due chiacchere con Maxò: “l’Indifferente” si racconta.

maxodelvecchio3
loading...

di Rosa Meola

13095981_10208910235415271_499857777158548514_n

Direttamente dai microfoni di Radio Prima Rete Massimiliano Del Vecchio – in arte Maxò – si racconta attraverso parole e musica.
Racconta delle sue esperienze passate, di quelle che lo hanno lanciato nel mondo della musica, nonché dei progetti presenti e futuri, con i quali sogna di spingersi un po’ più in là.
Racconta le sue emozioni e il suo vissuto, che impregnano anche tutti i suoi pezzi.

Ma scopriamo innanzitutto chi è Maxò Del Vecchio: cantautore e chitarrista casertano, è cresciuto a pane, musica e chitarra.
Muove i suoi primi passi nel mondo della musica sin dall’infanzia grazie ad un’improvvisata chitarra, recuperata dando nuova forma e vita ad una racchetta da tennis di suo fratello. Per evitare, dunque, che il piccolo Massimiliamo distrugga mezza casa, finalmente arriva una vera chitarra, con la quale comincia a suonare e cantare da autodidatta le canzoni dei suoi miti di sempre.
Inizialmente Maxò si limita a suonare e cantare cover insieme alla sua band, ma sin da adolescente è forte in lui l’esigenza di scrivere, cantare ed esprimere se stesso. Scrive i primi pezzi già a 15 anni, brani acerbi, mai prodotti che, ad oggi, rievoca con affetto.
Ai 20 anni che risalgono, invece, i primi pezzi di un certo spessore musicale. E infatti, dopo anni di esibizioni nei locali della provincia, decide di registrare i primi tre brani inediti da lui composti “Storie di eroi”, “Sono qui” ed in versione live Studio “Tira fuori tutto”.
Nel 1998 inizia un avventura lavorativa come cantante chitarrista, senza mettere mai da parte il sogno di produrre qualcosa di nuovo, personale e originale. Un sogno che diventa realtà nel 2015, con la pubblicazione del primo album auto prodotto dal titolo “Uno Sbaglio non è Sempre un Errore”.

maxodelvecchio2
“ E’ la vita, è tutto appeso a un filo, a sottili coincidenze, che non puoi manovrare devi lasciarti trasportare.. E’ la vita… E’ tutta appesa a un filo, ad un solito destino, che non puoi cambiare… segui i tuoi sogni e lascialo fare…”
Così canta Maxò, eseguendo dal vivo per gli ascoltatori di Radio Prima Rete “Solito Destino”, pezzo tratto proprio dall’album “Uno Sbaglio non è Sempre un Errore”.

Parole che raccontano perfettamente il progetto musicale del cantautore, giunto ad importante traguardo professionale e personale.
Un traguardo che rappresenta solo il punto di partenza per nuovi importanti progetti: è da poco uscito, infatti, “L’indifferente”, ultimo singolo scritto dal cantautore casertano, che vede la collaborazione del chitarrista Paolo Vozza e del quale é stato da poco pubblicato anche il videoclip.
Un pezzo che rappresenta l’evoluzione e la nuova maturità dell’artista, capace di mescolare abilmente pop e rock, musica e parole, emozioni personali e universali, nelle quali ognuno può riconoscersi.
E’ questa, infatti, la vera forza di Maxò: la capacità di parlare in maniera diretta e raccontare in musica storie ed emozioni private, che alla fine diventano quelle di tutti.
Come ne “L’indifferente”, in cui si canta la dolceamara verità secondo cui, nonostante tutto, nessun essere umano potrà mai restare indifferente alla vita e alla sua straordinaria semplicità.
O ancora in “Amore perché” -brano tratto dall’album “Uno sbaglio non è sempre un errore” – in cui i tremori, le paure, i battiti del cuore del cantautore diventano quelli di tutti coloro che amano e vivono intensamente l’amore, giovane o maturo che sia.

Pezzi che Maxò scrive di getto, di pancia, secondo l’emozione del momento, che arrivano al cantautore quasi come piccoli miracoli che poi regala al pubblico, locale e non. Numerosi sono infatti i fans che lo hanno conosciuto e continuano a scoprirlo attraverso le sue numerose esibizioni live, in Italia ma non solo.
Concerti in cui, oltre alla sua voce e alla sua chitarra, ad accompagnarlo ci sono anche Paolo Nastro alle tastiere, Michele Roggiero al basso, Carmine Silvestri alla batteria, Massimo Nastro alla chitarra e Antonello Petriccione alle percussioni (presenti anche nel videoclip de “L’indifferente”).
Al momento qualcosa bolle già in pentola e diverse sono le novità che aspettano l’artista: un nuovo pezzo – “Passeranno i giorni” – è stato già scritto ed è pronto per il successivo lavoro di arrangiamento e revisione.
Se volete saperne di più, venerdì 13, alle ore 18.00 circa, presso la Libreria Spartaco di Santa Maria Capua Vetere(CE) avrete la possibilità di ascoltare Maxò Del Vecchio dal vivo e di conoscere la sua storia nonchè quella che si cela dietro le sue canzoni.
In questo caso, scoprire questo artista non sarà né uno sbaglio né un errore, fidatevi.

 

Per saperne di più:
https://www.facebook.com/Max%C3%B2-Del-Vecchio-37509846887/?fref=ts

read more
0
Close