close
Cinema

Fantasticherie di un passeggiatore solitario

fantasticherieposter

Una sorpresa italiana, recente, che dà speranza al cinema del bel paese. Gaudio ci fa vivere l’avventura di alcuni racconti dell’immaginario collettivo, con diverse tecniche narrative cinematografiche.

I protagonisti e gli scenari sembrano presi un po’ da Tim Burton.

Il regista dà ampio spazio alla slow motion.

La storia sembra una classica narrazione fantastica che oserei definire quasi onirica.

Il protagonista dopo aver trovato un taccuino inizia uno strano “viaggio” alla ricerca dell’autore del romanzo che sta leggendo.

In uno strano negozio il nostro protagonista verrà a conoscenza della strana storia del libro, che sembra nascondere moltissimi segreti non svelati.

Una delle fantasticherie del libro sembra che si possa effettuare.

Si scopre in seguito che lo scrittore del libro ha scritto la storia della base all’interno del testo, quella di un ragazzo che insegue un vecchio per conoscere i suoi segreti ( il tutto rappresentato in claymotion). Lo scrittore del libro ha catturato una specie di demone piccolo che gli permette di trasformare in realtà molte fantasie.

Cornici su cornici andiamo a scoprire di più su questo libro “maledetto”. Il film si chiude con il protagonista che

0
Close