close
Senza categoria

Gramellini riaccende il cervello, troppo tardi!

20158082_10155338570722530_2220020225158169241_o-2

Massimo Gramellini è un giornalista e scrittore italiano, vicedirettore del Corriere della Sera. Una vita spesa all’insegna del giornalismo con 28 anni all’attivo alla Stampa, per poi passare al corriere.

Dirige e pubblica una piccola rubrica nella quale evidenzia certi paradossi del nostro paese, tale rubrica si chiama “Il Caffè” e offre spesso importanti spunti di riflessione.

Sfortunatamente solo oggi è arrivato a riflettere in maniera retta in materia di immigrazione, scoprendo l’acqua calda.

L’immigrazione soprattutto quella dei famigerati e presunti rifugiati è un’arma a doppio taglio, in quanto, e lo sappiamo bene nel nostro paese, in una dittatura, le prigioni sono occupate sia dai dissidenti politici sia da criminali comuni. In galera ci vanno nelle dittature anche i criminali che ci andrebbero nelle democrazie più perfette (ladri, stupratori, assassini); quindi anche se il nostro amico Diallo non fosse il criminale qual è probabilmente neanche qui si sarebbe trovato male.

Faglielo capire ai sinistronzi…

Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.
Close