close
Senza categoria

GRUPPO DIGNITA’ FORENSE CONTRO LA GESTIONE DEL PRESIDENTE GRILLO

13410376_10206449841153486_1482852176_o (1)
loading...

Sono ormai trascorsi cinque mesi di Presidenza dell’Avv. Grillo (la cui genesi è a tutti nota) ed è tempo di un parziale bilancio che, purtroppo per la Classe, è, ad avviso di questa minoranza consiliare, negativo.

Annotiamo sul punto:

–        mancata concretizzazione dei protocolli d’intesa con gli Uffici Giudiziari del Circondario (Tribunale e Giudici di Pace);

–        mancato monitoraggio ed omessa pressante attenzione alle disfunzioni degli uffici giudiziari;

–        mancata comunicazione alla classe di notizie afferenti eventuali possibilità lavorative (da questo link vedi per tutte nota ANAS mai diffusa ai colleghi ed addirittura portata all’attenzione del Consiglio dopo la sua scadenza !!!)

–        mancato svolgimento  di varie sedute Consiliari per difetto di numero legale (onere della maggioranza, chiaramente). In taluni casi la minoranza non poteva sopperire per l’assenza congiunta della maggioranza tutta, in altri ha ritenuto politicamente inopportuno puntellare la claudicante maggioranza, in altri ha offerto i propri numeri per garantire lo svolgimento di Consigli aventi all’O.d.G.  temi di interesse generale. Nulla poté, pur volendo, al Consiglio preparatorio della riunione ministeriale per l’edilizia giudiziaria poiché della maggioranza era presente il solo Presidente ! E, numeri e nomi alla mano, solo per responsabilità della minoranza si è potuto svolgere l’ultimo giuramento avvocati !

–        disprezzo delle legittime istanze dei consiglieri di opposizione avanzate solo ed esclusivamente nell’interesse della Classe. A tal proposito è emblematica la “scomposta reazione” del Presidente Grillo alle legittime richieste del Segretario  sui temi dei protocolli d’intesa e dei giuramenti. Addirittura ha ritenuto pubblicare sul sito (usato molto “personalmente” e come “clava” in talune circostanze) una nota che appare come una sterile difesa di chi si sente leso nella sua “maestà”. Omettendo (il Presidente) chiaramente di pubblicare gli atti propedeutici sui temi (cfr. questo link).

In definitiva, confidiamo che almeno questa nota sproni la maggioranza a definire i temi sospesi da troppo tempo mentre il Tribunale rischia di morire, se non per l’edilizia giudiziaria o per disegni politici a danno del circondario, per la mancanza di personale amministrativo e giudici.

0
Close