close
Politica

“IL CONFRONTO È ORA”, SABATO E DOMENICA PROSSIMI, ALL’EX CANAPIFICIO DI CASERTA, PRIMO CICLO DI INCONTRI PER UN CENTROSINISTRA NUOVO, DIVERSO E PLURALE. SGAMBATO (PD): RADICALITÀ, SINISTRA, LAVORO E MEZZOGIORNO SONO I TRATTI DELLA NOSTRA IDENTITÀ PER RICREARE UN RAPPORTO CON IL NOSTRO POPOLO”

20181108_142349

 

 

 

 

 

Confrontarsi a tutto campo partendo dal tema dei diritti di tutti per costruire la nuova casa del centrosinistra italiano, è questa la mission della due giorni di dibattiti, tavole rotonde, letture e presentazioni di libri in programma sabato 10 e domenica 11 prossimi nell’ex canapificio di viale Ellittico, a Caserta.

Si partirà sabato pomeriggio, dopo i saluti del sindaco Carlo Marino, di Fabio Basile del centro sociale e della componente della direzione nazionale del Pd, Camilla Sgambato, con la maratona dei diritti dei più deboli, fra i quali gay, immigrati, detenuti ed ambientalisti; quindi, il reading, a cura di diversi esponenti della società civile e del terzo settore, di testi e scritti e, a seguire, dibattito su “Sinistra: passato o futuro”.

La serata di sabato sarà dedicata alla proiezione del film “Sulla mia pelle”, la storia degli ultimi giorni di vita di Stefano Cucchi, mentre domenica mattina spazio a due tavole rotonde su altrettante iniziative legislative ora all’esame del Parlamento: la prima sul disegno legge Pillon: “Affido condiviso o medioevo dei diritti?”, e la seconda sul decreto immigrazione e sulla proposta di legge Ero Straniero – Prevenzione e azioni mirate per la protezione sociale e la sicurezza dei cittadini.
Nel prosieguo, alle 17 sempre di domenica, è in programma la presentazione del libro “I rassegnati” di Tommaso Labate; quindi, l’’ultimo appuntamento della giornata che chiuderà l’intera iniziativa, è previsto alle ore 19 e riguarderà “Mezzogiorno: una nuova questione meridionale”.

Tra gli ospiti della due giorni, l’ex ministro della Giustizia Andrea Orlando, l’ex sindaco di Napoli Antonio Bassolino, gli europarlamentari Pd Pina Picierno e Andrea Cozzolino, i deputati Riccardo Magi dei Radicali Italiani e di LeU Federico Conte, il vice sindaco di Napoli, Enrico Panini, il componente della direzione nazionale del Pd Marco Sarracino, la segretaria regionale della Cgil Elisa Laudieri, il consigliere regionale Gianluca Daniele, del deputato di LeU Federico Conte Mauro Palma, garante nazionale dei diritti delle persone detenute, il presidente nazionale dei Giovani Democratici Michele Masulli, Andrea Sannino, presidente Arci Gay di Napoli, Michele Buonomo della segreteria nazionale di Legambiente, Franco Vittoria della Federico II, Marco Furfaro di Futura, Doriana Buonavita segretaria regionale della Cisl, Nicola Ucciero del Cda della fondazione Sudd.

“C’è la forte necessità di creare un campo ampio di sensibilità che metta insieme concetti e temi chiave quali la radicalità la sinistra, il lavoro ed il Mezzogiorno, parole queste ormai desuete ma che delineano un’identità vera. Solo attraverso di esse e recuperando questa identità sarà possibile rammendare con ago e filo il rapporto con la nostra gente. Ecco perché c’è il bisogno, ormai non più procastinabile, di scegliere a chi parlare.
Sono anni che il Pd a Caserta non promuove seriamente momenti di confronto, ricerca, riflessione, apertura. Di ricucitura. Sabato e domenica avvieremo una rete di sensibilità per costruire l’alternativa alle destre. Senza simboli. Senza sterili protagonismi. Per cercare ciò che ci unisce e non ciò che ci divide. Per usare ago e filo con le nostre comunità.
Un confronto con associazioni, sindacati, cittadini impegnati nel terzo settore, centri sociali, politici, studenti, lavoratori, professionisti,
Dal dibattito con Orlando, Furfaro e Bassolino, al libro di Tommaso Labate, dalla discussione sul mezzogiorno con il vice sindaco di Napoli Panini, Daniele, Cozzolino, al contributo di Lella Palladino, Picierno, l’Anpi, i giovani democratici, Riccardo Magi dei Radicali Italiani, da Legambiente a suor Rita Giarretta e padre Manganiello da anni impegnati con gli ultimi, dal film sugli ultimi giorni di Cucchi ai tanti esponenti di una sinistra che può e deve essere unico argine alla pericolosa deriva che si sta prefigurando per il Paese”, dichiara Camilla Sgambato nel presentare l’intera manifestazione in programma nel fine settimana a Caserta.

 

Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.
Close