close
Santa Maria a Vico

Il degrado “riposa” al cimitero di Santa Maria a Vico.

cim 3

Versa in condizioni a dir poco vergognose l’ala nuova del  cimitero comunale di Santa Maria a Vico. Degrado, rifiuti, erbacce e persino abbandono, o meglio deposito, di materiali di risulta di lavori edili; sono in bella posa da mesi i sacchi con l’asfalto rimosso dai tetti, un affronto ai cittadini e alla memoria dei defunti. Gli spazi verdi incolti, la vegetazione spunta dall’asfalto con ovvie conseguenze di sollevamento dello stesso. I cittadini fanno a gara per pulire ed estirpare le erbacce per evitare che si rovini la pavimentazione ma di più sarebbe impossibile. Il giro per il camposanto sammaritano è desolante, al degrado si aggiunge il perdurare dei furti di fiori, di piante, di rosari, di ricordi, persino dei bulloni dei loculi. È indubbio che se vi fosse maggiore manutenzione ed attenzione, oltre che decoro, anche i ladri si sentirebbero meno liberi di agire. Non è la prima volta che diamo voce alle critiche dei cittadini che, ahimè, dovranno attendere la festività del due novembre per assistere al tripudio di piante (sempre che si ricordino della zona nuova) e di “restyling”. Dopo anni di tira e molla giudiziario, con tutti i problemi che hanno subito i parenti dei defunti inumati sarebbe ora di mettere fine a questa situazione. “Una civiltà che non rispetta i morti non merita di sopravvivere”, facciamo nostra la citazione di Ugo Foscolo e non aggiungiamo altro.

 

 

Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.
Close