close
Senza categoria

IL SINDACO SI COMMUOVE AL BICENTENARIO DEI PADRI OBLATI

image
loading...

La folla delle grandi occasioni ha voluto partecipare alla solennità delle manifestazioni del bicentenario della Fondazione Padri Oblati di Maria Immacolata, nel giorno della conclusione del mese mariano nell’anno del Giubileo della Misericordia, e il sindaco Andrea Pirozzi ha colto l’occasione per inaugurare Piazza Aragona dopo i lavori di restauro, e proprio al primo cittadino santamariano è stata consegnata la chiave della cappella dove per qualche ora i fedeli hanno potuto ammirare e pregare la santa protettrice di Santa Maria a Vico e l’intera Valle. Dopo il taglio del nastro una suggestiva processione, con figuranti che hanno indossato abiti d’epoca aragonese, ha accompagnato la statua della S.S Assunta lungo la piazza per essere poi collocata nella cappellina dove è stata per tanti secoli, prima di essere posata nella cappella dell’ala destra della Basilica, in seguito al voto fatto da Ferdinando D’Aragona, che fece costruire l’intero complesso Aragonese. Dopo un piccolo rito religioso e la benedizione impartita da padre Saverio Fabiano, padre Angelo D’Addio ha narrato la storia della statua lignea e il perché dei trasferimenti. “La benedizione virtuale della Madonna Assunta su questa piazza e su tutti noi mi emoziona -lo ha dichiarato il sindaco Andrea Pirozzi, visibilmente emozionato di fronte alla folla che ha gremito la piazza, punto di riferimento di migliaia di fedeli. – Sappiamo bene di avere arrecato qualche disagio ai cittadini e soprattutto ai commercianti, ma insieme alla mia squadra amministrativa stiamo lavorando a una serie di iniziative per il rilancio economico del nostro paese”. La manifestazione è continuata con la celebrazione della Santa Messa, alla quale hanno partecipato molti esponenti politici della Valle di Suessola, e con il rientro in basilica della statua di Maria S.S Assunta accompagnata da una fiaccolata, a conclusione il superbo e straordinario spettacolo dei fuochi pirotecnici. A padre Saverio Fabiano e padre Angelo Daddio un grazie particolare del sindaco per la collaborazione e la disponibilità.

0
Close