close
PRESENTAZIONE LIBRO LA FABBRICA DEI VELENI

Ci sono episodi rivelatori che hanno la capacità di far capire cose che, sotto la grancassa della propaganda, vengono sempre storpiate o edulcorate. E’ il caso dell’episodio accaduto al Senato qualche giorno fa: il senatore del Pd Felice Casson,già magistrato autore in passato di inchieste che hanno fatto la storia del nostro paese come quella sulla struttura di infiltrazione militare in Italia Gladio, presenta un emendamento alla riforma del processo penale che blocca la prescrizione del processo subito dopo la condanna in primo grado. Una riforma sacrosanta, invocata dai magistrati più volte, che metterebbe fine alla vergogna delle centinaia  di migliaia di processi che ogni anno vanno in fumo a causa della legge ex-Cirielli del 2005 (governo Berlusconi) che accorcia i termini di prescrizione e rende praticamente impossibile perseguire moltissimi reati, in primo luogo quelli finanziari. Un distratto direbbe ”è fatta dunque”. Purtroppo , il giorno dopo gli alleati di governo del Pd nella veste di Schifani , capogruppo Ncd al Senato, richiama ”all’ordine” l’alleato dem mettendolo in guardia da lesioni dell’alleanza di governo se dovessero verificarsi alleanze trasversali alternative ( il M5S aveva appena detto di votare subito questo emendamento sacrosanto) . Risultato? Una delle indispensabili norme che risolleverebbero le sorti della giustizia italiana viene destinata, come la rivoluzione di Flaiano, a data da destinarsi. Giusto per far capire a chi ancora non ci è ancora riuscito, chi vuole veramente che la giustizia funzioni e chi no.

0
Close