close
raccolta_differenziata
loading...

Non per quanto riguarda l’ambiente, per quello è un guaio proprio la presenza dell’uomo, qui parliamo di rifiuti e di raccolta differenziata.

Le nostre sono esistenze caotiche, frenetiche e spesso anche una sola virgola, in più, ci costa moltissimo stress. Una virgolona, scocciante, shoccante, è quella che ci costringono a porre per quanto concerne la raccolta differenziata.

La raccolta differenziata, porta a porta, è la costrizione da parte dell’autorità a decidere cosa gettare e in quali giorni.

Insomma è una cosa alquanto di sinistra, poiché siccome ti costringono a buttare l’umido solo in giorni prestabiliti, decidono anche i tuoi consumi.

E’ già in base a questo dovrebbe essere assurda come cosa.

Ma direte, l’ambiente… I consumi… L’europa lo chiede…

Se siete di questo avviso allora vi pongo davanti a un’altro interrogativo. Uno di natura economica. Vi è un risparmio economico o ambientale vero?

I rifiuti devono essere trasportati, smistati e riconvertiti (sempre che venga fatto), con lauto guadagno da parte delle aziende, producendo inquinamento, minore, forse, rispetto a quello causato da una discarica.

Ma l’Italia ricicla un sacco come mai abbiamo le tasse sui rifiuti più alte d’Europa?

Come mai in Italia vi sono i focolai di morte per rifiuti più alti?

La risposta a questa domanda è che la filiera della differenziata è gestita, come molte altre cose nel nostro paese, dalle mafie e dalle sinistre, che sono grosso modo la stessa cosa.

Va bene, direte voi, allora cosa fare?

Ripristinare i bidoni per inserire la spazzatura differenziata in modo da poter buttare tutto, tutti i giorni, non creando un tremendo disservizio ai cittadini.

Esempio: Pannolino sporco, cioè un bambino dovrebbe svolgere i suoi bisogni solo nei giorni stabiliti? Assurdo.

 

Tags : differenziataemergenza rifiutirifiutiscoopTassa sui rifiuti
0
Close