close
cronaca

Omicidio De Rosa convalidato il fermo a due extracomunitari

3851630_1049_carabinieri_giorno

 

 

Nella giornata odierna, il G.I.P. del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, ha convalidato
il fermo d’indiziato di delitto disposto da questa Procura ed eseguito dai Carabinieri del Nucleo
Operativo della Compagnia di Mondragone, nei confronti di un cittadino algerino, Muhamed Bin
Raba nato in Algeria il 21.02.1693, e uno rumeno, Florin Mocian nato in Romania il 20.10.1999,
entrambi ritenuti responsabili in concorso dell’omicidio di Salvatore De Rosa, ci. 61, avvenuto a
Mondragone loc. Pescopagano il 17 novembre u.s..
Secondo la ricostruzione degli eventi conseguente ad una complessa attività d’indagine, si
accertava che la sera del 17 novembre le due persone fermate si erano recate presso l’abitazione
della vittima; in particolare, mentre Florin Mocian guidava uno scooter rubato e attendeva
all’esterno della casa della vittima, Muhamed Bin Raba – armato di fucile illegalmente detenuto e
modificato a canne mozze con proiettili da caccia al cinghiale – si introduceva all’interno del
condominio esplodendo un colpo letale all’addome di De Rosa.
Veniva ricostruita la causale dell’assassinio, condotta ritorsiva per futili motivi conseguente
ad una pregressa discussione intercorsa tra i responsabili, la vittima ed altra pesona. Poche ore
prima, l’algerino aveva infatti preteso, sotto effetto di sostanze alcoliche di entrare nello stabile,
salvo poi minacciare vendetta essendo stato allontanato dalla vittima.
Subito dopo l’omicidio l’indagato sferrava diversi calci contro l’uscio dell’abitazione
dell’altro italiano che aveva partecipato al precedente litigio cercando di accedere nella casa per
proseguire la sua vendetta omicidiaria. Non riuscendo ad entrare, tornava in strada esplodendo un
ulteriore colpo che avrebbe potuto uccidere due donne, fortunatamente rimaste illese, affacciate ai
balconi di casa e in preda al panico.
Le indagini, avviate immediatamente nottetempo, dirette dalla Procura di Santa Maria Capua
Vetere ed eseguite dai Carabinieri di Mondragone, con la fattiva e determinante collaborazione
della Sezione Rilievi dei CC di Caserta e dei Carabinieri della Compagnia di Marano che, sin dalle
prime ore della notte, hanno fornito importanti elementi per consentire il rintraccio dei due indagati.

Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.
Close