close
ouija_2014_poster
loading...

Una versione moderna di Spiritika 1 e Spiritika 2.

« Non devi mai farlo da sola. »
(Debbie)

Debbie e Lane sono due ragazzine. Il loro gioco ideale è far finta di comunicare con i morti mediante una tavola Ouija. Le regole del gioco sono tre: non giocare mai da soli, non giocare in un cimitero e salutare sempre. Debbie, però, infrange la prima regola e muore impiccata. Lane, addolorata, si chiede se la morte della migliore amica sia stata voluta da lei o se sia stata uccisa. Cerca di contattarla mediante la tavoletta insieme a sua sorella, il suo ragazzo e i suoi amici Isabelle e Pete. Si recano alla casa di Debbie, e svolgono la seduta spiritica, quando la tavoletta comincia a muoversi; pensano che sia Debbie e lasciano la casa spaventati. Tornano una seconda volta, per parlare con lei, ma scoprono che non è Debbie ma è “DZ”, lo stesso spirito che ha parlato con Debbie prima che morisse. Lane si porta la planchette all’occhio e riesce a vedere una bambina bionda con la bocca cucita.

La stessa sera, Isabelle muore nel suo bagno. Il susseguirsi di morti degli amici di Lane la portano nella soffitta di Debbie, dove trova delle foto che raffigurano una madre con le due figlie. Trova, inoltre, un quotidiano che racconta la scomparsa di una ragazzina di nome Doris. Va a trovare la sorella di Doris in un ospedale psichiatrico, dove lei le spiega che per spezzare la maledizione bisogna tagliare i fili che legano la bocca di Doris. Lane, Sarah, Trevor e Pete si recano nella cantina, dove vengono attaccati dalla madre di Doris, e trovano il corpo tagliandole lo spago che ha tra le labbra. Ma a quanto pare non serve a niente, perché muore anche Pete. Lane torna dalla sorella di Doris; scopre che quest’ultima le ha mentito, Doris era lo spirito cattivo; la madre cercava solo di proteggerli. Lane corre da Nona, che le dice di bruciare il corpo della ragazzina e la tavoletta. Le due sorelle tornano alla casa di Debbie ma nel frattempo Trevor viene affogato nella piscina dallo spirito di Doris.

Nel frattempo, Sarah viene trascinata nello scantinato dallo spirito maligno di Doris; per proteggere la sorella, Lane usa la tavoletta da sola invocando Doris; lo spirito maligno, rispondendo al richiamo, si mette in contatto con lei e tenta di ucciderla. È solo grazie all’intervento dello spirito di Debbie che Lane riesce a sopravvivere. Nel frattempo Sarah brucia il cadavere di Doris, Lane brucia la tavoletta ed entrambe fanno ritorno a casa. Una volta arrivate, Lane trova la planchette sulla scrivania, se la porta davanti all’occhio e ci guarda attraverso.

ouija_2014_poster
0
Close