close
Ariel MarinoMusicaSanta Maria a Vico

Sara D’Allocco, del corso di pianoforte, suona in diretta su RaiTre

no thumb
Sara D’Allocco, del corso di pianoforte, suona in diretta su RaiTre
“Alle Falde del Kilimangiaro” con Licia Colò e Dario Vergassola
SANTA MARIA A VICO – Nuovo riconoscimento per l’associazione “Fa Re Musica” di Santa Maria a Vico ed i suoi maestri. Dopo che lo scorso settembre Antonio Muto, maestro del corso di percussioni, era stato scelto come testimonial per il lancio della nuova batteria Evo 1.0 della DSdrums, domenica 24 novembre Sara D’Allocco, maestra del corso di pianoforte, ha suonato nel corso di una trasmissione in onda su RaiTre.
La trasmissione in questione era “Alle Falde del Kilimangiaro”, il programma di viaggi condotto da Licia Colò, in onda di domenica pomeriggio dagli studi Rai di Napoli.

Sara D’Allocco ha suonato in duo pianistico con Andrea Barbato la seconda danza slava tratta dall’opera 72 del compositore ceko Antonin Dvorak. Il brano è stato scelto per rendere omaggio al compositore di Praga, città cui era dedicato il successivo servizio.

«Mi fa molto piacere – afferma emozionata Sara che, oltre a tenere il corso di pianoforte, presso l’accademia “Fa Re Musica tiene anche i corsi di propedeutica e solfeggio – essere stata chiamata ad interpretare una delle Danze slave, che sono tra le opere più importanti di Dvorak. E’ successo tutto per caso: tempo fa stavamo suonando ed evidentemente qualcuno degli autori della trasmissione ci hanno notato, ha contattato la mia docente e siamo stati selezionati per una sorta di audizione con gli autori, che si è tenuta il giorno prima. Partecipare è stata una vetrina importante a livello televisivo, anche perché abbiamo dovuto suonare in diretta ed è stato, oltre che emozionante, allo stesso tempo impegnativo, visto che tutto è stato realizzato in poco tempo. Già avevo fatto esperienze importanti in altri contesti ma questa televisiva è stata molto bella ».
Soddisfazione anche per il presidente dell’associazione Daniele Dogali. «Sara – dichiara compiaciuto – è il nostro orgoglio. “Fa Re Musica” grazie ai suoi maestri si sta affermando sempre più come una realtà importante a livello regionale».
 “Fa Re Musica” nasce nel 2005 grazie alla volontà dei maestri Daniele Dogali e Carlo Feola e si presenta, attualmente, come una realtà ben consolidata. Avvalendosi della professionalità di numerosi insegnanti, l’associazione muove i suoi primi passi su un territorio difficile, come quello campano, ma cresce sempre di più in idee, attività ed iscritti, facendosi conoscere anche oltre i confini della propria regione. Il motore di tutto è l’idea da cui prende vita: far arrivare ai giovani, e a chiunque altro lo desideri, la “forza” della musica offrendo la possibilità di vivere ed avvicinarsi ad un mondo ricco di emozioni.
Dal 2008, grazie anche alla preziosa collaborazione instauratasi con Ciro Manna, l’associazione “Fa Re Musica” è impegnata nell’organizzazione di clinics didattiche e di concerti, che hanno visto la partecipazione di artisti internazionali, come Frank Gambale,Greg Koch, Steve Vai, Robben Ford, Carl Verheyen, Andy Timmons, Greg Howe, Guthrie Govan, Paul Gilbert, Steve Smith, Steve Lukather.
SARA D’ALLOCCO 
Sara D’Allocco nasce a Caserta nel 1986. Intrapreso lo studio del pianoforte all’età di nove anni e, sin da piccola, si esibisce in vari festival pianistici provinciali. Partecipa a numerosi concorsi Pianistici Regionali, Nazionali ed Internazionali, classificandosi sempre tra i primi posti, come il Concorso Nazionale “Flegreo” di Napoli, in cui si classifica prima con una votazione di 98/100 ed il Concorso Nazionale “Città di Viterbo” un cui arriva seconda.
Partecipa ai concorsi pianistici anche in formazione duo a quattro mani con il pianista Gennaro Musella, con cui risulta vincitore del Primo Premio al Concorso Nazionale “Napolinova” 2010, del Primo Premio Assoluto al 15° Concorso Nazionale “Flegreo” e al Concorso Nazionale “A.C.L.I.” di Santa Maria Capua Vetere.
Sotto la direzione del M. Angela Morrone, consegue il Diploma Accademico di II Livello con il massimo dei voti e lode presso il Conservatorio di Napoli San Pietro a Majella. Segue diverse lezioni tenute dal M. Arkadi Zenziper a Dresda ed è iscritta al II anno del II Livello in “Musica da Camera” presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli. Di recente si è esibita, in duo pianistico , a quattro mani, in occasione della Festa della Musica, presso la “Feltrinelli” di Napoli, in via Chiaia. Di recente di esibisce per l’Associazione Culturale “Cypraea”, presso la sala “Bilotti” dell’Archivio di Stato di Salerno, con un programma che la vede sia solista che parte di duo a quattro mani, nell’esibizione di un’opera di Burgmein (G. Ricordi) mai eseguita prima sul territorio campano.
read more
PoliticaSan Felice a Cancello

Mistero sui contributi alle associazioni di San Felice a Cancello

no thumb
Migliaia di euro dati a società fuori dal territorio comunale
MISTERO SUI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI DI SAN FELICE A CANCELLO
Il Pd accusa: vicinanza dei beneficiati agli ambienti dell’Amministrazione sanfeliciana
SAN FELICE A CANCELLO – Di fronte ad alcune novità degli ultimi giorni, il Partito democratico dopo un’attenta riflessione – è l’inizio di una nota stampa – ritiene di dover far presente il punto di vista dei propri iscritti e quindi di una parte della popolazione sanfeliciana, rimasta quanto meno perplessa per alcune decisioni dell’Amministrazione comunale. La decisione di dare dei contributi ad alcune associazioni davvero è discutibile.

Non siamo contrari ad iniziative che possano dare una mano concretamente al mondo culturale o sportivo locale, anzi, ma non si ha notizia di progetti per l’accesso, né appare trasparente la scelta di chi ne avesse diritto né del metodo di ripartizione o di quantificazione della misura, non avendo trovato traccia delle modalità. In tempi di ristrettezze economiche e di difficoltà nel generale reperimento di fondi è quantomeno criticabile l’intempestività dell’elargizione, a maggior ragione se si tratta di decisioni sospese da tempo (2009). Era proprio necessario darne attuazione adesso, visto che in particolare la cifra più alta (15.500 euro) è stata attribuita ad una società sportiva, che attualmente avrebbe la sede legale fuori dal territorio comunale e quindi il beneficio per San Felice appare molto dubbio? Ed anche per gli altri fondi attribuiti registriamo che da più parti viene fatta notare una vicinanza dei beneficiati agli ambienti dell’amministrazione. Peraltro ciò accade in corrispondenza della decisione dell’aumento delle tariffe Imu, per cui, pur ribadendo ancora una volta di non voler essere demagogici o populisti, essendo coscienti delle estreme difficoltà in cui versa l’Italia e quindi, a seguire, delle strutture periferiche, dobbiamo chiedere la massima trasparenza nelle scelte che vengono adottate, anche a costo di apparire noiosi. La bravura nel reperimento di fondi va di pari passo – se non dopo – con la dimostrazione dell’oculatezza delle decisioni e della capacità di revisione della spesa, a maggior ragione per luoghi periferici in tutto, come da noi. Perché ciò potrebbe contribuire anche a ridurre il rischio, dalle nostre parti molto forte (considerati gli arresti anche recenti), di fomentare o incrementare la criminalità e il disagio sociale e la crescente sensazione di ingiustizia o insoddisfazione.

Anche i lavori in piazza Giovanni XXIII – continuano dal Pd -: erano proprio indispensabili? La riorganizzazione delle piazze a quanto pare è una costante delle ultime amministrazioni, forse per la loro visibilità: ma siamo proprio sicuri che non si possa dare segno di efficienza e di dinamicità in altro modo, che non si possa dare una mano all’economia locale con altre modalità e soprattutto in maniera più equa, ampia e versatile? Ben vengano ad esempio le manifestazioni natalizie, però se sono davvero in grado di contribuire a sollevare la depressione locale – spirituale ed economica – e ad attrarre in modo lungimirante concrete risorse, anche da fuori. Altrimenti sono uno sperpero.
Infine (per ora) chiediamo di fare definitivamente chiarezza con la nuova toponomastica, per le diffuse lamentele riguardo alla distribuzione della posta: spetta solo all’Ente Poste Italiane garantire l’individuazione dei nominativi e chiedere ai propri dipendenti un’attenzione particolare o l’Amministrazione comunale può chiedere o fare qualcosa per ridurre questo continuo inconveniente, che in alcuni casi potrebbe avere risvolti legali?
Circolo Pd di San Felice a Cancello
read more
GERENZA

GERENZA

no thumb
La Tribuna Online è la versione Web del giornale cartaceo La Tribuna, testata registrata al n. 288/82 presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere.DIRETTORE
read more
1 389 390 391
Page 391 of 391
Close