close
Senza categoria

Urgente il marchio Campania Terra Felix

no thumb

Firma se vuoi essere certo di quello che mangi
URGENTE IL MARCHIO CAMPANIA TERRA FELIX

CASERTA – Dopo le analisi effettuate su vari prodotti agricoli campani e il rilevamento di sostanze tossiche nei prodotti agricoli prodotti in zone adiacenti a discariche di rifiuti,si propone, di concerto al ministero delle Politiche agricole un Disciplinare che autorizzi l’uso del marchio “Campania Terra Felix” concesso da un Consorzio di Tutela di cui farebbero parte anche associazioni ambientaliste, per i prodotti campani che siano coltivati su terreni esenti da inquinamento di sostanze tossiche e siano irrigati con acqua proveniente da pozzi artesiani non inquinati.
Si richiede, inoltre, la mappatura e la tassazione e l’analisi, di tutti i pozzi artesiani della Campania, ai fini di individuare i siti inquinati e circoscriverli, impedendo l’irrigazione delle campagne adibite a coltivazioni di prodotti alimentari.
 Ti invito quindi a firmare e diffondere la petizione. In un convegno facciamo il punto sulla realizzazione di una proposta scritta su tale progetto.

http://firmiamo.it/approvazione-di-un-marchio-di-qualita–campania-felix

read more
Senza categoria

“Io Composto”, ora si può. Arrivano 58mila euro per finanziarlo

no thumb
Utilizzo di larve di insetto per modificare il materiale organico
“Io Composto”, ora si può. Arrivano 58mila euro per finanziarlo
Passo importante dell’Amministrazione De Lucia per il progetto
SAN FELICE A CANCELLO – Altro passo importante dell’Amministrazione comunale capitanata dal sindaco Pasquale De Lucia. Con Determina Dirigenziale n° 191/W del 13/11/2013 è stata pubblicata la graduatoria dove si attesta che la città di San Felice a Cancello è rientrata nella Fascia  C (con 58000 euro di finanziamento). Tale cifra servirà a realizzare il progetto “Io Composto”, presentato in giunta comunale n° 62 del 2/7/2013, sul Biocompostaggio Domestico e Collettivo, che prevede l’utilizzo di larve di insetto che pre-compostano il materiale organico derivante dalla raccolta differenziata (frazione umida), attraverso l’ingerimento e la successiva digestione.

Successivamente entrano in gioco i lombrichi che digeriscono il prodotto predigerito dalle larve in tempi ridotti e infine degradano i residui cellulosici (cose che le larve di insetto non fanno) il risultato è un perfetto compost pronto all’ uso in tempi che rendono il processo economicamente vantaggioso rispetto agli standard tradizionali di compostaggio.

Indotto economico estremamente vantaggioso per l’ intera comunità che qualora il progetto sperimentale del Dipartimento di Biologia dell’Università di Napoli dovesse mantenere le promesse scientifiche sperate, il risparmio per l’ ente si aggirerebbe intorno ai 98000 euro l’ anno calcolo facilmente effettuabile tenendo presente che una tonnellata di umido costa intorno ai  137 euro per essere smaltita e considerando che il comune di San Felice produce intorno alle 60 tonnellate al mese il calcolo approssimativo è facilmente individuabile.
Promotore dell’iniziativa è stato Enzo Augusto Esposito consigliere della Seconda Università degli Studi di Napoli, oltre all’ interessamento diretto e costante per lo   svolgimento dei lavori  dell’attuale Amministrazione comunale, del sindaco in prima persona e alla professionalità dell’ingegnere Antonio Basilicata  neo funzionario responsabile all’ambiente , grazie a  questa concreta e  fattiva collaborazione è stato possibile raggiungere i tale traguardo.
read more
1 409 410 411 412 413 414
Page 411 of 414
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.
Close