close
parola
loading...

1) “L’articolo 18 non è un problema, quando vedo un imprenditore mi dice che in Italia non si investe perché la giustizia e la burocrazia non funzionano”.
(Via l’articolo 18 insieme a tutto lo statuto dei lavoratori).
2) “Certo che voglio diventare premier ma passando per le elezioni, non con gli inciuci di palazzo”.
“Lanciamo un hashtag,‪#‎EnricoStaiSereno‬, nessuno ti vuole togliere il posto”.
(Va al governo, precisamente con un “incucio di palazzo” ,cacciando via Letta).
3)”La legge elettorale deve ridare ai cittadini il diritto di scegliersi i propri rappresentanti”.
(Per il Senato le elezioni le ha proprio abolite, per la Camera grazie al sistema dei capolista bloccati e delle candidature multiple i 2/3 dei deputati se li scelgono le segreterie dei partiti).
4)”Se perdo il referendum me ne vado”.
(Non appena i sondaggi rovinano il suo sogno di plebiscito, si rimangia la parola).

5)”Via i partiti dalla Rai”

(Consiglio di amministrazione della Rai nominato con la Legge Gasparri che cristallizza la più che trentennale lottizzazione, non contento ”riforma” il Servizio Pubblico Rai delegando ad un uomo suo di fiducia poteri da amministratore delegato e ponendolo di fatto al comando indisturbato dell’azienda).


In quale paese democratico un tizio così non verrebbe sbeffeggiato dalla “stampa” fino ad ottenere le sue dimissioni?

0
Close