close
Santa Maria a Vico

Progettazione partecipata: coinvolti i residenti della frazione Maielli

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 “È stato un dibattito costruttivo, se non altro perché si stanno davvero impegnando a far rinascere il borgo, bisogna aspettare e avere fiducia perchè se sono chiacchiere anche stavolta lo scopriremo presto”. Si sintetizza in questa frase il pensiero di molti abitanti della frazione Maielli dove ieri si è tenuta la prima riunione sulla progettazione partecipata per la nuova accessibilità delle frazioni  “Papi” e “Maielli”. “ Possiamo aggiungere  che il borgo ha avuto l’ impressione che questa volta si faccia sul serio, anche se ovviamente i tempi di realizzazione non saranno proprio imminenti. I residenti si sono sentiti piuttosto coinvolti, infatti non hanno avuto remore ad esporre qualche suggerimento che il gruppo di progettisti ha ben accolto. Ha colpito molto la partecipazione dei giovani del posto che erano tutti schierati in prima fila”.  Il progetto prevede una strada di collegamento panoramica da via Borgate Alte alla frazione “Papi” (con marciapiedi, illuminazione pubblica e fognatura), un sistema di parcheggi ed il sottopasso ferroviario in località “Tre ponti. La strada di collegamento delle Borgate Alte è attesa dai residenti da oltre 50 anni, tutti conoscono i rischi derivanti dal mancato accesso ai mezzi di soccorso a causa delle ridotte dimensioni dei Ponti e i disagi che i residenti hanno dovuto subire.  “Sta per essere completato – ha dichiarato l’on. Alfonso Piscitelli, Presidente della I Commissione Affari Istituzionali in un comunicato di qualche settimana fa – il procedimento, seguito con determinazione, dedizione e impegno, relativo al finanziamento del progetto preliminare del sottopasso in località Tre Ponti di S. Maria a Vico; un’opera indispensabile per garantire la sicurezza dei cittadini che sarà finanziata dalla Regione Campania”. L’impegno per la realizzazione del sottopasso dei Tre Ponti è stato portato avanti  dal consigliere Regionale Alfonso Piscitelli, che aveva intrapreso l’iter burocratico  durante il suo mandato di sindaco di Santa Maria a Vico, insieme al sindaco Andrea Pirozzi, all’epoca vicesindaco e assessore ai lavori pubblici. “Per la progettazione investiti 220 mila euro di fondi comunali, con i quali realizzeremo anche un parcheggio, in attesa dei 3.3 milioni promessi dalla regione”. Lo ha dichiarato il primo cittadino santamariano.