close
Senza categoria

VENTRE: I CONTRIBUENTI CASERTANI SEMPRE PIÙ INGIUSTAMENTE TARTASSATI

13275431_10206284148051262_57089883_o
loading...

“Occorre superare il concetto di cittadino-bancomat: è prioritario recuperare il rispetto del contribuente che, già a causa del dissesto, è chiamato a pagare aliquote e tariffe al massimo”.

Commenta così Riccardo Ventre la modifica passata in sordina delle modalità di riscossione della TARI prevista dal nuovo art. 50 del regolamento della IUC, così come riformulato dal Commissario, su proposta del Dirigente.

“Oggi il Comune di Caserta, caso più unico che raro nel panorama nazionale, immotivatamente impone di pagare salate spese di notifica, ben 9 euro ad avviso, per la comunicazione del pagamento della TARI che invece, trattandosi di un tributo in autoliquidazione, dovrebbe avvenire in maniera gratuita per il contribuente. Considerando l’invio di circa 30.000 notifiche annue, se la matematica non è un’opinione, il concessionario dovrebbe incassare altri 270.000 euro annui, a spese dei contribuenti!”

Tra l’altro, occorrerà verificare se tale disposizione sia compatibile con quanto stabilito dall’art 8 del D.P.R. 158/99, secondo cui la determinazione della tariffa deve avvenire sulla base del piano finanziario, che già deve prevedere nel Centro di costi CARC -Costi amministrativi di accertamento, riscossione e contenzioso, le spese di spedizione e della fatturazione e comunque le spese delle notifiche.

“I cittadini casertani rischiano di vedersi addebitate due volte le stesse spese, la prima volta nell’ambito dei costi già inclusi della tariffa a favore del Comune e la seconda volta per l’addebito delle spese di notifica a favore del concessionario!

La modifica adottata del regolamento comunale oltre ad essere iniqua e improduttiva di benefici per l’Ente è infine in palese violazione dello Statuto dei diritti del Contribuente, art. 6, co.3, che impone all’Amministrazione di favorire l’adempimento tributario nella modalità meno costosa e più agevole.

Compito principale della nostra Amministrazione sarà quello di azzerare questi e tanti altri costi, palesi ed occulti, che oggi gravano sui cittadini!”, conclude Ventre.

0
Close